Domenica 18 Novembre 2018 | 11:17

NEWS DALLA SEZIONE

Il riconoscimento
Premio Palmenti a Pafundi, da Pietragalla al Manchester City

Premio Palmenti a Pafundi, da Pietragalla al Manchester City

 
Furto andato male
Fiumicino, coppia di Potenza ruba borsa con 2kg d'oro e 3mila euro, rintracciati

Fiumicino, coppia di Potenza ruba borsa con 2kg d'oro e 3mila euro, rintracciati

 
Sanità
Potenza, stop dialisi fino a gennaioScoppia il caso dei tetti di spesa

Potenza, stop dialisi fino a gennaio
Scoppia il caso dei tetti di spesa

 
Deposito atomico
Basilicata in prima fila tra nucleare e petrolio

Basilicata in prima fila tra nucleare e petrolio

 
Violazioni tributarie
Potenza, emettevano fatture inesistenti: sequestrati beni per 205mila euro

Potenza, emettevano fatture inesistenti: sequestrati beni per 205mila euro

 
Il caso
Potenza, nascondeva la cocaina sul camion della frutta: un arresto

Potenza, nascondeva la cocaina sul camion della frutta: un arresto

 
Il vademecum
Potenza, truffe anziani: ecco come evitarle

Potenza, truffe anziani: ecco come evitarle

 
Rimedi antigravidanza «hot»
Potenza, farmacista «spione»: chiesta la condanna a 9 anni e 4 mesi

Potenza, farmacista «spione»: chiesta condanna a 9 anni e 4 mesi

 
Evasione
Potenza, non dichiara 110mila euro: individuato dalla GdF

Potenza, non dichiara 110mila euro: individuato dalla GdF

 
Su rete stradale e autostradale
Ponti e viadotti, nel Potentinonon c'è nessuna criticità

Ponti e viadotti, nel Potentino
non c'è nessuna criticità

 
L'indagine
Rionero, spaccio di droga tra gli studenti: indagati tre ragazzi

Rionero, spaccio di droga tra gli studenti: indagati tre ragazzi

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Verso le elezioni regionali

Potenza, per il centrosinistra primarie escluse 
Basilicata conferma l'onda grillina

Intanto in Consiglio Rosa (FdI) è sull’Aventino per le scelte fatte sulle pdl

Regione Basilicata  problemi per gli stipendi

«Siamo a buon punto, credo che la definizione della coalizione e l’indicazione sul candidato possa arrivare in tempi brevi». Vito Giuzio, capogruppo dem in Consiglio regionale, è ottimista. Per lui, entro poche settimane, non solo potrà essere definito il perimetro della coalizione ma si potrà anche avere qualche indicazione in più sul nome del candidato governatore del Centrosinistra. Nel week end dei defunti le trattative politiche vanno avanti senza freni. Da destra a sinistra è un continuo di incontri, riunioni, contatti più o meno riservati per cercare di definire innanzitutto il quadro delle alleanze poi i nomi dei candidati governatori. E soprattutto il programma da presentare agli elettori.

Passi definiti, dunque, su cui nel Centrosinistra, ad esempio, si innesca anche una variabile che sembra quasi certa: il no alle primarie. Dopo anni in cui il Centrosinistra si era affidata a questo meccanismo di scelta democratica non solo per l’indicazione del candidato presidente della Regione ma anche per la scelta del segretario regionale del partito, i dem avrebbero deciso di escludere definitivamente questo strumento per la corsa alle regionali. Il nome del candidato presidente della Regione, quindi, secondo quanto sarebbe stato deciso, non verrà dalle primarie ma da una scelta - più o meno collegiale - tra i vertici dem e della coalizione.
Questo - secondo autorevoli fonti dem - per evitare «fratture tra correnti» che altrimenti ci sarebbero considerato che ogni anima del partito lavorerebbe per un suo candidato. Così come gli alleati della coalizione. Il meccanismo che si instaurerebbe, in definitiva, sarebbe quello dell’accentuazione delle divisioni (almeno fino alla scelta definitiva sul nome) più che una pacificazione di cui, invece, il Partito democratico avrebbe - secondo alcuni - bisogno.

Chiarito questo aspetto è evidente che i contatti vanno avanti per individuare un nome che possa tenere dentro l’intera coalizione. Nome che - come conferma il capogruppo dem Giuzio - potrebbe arrivare in tempi più o meno brevi.
Nel frattempo, ad agitare ulteriormente la acqua già mosse del Consiglio regionale c’è la dura presa di posizione del capogruppo di Fratelli d’Italia, Gianni Rosa, che ha chiesto un incontro con il presidente Santarsiero, dopo l’esclusione delle sue proposte di legge dalla «rosa» di quelle che il Consiglio punta ad approvare prima della fine della consiliatura. Inizialmente, infatti, la maggioranza aveva deciso di lasciare spazio alle pdl dell’opposizione. Ora, invece, sulle sei proposte complessive da approvare e finanziare con i 270mila euro disponibili solo tre sono state fatte da consiglieri di minoranza, mentre le altre sono riferibili a consiglieri della maggioranza. In più, nelle scelte la proposta di Rosa sulla sicurezza prima inserita è stata successivamente esclusa. Provocando la reazione del consigliere.

IL SONDAGGIO -  La Basilicata conferma l’onda grillina: M5S quasi al 40%, Centrodestra al 30% e Centrosinistra al 26,3%

Dieci punti di differenza ed una Basilicata che si confermerebbe «stellata». A spulciare nelle intenzioni di voto dei lucani il Movimento cinque stelle resta ad un passo dalla conquista della Regione. È il dato che emerge dall’ultimo sondaggio di «Bidimedia» sulle intenzioni di voto degli italiani. Rilevate il 30 ottobre scorso le preferenze di voto dei lucani confermano l’ondata grillina che tocca la Basilicata. In particolare, il Movimento cinque stelle sarebbe a quota 39 per cento. Con una distanza di nove punti dal Centrodestra che si assesta al 30 per cento. Terzo il Centrosinistra che è a quota 18, 9 per cento mentre la sinistra ottiene il 7,4 per cento. Naturalmente la proiezione riguarda le politiche ma è chiaro che in Basilicata la riflessione arrivano anche le regionali. In questo caso, ad esempio, in caso di coalizione unitaria tra Centrosinistra e sinistra la percentuale si sposta al 26,3 per cento. L’analisi, poi, riguarda tutte le regioni italiane e dimostra come il Movimento cinque stelle si sia consolidato - sempre secondo le intenzioni di voto nelle regioni del Sud, mentre il Centrodestra mantiene le regioni del Centro nord, ad eccezione del Trentino alto adige. Ora si tratta di capire se le percentuali saranno confermate anche con le indicazioni sui diversi candidati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400