Lunedì 21 Gennaio 2019 | 05:18

NEWS DALLA SEZIONE

A Lauria
In auto 120grammi di marijuana: 2 arresti nel Potentino

In auto 120grammi di marijuana: 2 arresti nel Potentino

 
Nel potentino
Articoli tossici: 37mila prodotti sequestrati a Viggiano

Articoli tossici: 37mila prodotti sequestrati a Viggiano

 
La decisione
Regionali, il centrosinistra alle primarie il 10 febbraio per scegliere il candidato

Regionali, il centrosinistra alle primarie il 10 febbraio per scegliere il candidato

 
Emergenza maltempo
Neve a Potenza, sindaco chiude le scuole, pioggia di insulti su Facebook

Neve a Potenza, sindaco chiude le scuole, pioggia di insulti su Facebook

 
Il giallo
Potenza, neonato muore al San Carlo: avviata indagine interna

Potenza, neonato muore al San Carlo: avviata indagine interna

 
La decisione del Tribunale
Elezioni in Basilicata, Tar accoglie ricorso M5S: «Non si voterà a maggio»

Elezioni in Basilicata, Tar accoglie ricorso M5S: «Non si voterà a maggio»

 
Giustizia e ambiente
Potenza, Petrolgate uno scudo contro la prescrizione

Potenza, Petrolgate uno scudo contro la prescrizione

 
Allerta meteo
Maltempo in Basilicata: domani scuole chiuse a Potenza

Migliora il maltempo in Basilicata: revocato divieto mezzi pesanti

 
Emergenza maltempo
Manca il sale per le strade, provincia Potenza chiede risorse

Manca il sale per le strade, provincia Potenza chiede risorse

 
Il concorso della gazzetta
Basilicata, il presepe più social che c’è: vince Mario Bochicchio

Basilicata, il presepe più social che c’è: vince Mario Bochicchio

 

Il dato

In Basilicata circolano i treni più vecchi d'Italia

Su 40 in circolazione, più della metà ha tre lustri di vita

In Basilicata circolano i treni più vecchi d'Italia

La Basilicata ha il record in Italia di treni con più di 15 anni di vita: sui 40 in circolazione, infatti, il 57,5% vanta più di tre lustri di vita. Siamo primi anche nella sconsolante classifica dell’età media del materiale rotabile che, insieme alla Puglia, è di 20,1 anni. Nonostante tutto, si intravedono segnali positivi, tenuto conto che la differenza di età media del materiale rotabile è calata di -3,6 anni. Questi e altri dati sono contenuti nel rapporto «Pendolaria 2018» di Legambiente, che come ogni anno, in prossimità dell’entrata in vigore dell’orario invernale dei treni, fa il punto della situazione sul trasporto ferroviario. La Basilicata, oltre ai dati citati, vanta (si fa per dire) anche una linea ferroviaria inserita tra le 10 peggiori del Belpaese: si tratta della Reggio Calbaria-Taranto, mentre la Battipaglia-Potenza-Metaponto è collocata tra quelle che necessitano di opere di ammodernamento per favorirne la velocizzazione.

Insomma, la situazione non è certo delle migliori, anche se non manca qualche elemento positivo. «Pendolaria 2018» mette in evidenza, su scala nazionale, che ci sono troppi convogli con più di 15 anni di età, sebbene il dato mostri un trend in calo, e focalizza la sua attenzione sull’incredibile ritardo e sull’assenza di investimenti in cui si trovano «tante infrastrutture che renderebbero più veloci e comodi i viaggi di milioni di persone che ogni giorno si spostano per lavoro o studio». Il difetto di base, infatti, è che quando si parla di incompiute in Italia ci si concentra sempre sulle grandi opere, senza guardare a quelle più urgenti, «che sono proprio dove è larga parte della domanda di trasporto nel nostro Paese. Dietro le prime ci sono di solito general contractors e grandi imprese, forti interessi in gioco e, quindi, si prendono tutto lo spazio di attenzione mediatica e politica. Eppure se si va a guardare al territorio italiano e alle città si scopre una realtà molto differente». Altro problema di una certa rilevanza: la mancanza delle risorse per completare le tratte, e la Basilicata non fa eccezione come dimostra il caso della Taranto-Metaponto-Potenza-Battipaglia, di cui riferiamo a parte.

«Senza un cambio delle priorità – si legge nel rapporto - questi interventi non si realizzeranno mai, perché nei prossimi anni le risorse andranno a realizzare le solite grandi opere, in particolare autostrade, come è sempre stato in questi anni». A conferma, «Pendolaria 2018» cita i dati del Ministero delle Infrastrutture, secondo cui «dal 2002 ad oggi i finanziamenti statali hanno premiato per il 60% gli investimenti in strade e autostrade. Emblematici sono i dati degli interventi realizzati durante la scorsa legislatura: 3.900 km tra strade provinciali, regionali e nazionali, 217 km di autostrade, 62,6 km di linee ferroviarie ad Alta Velocità, 58,6 km di metropolitane, 34,5 km di tramvie. Inoltre sono state sospese o cancellate linee ferroviarie per 205 km». Non da meno il problema dei tagli al servizio ferroviario regionale: in Basilicata, dal 2010 ad oggi, i tagli sulla rete regionale sono stati pari al 6,9%. Infine, un dato statistico: in Basilicata, secondo «Pendolaria 2018», le corse giornaliere sarebbero 178, delle quali 124 gestite dalle Fal e 54 da Trenitalia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400