Mercoledì 20 Febbraio 2019 | 19:15

NEWS DALLA SEZIONE

L'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
In Basilicata
Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

 
La nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 
Mobilità
Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
Nel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
Fotoreporter ferito
Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

 
L'invito
Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

 
«È un piano senza effetti»
Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

 
criminalità
Mafia lucana fa flop, per l'operazione «Iena» solo due condanne

Mafia lucana, flop per operazione «Iena»: solo 2 condanne

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeDurante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
AnalisiL'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
BatIl caso
Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

 
TarantoDecide il giudice del lavoro
Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

 
LecceNel mirino della criminalità
Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
FoggiaGuerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 
MateraUn 21enne materano
Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

 

A Potenza

«Chiedimi scusa», e picchia
un giovane in sala giochi

Arrestato un 27enne: accusava la vittima di averlo deriso

«Chiedimi scusa», e picchiaun giovane in sala giochi

POTENZA - Un uomo di 27 anni, di Potenza, sorvegliato speciale, è stato arrestato dalla Polizia con le accuse di lesioni aggravate e sequestro di persona, per aver picchiato un giovane dal quale pretendeva delle scuse sostenendo di essere stato deriso.

Il fatto è avvenuto in una sala di slot machine del rione Francioso. Nel locale vi erano sia l’arrestato sia il giovane picchiato, in compagnia di alcuni amici. Per motivi banali, l'uomo arrestato ha cominciato un alterco con il gruppo dei giovani e, sostenendo di essere stato deriso, ha tentato di colpire il giovane, che ha schivato il colpo. Allora l’uomo ha cominciato a terrorizzare gli avventori, minacciandoli di avere nell’auto una pistola.

Il giovane, vittima delle percosse, è stato fatto sedere al centro della sala e, continuando a pretendere le sue scuse, l’arrestato ha ordinato ai suoi amici di schiaffeggiarlo ogni volta che si rifiutava di fargliele. Tutti i giovani presenti, poi, sono stati privati del loro cellulare e il giovane ferito non ha potuto allontanarsi per farsi medicare se non dopo aver chiesto «pretestuosamente» scusa all’uomo. Quando il giovane ha potuto lasciare la sala ha presentato una denuncia alla Polizia, che ha avviato le indagini ascoltando i "molti testimoni» di un «grave episodio di prevaricazione, crudeltà e violenza bruta». Su richiesta della Procura della Repubblica, il gip di Potenza ha ordinato l’arresto dell’uomo, eseguito dalla Squadra mobile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400