Domenica 26 Settembre 2021 | 13:51

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

matera

Piano triennale anticorruzione
«Sanzioni al sindaco dall'Anac»

De Ruggieri smentisce e vuota il sacco su Adduce

Piano triennale anticorruzione «Sanzioni al sindaco dall'Anac»

MATERA - Apre un altro fronte di polemiche a livello politico tra il Pd e l’Amministrazione comunale la notizia, rimbalzata da fonti dell’opposizione, secondo la quale l’Autorità nazionale anti corruzione, presieduta da Raffaele Cantone, avrebbe sanzionato sindaco e assessori del Comune per inadempimenti nella redazione e approvazione, entro il 31 gennaio 2016, del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2016-2018.

«Falso – replica il sindaco, Raffaello De Ruggieri –. Ad oggi sono state rispettate tutte le prescrizioni dell’Anac. È in corso una procedura di accertamento per la non completezza del Piano triennale della corruzione e del Piano triennale per la trasparenza, nel senso che non sono stati attualizzati gli elementi alla base di questi due programmi. Si tratta di schemi e di formalità che sono propedeutiche alla definizione della trasparenza degli atti. Il Comune ha 30 giorni di tempo per chiarire l’oggetto dei rilievi».

Al contrario, Salvatore Adduce, capogruppo del Pd, sostiene che «l’Anac ha sanzionato il sindaco e ciascuno dei nove assessori, per inadempimento, della somma di 1500 euro». L’ex sindaco commenta in una nota che «non sono bastati i nove assessori comunali, uno staff fatto da più soggetti superpagati, i dirigenti comunali prescelti per assicurare al sindaco la redazione e l’approvazione entro il 31 gennaio 2016 del Piano di prevenzione della corruzione per il triennio 2016-2018. La violazione contestata dall’Anac, anche se punita con una sanzione non elevata, costituisce l’ennesimo esempio dell’inefficienza e dell’approssimazione che caratterizza questa amministrazione. È il caso di ricordare – conclude Adduce – che l’anticorruzione è anzitutto un valore etico, un modo concreto per migliorare e rendere più efficiente la macchina comunale nel suo complesso, in base a criteri di trasparenza e onestà, riducendo costi e tempi, migliorando la qualità nell’erogazione dei servizi ai propri concittadini; uno sforzo culturale che assume una valenza ancora più significativa nell'ottica della organizzazione complessiva che l’Amministrazione comunale dovrebbe avere per presentarsi all’altezza della designazione a capitale europea della cultura 2019. Ma che la amministrazione De Ruggieri non sarà mai in grado di fare».

Il sindaco ribalta le accuse e liquida come letteralmente «inventata» la sanzione. «È frutto di uno strabismo provocatorio. Adduce – stuzzica De Ruggieri – si rivela un nuovo padre Zappata, perché predica bene e razzola male. Segnala il fuscello nel mio occhio e ignora la trave che investe il suo. Poiché si vuole arroventare il clima politico della città, e io non posso più tollerare gratuità e pesantezze di attacchi, a giorni segnalerò alla comunità materana non procedure di indagini, ma risultati di indagini compiuti da funzionari del Mef (Ministero dell’Economia e finanza, ndr) sulle inadempienze ufficiali del precedente governo cittadino». [em.ol.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie