Sabato 23 Febbraio 2019 | 01:26

NEWS DALLA SEZIONE

Verso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
In vista del 24 marzo
Regionali in Basilicata, a Potenza e Matera la presentazione delle liste

Regionali in Basilicata, a Potenza e Matera la presentazione delle liste

 
Economia
Lo Svimez alla Basilicata: «Trattenete più royalties»

Lo Svimez alla Basilicata: «Trattenete più royalties»

 
L'iniziativa
A Vietri di Potenza se adotti un cane non paghi la Tari

A Vietri di Potenza se adotti un cucciolo dal canile non paghi la Tari

 
L'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
La decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
L'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
In Basilicata
Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

 
La nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 
Mobilità
Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaVerso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
LecceSalento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
BariLa sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
HomeIl siderurgico
Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

 
BrindisiFurto in casa
San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: denunciati n 2

San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: 2 denunciati 

 
GdM.TVGli arresti della Polizia
Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

 
MateraSfruttamento
Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

 
FoggiaAtti vandalici
Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

 

Genzano

L’Arpab assolve il Basentello
«Pesci sterminati da un virus»

L’Arpab assolve il Basentello «Pesci sterminati da un virus»

di Pino Perciante

GENZANO - Prende corpo l’ipotesi che a causare la morte di migliaia di carpe nel Basentello sia stato un virus. I risultati delle analisi sui resti dei pesci arriveranno martedì, ma i tecnici dell’istituto di zooprofilassi di Puglia e Basilicata avanzano l’ipotesi che la moria sia colpa di un’infezione.

«Da quello che sappiamo fino ad ora – spiegano dall’istituto - non ci sono plausibili sospetti che la moria possa essere causata da un inquinamento, visto che le verifiche eseguite dall’Arpab non hanno rilevato tracce di contaminazione nelle acque della diga. Inoltre, ad essere colpita è stata una sola specie e gli esemplari sono tutti della stessa dimensione e in piena fase riproduttiva».

Da qui il convincimento che ad uccidere i pesci sia stata una malattia virale. Per saperlo con certezza bisognerà attendere i risultati delle analisi che dovrebbero arrivare martedì prossimo dal centro di referenza di Padova. I test di laboratorio, infatti, sono ancora in corso. Vere e proprie autopsie per accertare la presenza di sostanze tossiche come ad esempio metalli pesanti o policloruri bifenili (oli industrali), anche se i resti dei pesci sono arrivati in avanzato stato di decomposizione.

L’Arpab dice che le acque della diga del Basentello non sono inquinate. L’agenzia per la protezione dell’ambiente ha comunicato ufficialmente che «tutti i parametri chimici determinati sul campione di acqua prelevato non hanno evidenziato situazioni di potenziale contaminazione, tali da poter essere responsabili della moria di pesci». La nota è firmata da Adele Camardese, dirigente dell’ufficio risorse idriche dell’agenzia regionale. Si riferisce ai campionamenti effettuati il 19 aprile scorso. La palla è passata quindi all’istituto zooprofilattico di Puglia e Basilicata che sta effettuando verifiche sui resti dei pesci. I risultati attesi per il due maggio dovrebbero chiarire finalmente le cause della moria. Poiché ad essere stata colpita è una sola specie l’ipotesi è che ad uccidere sia stato un virus. Ma anche il caldo degli ultimi giorni potrebbe avere le sue responsabilità. Intanto, a giorni si attendono anche gli esiti dei campionamenti fatti dall’Arpa Puglia. In questa incertezza resta ancora in vigore l’ordinanza del sindaco di Genzano, Rocco Cancellara, che vieta la pesca e l’utilizzo dell’invaso per l’abbeveramento degli animali. Nelle prossime ore si spera la situazione dovrebbe essere più chiara.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400