Domenica 17 Febbraio 2019 | 08:53

NEWS DALLA SEZIONE

Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
Nel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
Fotoreporter ferito
Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

 
L'invito
Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

 
«È un piano senza effetti»
Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

 
criminalità
Mafia lucana fa flop, per l'operazione «Iena» solo due condanne

Mafia lucana, flop per operazione «Iena»: solo 2 condanne

 
Sollevamento pesi
A Dubai un lucano sul tetto del mondo: vince la coppa paralimpica

A Dubai un lucano sul tetto del mondo: vince la coppa paralimpica

 
Verso le regionali
Basilicata, Arbia (Sms) annuncia: «Mi candido a Presidenza Regione»

Basilicata, Arbia (Sms) annuncia: «Mi candido a Governatore»

 
La visita
Premier Conte l'11 a Potenza per il Piano di sviluppo

Premier Conte l'11 a Potenza per il Piano di sviluppo

 
I 25 anni di Dookie
Green Day: Billie Joe vuole festeggiare a Viggiano?

Green Day: Billie Joe vuole festeggiare a Viggiano?

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
BariL'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Operazione dei Cc

Potenza, blitz antidroga
sei persone ai domiciliari

Le ordinanze emesse dal gip nell'ambito di una operazione di contrasto al traffico di stupefacenti nel capoluogo lucano e in provincia

Sei persone sono state arrestate e poste ai domiciliari dai Carabinieri della Compagnia di Potenza nell’ambito dell’operazione antidroga coordinata dalla Procura della Repubblica del capoluogo lucano e denominata «Restaurant». Gli arresti - secondo quanto si è appreso - sono stati eseguiti nelle province di Potenza, Bologna e Vicenza.

Le indagini hanno permesso di accertare «diversi episodi di spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare - è sottolineato in un comunicato diffuso dalla Procura potentina - cocaina, eroina e metadone, commessi tra il 2016 e il 2017 a Potenza, Avigliano, Picerno e Ruoti (Potenza)». Il nome scelto per l’operazione, «Restaurant», deriva dalle espressioni utilizzare dalle sei persone arrestate per indicare la droga («pesce» per la cocaina, «carne» per l’eroina) e gli incontri da effettuare per lo smercio di droga ("ci dobbiamo prendere il caffè dopo mangiato").

GLI ARRESTATI - Le persone arrestate sono Gaetano Romanato, di 24 anni, di Salerno; Massimiliano Rosa (34), Vito Corbo (35), Fabio Lettieri (40), Sergio Spera (51) e Giuseppe Calabrese (39), tutti di Potenza.
Secondo quanto ricostruito dagli investigatori dell’Arma, Romanato, residente a Salerno e ora domiciliato in Veneto, forniva la droga ai potentini durante incontri fissati nella città campana o in altri comuni della stessa provincia (Eboli, Contursi, Pontecagnano, Campagna e Battipaglia). Le dosi venivano poi vendute nel Potentino a prezzi tra i 20 e i 50 euro ciascuna

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400