Domenica 14 Agosto 2022 | 23:27

In Puglia e Basilicata

Turismo a rilento

Basilicata, in calo le prenotazioni per le vacanze, si spera nel last minute

Basilicata, in calo le prenotazioni per le vacanze, si spera nel last minute

Crisi economica e Covid condizionano pesantemente i viaggiatori

03 Agosto 2022

Donato Mastrangelo

Prenotazioni ben al di sotto delle aspettative ed operatori economici che ripongono le speranze negli arrivi last minute. Il turismo d’arte e balneare sembra segnare il passo nelle ultime settimane rispetto ai dati certamente più confortanti dello stesso periodo dello scorso anno.

Caro vita, con l’inflazione galoppante e gli aumenti vertiginosi del carburante e l’incertezza legata ancora alla pandemia, sono i fattori che condizionano ancora i viaggiatori.

È quanto denunciano gli addetti ai lavori rispetto ad una tendenza che si riflette tanto sulle città d’arte e, nella fattispecie Matera, tanto sulla costa metapontina dove si riversano i visitatori attratti in primo luogo dal mare ma anche dai siti archeologici.

«I numeri - dichiara Tommaso Mariani, presidente del CAM, Il Consorzio Albergatori Matera - non sono quelli dello scorso anno. Se a luglio si è registrato il ritorno dei turisti stranieri non altrettanto si può dire per le presenze riconducibili al turismo di prossimità. Per quanto riguarda le prenotazioni relative al mesi di agosto, invece, riscontriamo una flessione piuttosto consistente. Ad incidere negativamente sulle presenze c’è in primo luogo il costo dei carburanti. A questo si aggiunge poi una sorta di incertezza legata ancora al Covid. A tal proposito devo rilevare che abbiamo ricevuto parecchie disdette proprio nei giorni che precedevano l’arrivo dei nostri clienti». Nostante lo scenario in chiaroscuro Mariani propende a guardare il bicchiere mezzo pieno. «Resto fiducioso perché credo che molti turisti arriveranno con le prenotazioni last minute considerando pure che ci potrebbe essere, come accade ogni anno un effetto trascinamento dal Salento. Solitamente chi è in vacanza in quei luoghi della Puglia propende per una tappa a Matera dove ci si ferma anche un paio di giorni».

Anche il settore extralberghiero segnala un decremento delle presenze nella stagione estiva. «Nella mia struttura - afferma Guido Galante, presidente dell’associazione B&B Matera - se prima le camere erano occupate al 98 per cento adesso lo sono al 25 per cento. Al momento posso dire che non ci sono prenotazioni per il mese di agosto, mentre lo scorso c’era il pienone e si lavorava bene già a partire dalla prima settimana. Che dire, aspettiamo che ci possano essere degli arrivi all’ultimo momento. Purtroppo la situazione economica non aiuta tante famiglie a poter programmare con serenità il proprio viaggio. Va detto pure - prosegue il presidente dell’associazione B&B - che andrebbe strutturata una programmazione maggiormente efficace per portare i turisti a Matera anche in questo periodo. Recentemente sono stato a Galway, Capitale europea della cultura nel 2020. Ho visto per strada tantissimi turisti ed ho constatato la presenza di un cartellone ricco di spettacoli che a luglio si concretizza con l’Arts Festival, un festival a cielo aperto, tra letteratura, teatro ed altri eventi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725