Venerdì 02 Ottobre 2020 | 01:19

NEWS DALLA SEZIONE

I dati
Covid, la Basilicata supera il Veneto: in alcuni comuni tamponi al 40% della popolazione

Covid, la Basilicata supera il Veneto: in alcuni comuni tamponi al 40% della popolazione

 
I contagi
Potenza, sindacati denuncia contagi sei operatori sanitari a Villa d'Agri

Potenza, sindacati denuncia contagi sei operatori sanitari a Villa d'Agri

 
Industria
Balvano, Ferrero raddoppia dopo il successo Nutella Biscuits

Balvano, Ferrero raddoppia dopo il successo Nutella Biscuits

 
Il virus
Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicovetere

 
Nel Potentino
Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

 
Nel Potentino
Mancano le vocazioni: le ultime due suore lasciano Pescopagano

Mancano le vocazioni: le ultime due suore lasciano Pescopagano

 
Paura nel Potentino
Fca, i contagi salgono a quota 16: vaccini antinfluenzali per tutti

Fca, i contagi salgono a quota 16: vaccini antinfluenzali per tutti

 
In ospedale
Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

 
Nel Potentino
Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

 
Il virus
Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, la Coppa Italia finisce a Ferrara: 11 metri amari ma si torna a testa alta

Bari, la Coppa Italia finisce a Ferrara: 11 metri amari ma si torna a testa alta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIL processo
Omicidio Valente a Bisceglie, 30 anni al killer assolto il boss Capriati ritenuto mandante

Omicidio Valente a Bisceglie, 30 anni al killer assolto il boss Capriati ritenuto mandante

 
PotenzaI dati
Covid, la Basilicata supera il Veneto: in alcuni comuni tamponi al 40% della popolazione

Covid, la Basilicata supera il Veneto: in alcuni comuni tamponi al 40% della popolazione

 
TarantoTaranto
Ex Ilva, i sindacati dopo incontro al Mise: restano i nodi irrisolti

Ex Ilva, i sindacati dopo incontro al Mise: restano i nodi irrisolti

 
LecceNel Salento
Galatina, nasce l'albo delle baby-sitter: sospiro di sollievo per i genitori

Galatina, nasce l'albo delle baby-sitter: sospiro di sollievo per i genitori

 
BatIl virus
Coronavirus, contatto con un positivo: chiuso Tribunale Trani per sanificazione

Coronavirus, contatto con un positivo: chiuso Tribunale Trani per sanificazione

 
Foggiatra carapelle e orta nova
Frontale fra due auto nel Foggiano: 7 feriti, alcuni in gravi condizioni

Frontale fra due auto nel Foggiano: 8 feriti, alcuni in gravi condizioni

 
Materadalla polizia
Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

 
BrindisiLa vicenda
Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

 

i più letti

il progetto

Potenza, ecco come cambierà la storica torre Guevara

Stanziati 1,4 milioni, gara entro dicembre, 18 mesi per finire l’opera. Si partirà con l’abbattimento dell’edificio scolastico ormai dismesso come sollecitato da cittadini, associazioni e istituzioni

Potenza, ecco come cambierà la storica torre Guevara

Un milione e 400 mila euro e 18 mesi di tempo per la riqualificazione della Torre Guevara. E c’è tutta la volontà di partire subito. L’obiettivo, sul quale punta il presidente della Provincia di Potenza, Rocco Guarino, è di chiudere entro fine anno le procedure per l’affidamento della gara di appalto e cominciare i lavori a inizio anno. L’approvazione da parte del Consiglio provinciale dell’intervento di riqualificazione dell’area circostante la torre Guevara (di proprietà della Provincia) con l’autorizzazione alla demolizione dell’edificio (l’ex-scuola Da Vinci), costruito negli anni Sessanta e la definizione dell’iter concordato con l’Amministrazione Comunale di Potenza, ha di fatto spianato la strada a un progetto importante per restituire alla città un importante monumento purtroppo rimasto nascosto.

«Un’opera straordinaria - sottolinea Guarino - che ci ha visto metterci in ascolto della città, dei cittadini e del mondo dell’associazionismo che hanno sempre insistito per riportare alla luce l’antica torre di Potenza». «Ma è anche un esempio di grande collaborazione tra enti: Regione, Provincia, Comune. Un lavoro avviato dal presidente che mi ha preceduto, Nicola Valluzzi, e che dimostra che quando si lavora insieme si ottengono risultati. Sono stati recuperati i fondi e ora l’importante è fare presto».

Il progetto realizzato dall’Ufficio “Edilizia e Patrimonio” della Provincia di Potenza, diretto dall’ingegner Enrico Spera, infatti, è stato finanziato attraverso il Por Fesr Basilicata 2014-2020 nell’ambito del Programma “ITI Sviluppo Urbano città di Potenza” con l’Accordo attuativo che fu siglato il 30 ottobre 2018 tra la Regione Basilicata, l’allora presidente della Provincia, Nicola Valluzzi, e l’ex-sindaco di Potenza, Dario De Luca e riguardava anche la villa del Prefetto.

Il primo intervento sarà l’abbattimento dell’edificio scolastico dismesso, che oggi nasconde completamente la Torre e occupa gran parte dell’area antistante.

Si potranno così raggiungere, soprattutto, «risultati di tipo ambientale e storico-culturali, nonché di valenza urbana, in quanto, nel restituire centralità e visibilità alla Torre, l’area sarà riconnessa al centro storico e, nel denso tessuto edilizio della zona, un nuovo “affaccio” si aprirà sulla valle».

L’area complessiva risultante anche dall’abbattimento, sarà pavimentata nella sola porzione occupata dal complesso monumentale non più esistente, in modo che vi si “leggano” le parti preesistenti, trasformando il resto del suolo in tessuto erboso. Diventerà luogo d’incontro e anche di racconto, racchiuso da un ampio spazio verde piantumato ai bordi per attenuare l’invadenza degli edifici adiacenti, attraversato da percorsi e attrezzato per la sosta e l’aggregazione.

Non solo il monumento sarà più attrattivo, ma darà la possibilità di conoscere la storia di un frammento della città estremamente significativo.

La superficie complessiva interessata, infatti, è pari a 3.225 mq, di cui 1.095 mq saranno pavimentati, tanto da realizzare una vera e propria piazza urbana, realizzata con materiali che garantiscano elevata durabilità e qualità ottimale dello spazio pubblico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie