Sabato 14 Dicembre 2019 | 11:00

NEWS DALLA SEZIONE

in Israele
Pesistica: 3 ori per la salentina Giulia Franco agli Europei

Pesistica: 3 ori per la salentina Giulia Franco agli Europei

 
la rivoluzione
Atlete donne sportive professioniste, presidente Pink Bari: «Grande vittoria»

Atlete donne sportive professioniste, presidente Pink Bari: «Grande vittoria»

 
l'atleta
Nuoto, da Bisceglie Elena Di Liddo e l'oro sfiorato: ora è caccia al pass olimpico

Nuoto, da Bisceglie Elena Di Liddo e l'oro sfiorato: ora è caccia al pass olimpico

 
Nuoto
La biscegliese Elena Di Liddo è argento europeo nei 100 farfalla

La biscegliese Elena Di Liddo è argento europeo nei 100 farfalla

 
Sport
Pugilato, il pugliese Caputo si qualifica per gli Assoluti

Pugilato, il pugliese Caputo si qualifica per gli Assoluti

 
il traguardo
Ginnastica artistica: Mattia Quarta è il primo leccese convocato in Nazionale

Artistica: il leccese Mattia Quarta convocato in Nazionale

 
L'intervista
Da Martina Franca alla Formula 1, parla Giovinazzi: «La mia Alfa sognando la Ferrari»

Da Martina Franca alla Formula 1, parla Giovinazzi: «La mia Alfa sognando la Ferrari»

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, parla storico mister Salvemini: «Quella promozione in A un sogno, quest'anno può rivincere»

Bari, parla storico mister Salvemini: «Quella promozione in A un sogno, quest'anno può rivincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materanel Materano
Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

 
Foggianel Foggiano
Lucera, spararono a 18enne in centro davanti ai passanti indifferenti: 3 arresti

Lucera, spararono a 18enne in centro davanti ai passanti indifferenti: 3 arresti

 
Baridonne
Bari, arriva l'agenzia che educa e raccoglie fondi per prevenire la violenza di genere

Bari, arriva l'agenzia che educa e raccoglie fondi per prevenire la violenza di genere

 
Leccenel Salento
Carmiano: dopo scioglimento comune, Centro Legalità vandalizzato. Giovani sui social: «Crediamo nell'onestà»

Carmiano: dopo scioglimento comune, Centro Legalità vandalizzato. Giovani sui social: «Crediamo nell'onestà»

 
Batil caso
Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

 
BrindisiDomenica 15 dicembre
Brindisi città fantasma, evacuati 53mila per la bomba: tutto quello che c'è da sapere. Le strade

Brindisi città fantasma, evacuati 53mila per la bomba: tutto quello che c'è da sapere. Le strade

 
HomeMaltempo in Basilicata
Lauria, vento spazza via tetto di una palestra: ci sono feriti

Lauria, tromba d'aria spazza via tetto del PalaAlberti: 8 feriti, una operata, è gravissima VD/FT

 

i più letti

Calcio

Atti violenti in Lega Dilettanti ed Eccellenza lucana: 12 Daspo

Dodici tifosi non potranno assistere in futuro a manifestazioni sportive

Daspo

POTENZA - Dodici divieti di assistere a manifestazioni sportive sono stati eseguiti dalla Polizia a carico di tifosi e addetti alla sicurezza per un’aggressione e "atti di intemperanza» avvenuti nel corso di partite della Lega nazionale dilettanti e del campionato lucano di Eccellenza.

Tre daspo sono stati notificati ad altrettanti addetti alla sicurezza, residenti nel Salernitano, dopo l’aggressione di un calciatore del Taranto durante l’intervallo della partita Picerno-Taranto (Serie D), giocata il 18 aprile scorso. Delle persone colpite dal provvedimento due staranno lontane dagli stadi per tre anni, la terza per cinque.
Gli altri nove daspo riguardano «otto tifosi del Melfi, tra cui una minorenne» (per un anno), e un nono tifoso, "allontanato» per tre anni. I fatti avvennero in occasione di Melfi-Rionero, giocata il 30 settembre 2018. I tifosi più scalmanati - identificati dalla Polizia non subito, per «ragioni di opportunità», ma successivamente, attraverso le telecamere poste nello stadio - provocarono «criticità per l’ordine e la sicurezza pubblica» durante la partita.

La gara, peraltro, cominciò in ritardo per «un lancio di oggetti contundenti e artifizi pirotecnici» all’arrivo dei tifosi rioneresi a Melfi: gli oggetti e i petardi finirono anche in campo e il dirigente di servizio fu costretto «a trattenere i calciatori e la terna arbitrale negli spogliatoi». Durante la partita le intemperanze continuarono e ultras «impropriamente posti alla vendita di bibite cedettero ai propri amici bottigliette di acqua senza privarle del tappo», disattendendo così le indicazioni del dirigente di servizio. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie