Giovedì 18 Aprile 2019 | 16:48

NEWS DALLA SEZIONE

A potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
Nel Potentino
Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

 
Parco del Pollino
Il parco naturalistico «Viggianello Waterland» diventa realtà

Il parco naturalistico «Viggianello Waterland» diventa realtà

 
Stalking
Melfi, chiedeva sesso alla sua ex minacciando il «revenge porn»

Melfi, chiedeva sesso alla sua ex minacciando il «revenge porn»

 
La terra trema
Paura nella notte nel Potentino: scossa di terremoto di magnitudo 2.9

Paura nella notte nel Potentino: scossa di terremoto di magnitudo 2.9

 
Neo governatore
Regione Basilicata, arriva l'insediamento di Bari

Basilicata, Bardi insediato: è presidente della Regione

 
Sentenza
Potenza, abusò di minori in casa famiglia e clinica: condannato a 9 anni

Potenza, abusò di minori in casa famiglia e clinica: condannato a 9 anni

 
Il punto
Basilicata, 10 comuni ad alto rischio Radon

Basilicata, 10 comuni ad alto rischio Radon

 
Nel Potentino
Avigliano, principio d'incendio su scuolabus, salvi alunni

Avigliano, principio d'incendio su scuolabus, salvi alunni

 
Era senza patente
Melfi, sorvegliato speciale non rispetta l'alt: denunciato

Melfi, sorvegliato speciale non rispetta l'alt: denunciato

 
La manifestazione
Ritardi e disattenzioni: Coldiretti Basilicata scende in piazza

Ritardi e disattenzioni: Coldiretti Basilicata scende in piazza

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLe dichiarazioni
Ex Ilva, sindaco Taranto: «Esterrefatto da clima di semplificazione, come se problemi fossero risolti»

Ex Ilva, sindaco Taranto: «Esterrefatto da clima di semplificazione, come se problemi fossero risolti»

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
PotenzaA potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Doppia pubblicazione

Nuova legge elettorale, vecchia
resta in vigore: il pasticcio lucano

Con il sì alle modifiche ci si era dimenticati di abrogare le vecchia norma: correzione dopo la pubblicazione

Nuova legge elettorale, ma la vecchiaresta in vigore: il pasticcio lucano

Non c’è pace per la legge elettorale regionale. Dopo le spaccature nella maggioranza per la sua approvazione, dopo le osservazioni da parte del Governo che ha costretto il Consiglio regionale a modificarla, arriva anche la rettifica della pubblicazione sul Bollettino ufficiale regionale per la mancata abrogazione di una vecchia norma. Una questione tecnica non politica per la verità che ha costretto ad un cambio in poco più di un giorno.. Facendo pubblicare per ben due volte sul Bur la legge elettorale in meno di 24 ore.

Tutto parte dalle osservazioni che il Governo nazionale invia alla Regione, con cui chiede la modifica di quattro punti della legge elettorale, pena l’impugnativa da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il Consiglio regionale procede, cambia le norme, avvia anche una interlocuzione con il Governo per fare in modo che le modifiche siano condivise e martedì, non senza fibrillazioni politiche all’interno della maggioranza, approva le nuove norme. Insomma, la legge elettorale regionale sembra essere arrivata al traguardo definitivo. Manca solo la pubblicazione sul Bollettino ufficiale regionale che avviene il 3 ottobre 2018. Dovrebbe essere la chiusura definitiva della vicenda, ma così non è. Nella legge pubblicata non c’è traccia dell’abrogazione dell’articolo 25 recante la Norma Transitoria.

Così in vigore resta sia la vecchia norma sia quella appena modificata. Cosa sia accaduto è difficile da capire ( abbiamo provato a contattare sia il presidente Santarsiero sia il dg Tripaldi ma ieri erano assenti) . Un errore di natura procedurale, frutto della distrazione? Di certo, il risultato è una rettifica pubblicata - sempre sul Bur in meno di 24 ore. Evitando il passaggio in Consiglio sulla base dell’articolo 81 del Regolamento interno del Consiglio in cui vengono previste le correzioni ed il coordinamento formale. Con un semplice comma all’articolo 8 della legge elettorale regionale, dunque, la norma transitoria viene abrogata e la legge ripubblicata con tanto di avviso di rettifica. E con la speranza di molti che, questa volta, il capitolo legge elettorale venga definitivamente chiuso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400