Sabato 20 Ottobre 2018 | 11:07

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso a Roccanova (Pz)
Crisi editoria: in Basilicata un'edicola resiste da 100 anni

Crisi editoria: in Basilicata un'edicola resiste da 100...

 
Costi della politica
Basilicata, taglio ai vitalizi: pronti i i ricorsi degli ex parlamentari

Basilicata, taglio ai vitalizi: pronti i i ricorsi degl...

 
Un 24enne
Rionero, aveva coca e marijuana: arrestato spacciartore dai Cc

Rionero, aveva coca e marijuana: arrestato spacciatore ...

 
Il riconoscimento
Maratea premiata a Milano«Stella al merito sociale»

Maratea premiata a Milano
«Stella al merito sociale»

 
Opere pubbliche
Basilicata, Basento - Bradano: il «fantasma» dello schema idrico

Basilicata, Basento - Bradano: il «fantasma» dello sche...

 
La decisione
Potenza, ucciso in macelleria con 11 coltellate: fu omicidio volontario

Potenza, ucciso in macelleria con 11 coltellate: fu omi...

 
La sentenza
Potenza, maltrattavano i loro alunni: condannate due maestre

Potenza, maltrattavano i loro alunni: condannate due ma...

 
Stalking
Potenza, incendiò 2 auto della famiglia della sua ex: arrestato 22enne

Potenza, incendiò 2 auto della famiglia della sua ex: a...

 
A Paoladoce di Avigliano
Acqua sporca dai rubinetti, si cerca soluzione

Acqua sporca dai rubinetti, si cerca soluzione

 
La decisione della Regione
Post offensivo contro le donne, dirigente rischia il posto

Offende le donne su Fb, dirigente rischia il posto

 
Dalla Regione
Basilicata, 500 euro al mese a chi assiste familiare disabile

Basilicata, 500 euro al mese a chi assiste familiare di...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Festa di fine anno a Potenza

Festa in piazza, schedati
i residenti e i loro ospiti

Capodanno in piazza, ospitie residenti saranno «schedati»

Ci sarà un collegamento tra Potenza e Matera durante la diretta televisiva di Raiuno nella notte di San Silvestro. Un ideale «ponte» tra le due città affidato alla conduzione della giornalista Francesca Barra. Sul palco in piazza Mario Pagano, a Potenza, invece, il gran cerimoniere sarà Amadeus che verrà affiancato da uno showman il cui nome è ancora «top secret». Sembra tramontata l’idea di coinvolgere anche Arisa, attualmente impegnata come giudice a «Xfactor» su Sky. Ancora tutto da decifrare, infine, il cast degli artisti che, come lo scorso anno, sarà deciso soltanto all’ultimo momento.
Sono queste le ultime indiscrezioni che provengono dagli ambienti Rai di Roma in relazione a «L’anno che verrà», lo show di Capodanno.
Una macchina organizzativa complessa e mastodontica i cui ingranaggi devono essere ben oliati e messi a punto. E non è un’impresa semplice. Lo sa bene l’assessore comunale alla Cultura, Roberto Falotico, letteralmente asserragliato negli uffici giorno e notte con i suoi più stretti collaboratori, Giancarlo Grano e Tonino Capozza, tra questioni autorizzative, burocratiche e organizzative (si sta discutendo in queste ore delle luminarie). In città non mancano i mugugni e le critiche sui ritardi nell’allestimento del cartellone di eventi collaterali. «Ci stiamo lavorando - puntualizza Falotico - e abbiamo ricevuto tantissime proposte che cercheremo di accogliere in toto. Non è facile sistemare i tasselli di questo immenso puzzle. E poi i cittadini devono sapere che per ogni cosa che si fa è necessario bandire una gara». A cominciare da quella relativa alla rimozione (temporanea?) dei pali dell’illuminazione in piazza con l’obiettivo di recuperare spazio per montare il grande palco dello show. Dopo diversi sopralluoghi è stato deciso che sorgerà in diagonale con alle spalle il pub Goblin’s e ai lati il teatro Stabile e la Prefettura. Una scelta dettata dalla necessità di avere più «aria» e più profondità.
I camerini per gli artisti saranno ricavati nel palazzo dell’ex tribunale, al primo piano, dove sono stati appena trasferiti gli uffici provinciali. «Anche in questo caso - sottolinea Falotico - dovremo fare una gara per chi realizza i separé, chi fornisce gli appendiabiti e, in generale, chi garantisce i necessari spazi agli artisti».
La portata dell’evento, insomma, è tale che nulla può essere lasciato al caso. Soprattutto sul fronte della sicurezza. Ecco perché chiunque voglia assistere allo spettacolo direttamente dai palazzi che circondano la piazza deve essere registrato: il padrone di casa, il residente, chi lavora in zona che ha intenzione di ospitare amici e parenti deve comunicare i nominativi al Comune che provvederà a girarli alla Questura. Lo spettacolo in diretta televisiva può essere una straordinaria occasione di visibilità per il capoluogo e la Basilicata. Non ci si può permettere improvvisazione e superficialità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400