Sabato 25 Giugno 2022 | 15:24

In Puglia e Basilicata

Il personaggio

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Stefania Nogaretto, 31 anni, ricercatrice di Rotonda (Potenza) è nella squadra di «camici bianchi» che sta lavorando per raggiungere il traguardo

17 Gennaio 2021

Redazione online

POTENZA - C’è una ricercatrice lucana nel team impegnato a mettere a punto il vaccino anti-Covid tutto italiano. La «Reithera», azienda biotech di Castel Romano, conta di produrre il «suo» vaccino entro l’estate e lavora gomito a gomito con l’Istituto Spallanzani. Stefania Nogaretto, 31 anni, ricercatrice di Rotonda (Potenza) è nella squadra di «camici bianchi» che sta lavorando per raggiungere il traguardo. Nogaretto lavora nel Dipartimento del «Quality Assurance» che si occupa di portare avanti la documentazione relativa a qualsiasi farmaco. In sostanza, tutta la parte relativa all’approvazione delle fasi produttive e sperimentali avviene all’interno di questo Dipartimento. Qui viene anche verificato il rispetto di tutto quanto prescritto da Aifa (Agenzia italiana del farmaco che ha autorizzato «Reithera»). Dopo essersi laureata in genetica e biologia molecolare nella ricerca biomedica, Nogaretto si è specializzata nel settore «Quality & Gmp Compliance», per poi iniziare fin da subito a lavorare per le multinazionali. Nel Dipartimento lavorano al progetto un’altra coordinatrice, come lei, e una qualifed person. Il suo percorso in «Reithera» è iniziato tre anni fa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725