Giovedì 21 Febbraio 2019 | 17:34

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
La decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
L'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
In Basilicata
Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

 
La nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 
Mobilità
Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
Nel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
Fotoreporter ferito
Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

 
L'invito
Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

 
«È un piano senza effetti»
Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeLa decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
BrindisiA ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
TarantoArrestato pregiudicato
Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

 
FoggiaHanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 
PotenzaL'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
BatLa denuncia
Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

 
Materail Truffatore è barese
Si fa dare 3 Rolex da negoziante fingendo di essere figlio di un amico: arrestato a Matera

«Mio padre è tuo amico», si fa dare 3 Rolex da rivenditore: arrestato a Matera

 

Corte dei Conti

Trasporti a Potenza, citati
per 18 mln ex amministratori

Nel mirino dei giudici contabili la gestione comunale dal 2005 al 2013: c'è anche l'ex sindaco Santarsiero

Trasporti a Potenza, citatiper 18 mln ex amministratori

Nell’ambito di un’indagine sulla gestione del trasporto pubblico nella città di Potenza, la Procura regionale della Basilicata della Corte dei Conti ha citato per un danno erariale complessivo stimato in circa 18 milioni di euro 21 persone, tra cui l’ex sindaco - in carica come primo cittadino dal 2014 al 2013 e attuale consigliere regionale Vito Santarsiero (Pd), altri 17 amministratori e tre dirigenti comunali. Le indagini condotte dalla Guardia di Finanza - secondo quanto si è appreso - hanno riguardato la gestione del servizio dal 2005 al 2013. La prima udienza si svolgerà il prossimo 14 novembre.

In una nota, Santarsiero ha espresso «piena fiducia nei giudici che saranno chiamati ad esprimersi. Un’azione di controllo sull'operato degli amministratori, anche quando tocca la propria persona, è sempre da vivere come una garanzia per tutta la comunità che ho rappresentato e che ancora rappresento. Per questo - ha aggiunto - mi sento di dire di essere assolutamente tranquillo e fiducioso perché convinto di poter dimostrare, unitamente agli altri amministratori e dirigenti interessati, che l’azione amministrativa da noi messa in campo non ha prodotto danno erariale. Essa è stata improntata sempre e solo, nel rispetto di un quadro normativo complesso applicato in un contesto altrettanto complesso quale era quello in cui operavamo,a garantire servizi alla città di Potenza e a quanti quotidianamente in essa operano, a partire dal trasporto pubblico».

Le altre persone citate dalla Procura regionale della Corte dei Conti sono gli ex assessori comunali Giuseppe Ginefra, Pietro Bongiovanni, Francesco Casella, Donato Coviello, Rocco Lepore, Roberto Mancino, Massimo Maria Molinari, Giuseppe Messina, Federico Pace, Alessandro Singetta, Donato Pace, Gaetano Sabatella, Nicola Lovallo, Pietro Campagna, Emiddio Fiore, Antonio Pesarini, LucianoDe Rosa, e i dirigenti comunali Mario Restaino, Rosario Pompeo Laguardia e Luigi Martino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400