Giovedì 13 Agosto 2020 | 19:04

NEWS DALLA SEZIONE

Il virus
Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

 
L'ESTATE DEL COVID
Matera, aperti per ferie: così i negozi cercano di rifarsi

Basilicata, aperti per ferie: così i negozi cercano di rifarsi

 
IL CASO

Aiuti alle imprese colpite da crisi: c'è un caso Viggiano, il sindaco prende i soldi del bando comunale

 
POLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
l'iniziativa del comune
Offerta ai turisti del Pollino. Dormi 2 notti, ne paghi una

Rotonda, offerta ai turisti nel Pollino: dormi 2 notti, ne paghi una

 
LA TRAGEDIA nel potentino
Donna muore a Rionero investita dal suo furgone

Donna muore a Rionero in Vulture investita dal suo furgone

 
Contagi
Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

 
Il caso
Potenza, Giuseppe Spera nominato nuovo commissario del San Carlo

Potenza, Giuseppe Spera nominato nuovo commissario del San Carlo

 
L'INTERVISTA
«Per uscire dalla crisi serve la verità»

Potenza, «Per uscire dalla crisi serve la verità»: la Chiesa suona la sveglia alla Basilicata

 
bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 0 contagi su 273 tamponi nelle ultime 24 h

Coronavirus in Basilicata, 0 contagi su 273 tamponi nelle ultime 24 h

 
fase 3
Regione Basilicata, fondo perduto microimprese, approvazione elenchi beneficiari

Regione Basilicata, fondo perduto microimprese, approvazione elenchi beneficiari

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, un altro giorno di rinvii

Bari, un altro giorno di rinvii: torna in quota solo il ds Scala

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'EMERGENZA
Incubo roghi a Ceglie e Loseto, ecco l'esercito dei volontari

Incubo roghi a Ceglie e Loseto, ecco l'esercito dei volontari

 
BrindisiIl ritrovamento
Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

 
PotenzaIl virus
Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

 
LecceLa curiosità
Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

 
Tarantoguardia costiera e polizia
Taranto, 2 tonnellate di cozze con etichette contraffatte: sequestro e una denuncia

Taranto, 2 tonnellate di cozze con etichette contraffatte: sequestro e una denuncia

 
Bati fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 

i più letti

rassicurazioni

Il Centro oli di Viggiano
sotto il controllo
dalla Regione Basilicata e Ispra

centro oli Eni Viggiano

POTENZA - Il Centro Oli di Viggiano (Potenza) dell’Eni è diventato, in particolare dal punto di vista ambientale, un impianto di rilevanza nazionale e il suo funzionamento sarà controllato dalla Regione Basilicata e soprattutto dall’Ispra (Istituto superiore per la protezione e ricerca ambientale). Lo ha annunciato nel pomeriggio, a Potenza, il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (Pd), incontrando i giornalisti per fare il punto sulle attività avviate nell’impianto dopo la sospensione, decisa il 15 aprile scorso dalla Giunta regionale, in seguito al ritrovamento, fuori dal recinto del Cova, di petrolio.
La rilevanza nazionale del Centro Oli, certificata nei giorni scorsi in una riunione svoltasi a Roma con lo stesso Ispra e con alcuni Ministeri, fa intervenire sull'impianto tutto il sistema nazionale di protezione ambientale.

Pittella e l’assessore regionale all’ambiente, Francesco Pietrantuono, hanno spiegato che l’Eni sta lavorando per attuare le prescrizioni indicate dalla Regione nella delibera di sospensione dell’attività del Centro Oli in vista della sua riapertura. La sospensione stabilita dalla Regione è di 90 giorni: l’Eni avrebbe completato la realizzazione del sottofondo di un altro dei quattro serbatoi dell’impianto. Due serbatoi sono il minimo per riprendere la produzione (al Cova di Viggiano vengono trattati ogni giorno decine di migliaia di barili di petrolio estratti dai giacimenti della Val d’Agri): «Quando la messa in sicurezza dell’impianto - ha detto Pittella - sarà stata certificata e, in parallelo, saranno andati avanti il piano di caratterizzazione e la verifica completa sul funzionamento del Centro, vedremo se la produzione potrà riprendere». Il governatore, infine, ha reso noto che nel fiume Agri e nella diga del Pertusillo non sono state trovate tracce di contaminazione da petrolio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie