Domenica 02 Ottobre 2022 | 12:15

In Puglia e Basilicata

mobilità urbana

Potenza, si cambia: da ottobre trasporti urbani affidati a Miccolis

Matera bus miccolis

Procedura emergenziale di affidamento diretto in attesa della gara unica regionale

02 Settembre 2022

Giovanna Laguardia

POTENZA - Il Comune di Potenza ha completato le procedure per «l’affidamento diretto in via emergenziale, della concessione del servizio di trasporto pubblico locale», in attesa dell’espletamento della gara unica regionale. Il servizio è stato affidato «nel rispetto del mantenimento della percorrenza chilometrica attuale e del costo del servizio, alla ditta Miccolis Spa».

La relativa determina è stata pubblicata il 31 agosto scorso sull’albo pretorio del Comune. Nel documento è specificato che «l’affidamento del servizio avrà una durata massima di 24 mesi», «ferma restando la eventuale risoluzione anticipata del contratto in caso di conclusione della procedura di gara da parte della Regione Basilicata per l’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale, del lotto di gara comprendente il territorio della città di Potenza e relativo subentro del nuovo gestore». Il Comune di Potenza verserà al nuovo gestore un corrispettivo di 6.650.000 euro Iva compresa, suddivisi tra quest’ultimo scorcio del 2022 e le prossime due annualità.

La ditta Miccolis Spa prenderà in mano le redini del servizio di trasporto pubblico a Potenza dal primo ottobre prossimo. Nelle more, il Comune ha predisposto «la prosecuzione in via emergenziale del servizio in concessione del trasporto pubblico a Potenza, al fine di evitare il pericolo di interruzione», fino al 30 settembre. L’affidamento alla Miccolis mette un punto fermo nella questione dell’affidamento del servizio di trasporto pubblico, dopo le critiche sollevate negli ultimi mesi sia da parte sindacale sia dall’opposizione in consiglio comunale, per le reiterate «imposizioni d’obbligo di prosecuzione del servizio» all’attuale gestore.

In vista del cambiamento, i sindacati dei trasporti di Uil, Faisa Cisal e Ugl hanno chiesto un incontro al sindaco Guarente «per conoscere le modalità e affrontare il cambio di appalto nei tempi e nei modi dovuti». L’incontro è stato fissato per il 5 settembre prossimo. «Con questo atto - commentano i sindacati - speriamo che si risolvano gli annosi problemi che hanno riguardato sia i lavoratori sia i cittadini di Potenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725