Domenica 15 Settembre 2019 | 20:11

NEWS DALLA SEZIONE

A reggio emilia
La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

 
Le dichiarazioni
AstroSamantha a Potenza, «L'esperienza con la Cina? Molto significativa»

AstroSamantha a Potenza, «L'esperienza con la Cina? Molto significativa»

 
Ambiente
Tempa Rossa, sorpresa gas: ai lucani vanno le briciole

Tempa Rossa, sorpresa gas: ai lucani vanno le briciole

 
Legge Lorenzin
Basilicata, tutti i bambini vaccinati: nessuno stop all'ingresso delle scuole

Basilicata, tutti i bambini vaccinati: nessuno stop all'ingresso delle scuole

 
Scuola
Potenza, riaprono le scuole, Bardi agli studenti: «Realizzate qui i vostri sogni»

Potenza, riaprono le scuole, Bardi agli studenti: «Realizzate qui i vostri sogni»

 
Il progetto
Unibas sceglie ristorazione "sostenibile": al via il bando plastic free

Unibas sceglie ristorazione "sostenibile": al via il bando plastic free

 
La lite
Palazzo S. Gervasio, aggressione in Cpr: ferito un migrante, 12 arresti

Palazzo S. Gervasio, aggressione in Cpr: ferito un migrante, 12 arresti

 
Sanità
Potenza, riapre il reparto di Neonatologia al San Carlo

Potenza, riapre il reparto di Neonatologia al San Carlo

 
Tensioni in maggioranza
La Lega attacca il governatore Bardi: fibrillazioni in Basilicata

La Lega attacca il governatore Bardi: fibrillazioni in Basilicata

 
L'appello
Festa Cgil a Potenza, Summa al governo: «Questione Sud torni in agenda»

Festa Cgil a Potenza, Summa al governo: «Questione Sud torni in agenda»

 
La denuncia
Migranti, Cia: «A Palazzo San Gervasio situazione d'emergenza»

Migranti, Cia: «A Palazzo San Gervasio situazione d'emergenza»

 

Il Biancorosso

Serie C
Il nuovo Bari ricomincia da tre

Il nuovo Bari ricomincia da tre

 

NEWS DALLE PROVINCE

NewsweekLa telefonata a sorpresa
Depuratore Sava, Romina Power chiama ed Emiliano risponde: confronto a Domenica in

Depuratore Sava, Romina Power chiama ed Emiliano risponde: confronto a Domenica in

 
BatLa lite
Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

 
BariAlla Campionaria
Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: sala gremita per il Maestro

Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: «Non posso suonare, smettete di chiedermelo»

 
FoggiaA Manfredonia
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 
BrindisiNel brindisino
S.Michele Salentino come Milano: la scuola regala borracce e diari ecologici

S.Michele Salentino come Milano: la scuola regala borracce e diari ecologici

 
LecceSulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
PotenzaA reggio emilia
La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

 
MateraNel Materano
Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

 

i più letti

Il caso

Petrolio contaminato in Val d'Agri, sospesi 5 funzionari

Prescrissero adempimenti all’Eni ma furono disattesi

centro oli Eni Viggiano

POTENZA - Cinque componenti del Comitato tecnico regionale della Basilicata sono stati sospesi per otto mesi dal servizio su decisione del gip del Tribunale di Potenza, nell’ambito dell’inchiesta sulla «contaminazione del reticolo idrografico» adiacente al Centro Oli di Viggiano (Potenza) dell’Eni, a causa dello sversamento, circa due anni fa, di 400 tonnellate di petrolio.
L’ordinanza del gip è stata eseguita stamani dai Carabinieri del Nucleo operativo ecologico, su disposizione della Procura della Repubblica. I cinque funzionari sono indagati per concorso in falso ideologico commesso dal pubblico ufficiale in atti pubblici e concorso in abuso d’ufficio.

Nelle scorse settimane, nell’inchiesta per lo sversamento di petrolio in Val d’Agri, è finito agli arresti domiciliari l'allora responsabile del Centro Oli di Viggiano: sono indagate 13 persone e l’Eni. Le indagini a carico dei funzionari del Comitato tecnico regionale hanno portato ad accertare - secondo l'accusa - che l’organismo aveva prescritto «una maggiore frequenza nei controlli sui serbatoi» del Centro Oli e «di valutare l’ipotesi di dotare i serbatoi stessi di doppiofondo». Secondo la Procura di Potenza, le prescrizioni del Ctr sono state «apertamente e dichiaratamente attese dall’Eni, senza che il Ctr intervenisse per imporre il rispetto delle sue stesse disposizioni». Lo sversamento di petrolio fu qualificato come "incidente rilevante» dal Ministero dell’Ambiente e causò «la contaminazione e la compromissione di 26 mila metri quadrati di suolo e sottosuolo dell’area industriale di Viggiano e del reticolo idrografico a valle» dell’impianto. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie