Venerdì 15 Novembre 2019 | 04:08

Il Biancorosso

serie c
Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatL'indagine del 2015
Minacce a testimoni, condannati due ex pm di Trani Ruggiero e Pesce

Minacce a testimoni, condannati due ex pm di Trani Ruggiero e Pesce

 
MateraIl ritrovamento
Metaponto, cc scoprono discarica a cielo aperto: messa in sicurezza

Metaponto, cc scoprono discarica a cielo aperto: messa in sicurezza

 
TarantoLa polemica
Ex Ilva, bufera sulla Bellanova e il quadro abbandonato a Taranto: «Un errore»

Ex Ilva, bufera sulla Bellanova e il quadro abbandonato a Taranto: «Un errore»

 
LecceIl caso
Galatina, imprenditore agricolo spara a operaio e lo ferisce al volto

Galatina, imprenditore agricolo spara a operaio e lo ferisce al volto

 
BariLa sentenza
Santeramo, anziana uccisa e derubata, ribaltone in appello: condannata la badante

Santeramo, anziana uccisa e derubata, ribaltone in appello: condannata a 21 anni la badante

 
FoggiaA poggio imperiale
Foggia, anziani picchiati con mazze e rapinati in casa per 200 euro

Foggia, anziani picchiati con mazze e rapinati in casa per 200 euro

 
BrindisiAgricoltura
Brindisi, nasce la Banca della Terra per i giovani che vogliono fare i contadini

Brindisi, nasce la Banca della Terra per i giovani che vogliono fare i contadini

 
PotenzaLa città che cambia
Potenza, riaperto al traffico il ponte di Montereale

Potenza, riaperto al traffico il ponte di Montereale

 

i più letti

L'intervento del Governatore

Emiliano: dati nocivi anche da Brindisi

michele emiliano

«Il diavolo che uccide le persone é il carbone, non é l’acciaio. Io non vorrei qui qualcuno che tenesse più a vendere il carbone che a produrre l’acciaio. Se è così noi l’andremo a beccare questo qualcuno perché vuol dire che non é interessato al ruolo strategico dell’azienda. A noi ci serve produrre acciaio, non comprare il carbone». É quanto ha affermato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano intervenendo al convegno «Ripensare l’industria siderurgica italiana. L’Ilva, attualità e prospettive», organizzato dall’Ordine nazionale degli Ingegneri in collaborazione con la Regione Puglia.
«Se l’'Ilva ci chiede di sacrificare la salute dei tarantini e probabilmente non solo dei tarantini perché tra breve presenteremo studi che dimostreranno che l’inquinamento dell’Ilva quando cambia il vento arriva fino in Salento, fino a Brindisi, noi non possiamo starci e non ci stiamo», ha proseguito Emiliano.
«Una delle ragioni per le quali - ha osservato - bisogna fare attenzione a non far perdere ruolo alle Regioni è esattamente questo perché se la Regione Puglia non avesse più potere di interloquire su queste materie io non sarei qui, questo convegno non si sarebbe fatto e questa discussione si sarebbe fatta in uno studio piccolo di Roma dove avrebbero deciso qualunque cosa nell’interesse dei tarantini, mentre la democrazia oggi consente alla Regione Puglia di dire la sua». Il Consiglio nazionale degli Ingegneri «è un organo terzo - ha aggiunto Emiliano - che ci dà una mano per il cosiddetto approccio scientifico alla decisione politica. Loro ci daranno dei suggerimenti tecnici per verificare se è possibile, e noi l’abbiamo sintetizzata con la parola 'decarbonizzazionè, decarbonizzare l’Ilva».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie