Martedì 27 Settembre 2022 | 00:15

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

emergenza

Infortuni sul lavoro nel Potentino, due casi in poche ore nella stessa azienda: uomo muore dopo 2 giorni di agonia

«Mancano 230 medici al 118 in Puglia, urge soluzione»

Allarme medici 118 in Puglia

La denuncia del sindacalista Barbarossa (Ugl): a Lavello feriti un uomo colpito da un getto di vapore, ed una donna investita da un muletto

13 Settembre 2022

Redazione online

LAVELLO - “E’ veramente paradossale il verificarsi di due gravi incidenti sul lavoro alla Eugea Mediterranea, un'azienda di conserve alimentari di Gaudiano di Lavello (PZ). Un operaio è stato investito da un forte getto di vapore e subito è stato soccorso e trasportato in eliambulanza all'ospedale ‘San Carlo’ di Potenza, data la gravità delle ustioni riportate, l'uomo è stato trasferito al ‘Cardarelli’ di Napoli e, nello stesso stabilimento, una lavoratrice viene investita da un muletto. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco e gli operatori del 118, oltre all'Ispettorato del Lavoro che ha avviato le indagini del caso. L’ennesimo doppio grave incidente sul lavoro non può essere tollerato e passare inosservato. È fondamentale prevenire simili drammi, pertanto, il sindacato Ugl Basilicata, chiede alle istituzioni Regionale e nazionali interventi immediati volti ad intensificare i controlli, incentivare la formazione dei lavoratori e la cultura della sicurezza sul lavoro. L’obbiettivo Ugl è di porre l’attenzione dell’opinione pubblica, della Regione Basilicata e del Governo sul fenomeno in atto degli incidenti, delle ‘morti bianche’ e, per ribadire ancora una volta basta a queste continue e drammatiche stragi sul lavoro”.

Lo ha dichiarato in una nota Adelmo Barbarossa, Reggente Regionale dell’Ugl Basilicata, in merito ai doppi infortuni sul lavoro in cui sono stati coinvolti due dipendenti nella stessa ditta e nella stessa giornata odierna.

Aggiornamento del 13 settembre: Purtroppo l'uomo investito dal getto di vapore ha perso la vita.

La morte dell’operaio di 36 anni, rimasto gravemente ustionato due giorni fa mentre era al lavoro in un’azienda conserviera di Lavello (Potenza), è stata commentata in Basilicata da rappresentanti delle organizzazioni sindacali. Per il segretario lucano della Cgil, Angelo Summa, «non è più tollerabile assistere a questo susseguirsi di omicidi colposi a causa dell’assenza di misure di sicurezza e della loro applicazione». La Cgil ha ribadito la richiesta alla Regione Basilicata di «convocare il comitato regionale di sicurezza e di riattivare l’osservatorio regionale sugli infortuni e le malattie professionali. Gli strumenti legislativi ci sono da anni e necessitano solo di essere attuati - ha concluso Summa - Il governo centrale e le Regioni si facciano carico di questa emergenza sociale che richiede interventi immediati».

La Cisl e la Fai Cisl di Basilicata, in una nota dei segretari generali, Vincenzo Cavallo e Giuseppe Romano, hanno indicato come «via giusta lavorare di più sugli aspetti della prevenzione e dare più competenze sotto il profilo formativo. E' necessario mettere in rete tutti i soggetti deputati alla sicurezza, in modo da costruire una condizione strutturata di soggetti specialisti che in ogni posto di lavoro siano in grado di analizzare e risolvere in tempo criticità da cui possono derivare incidenti». Adelmo Barbarossa, reggente dell’Ugl Basilicata, ha ricordato che «siamo all’ottavo decesso in nove mesi: un bilancio pesantissimo che non può essere di certo più ignorato in una regione piccola come è la Basilicata. Serve prevenzione - ha aggiunto - servono controlli più serrati, serve un’attenzione costante su un tema così complesso ma fondamentale. Siamo in piena campagna elettorale, ma il tema degli infortuni e delle morti sul lavoro sembra essere lontano, così come distante appare essere l’esigenza di avere rapidamente uomini, strutture e mezzi in numero maggiore per contrastare il mancato rispetto della legge e per potenziare le attività di sensibilizzazione». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725