Domenica 26 Giugno 2022 | 07:16

In Puglia e Basilicata

il caso

Mafia, decisa misura «preventiva» per azienda del Materano

prefettura di matera

La Prefettura di Matera

Opera nel settore dell’estrazione e trasporto di inerti

21 Giugno 2022

Redazione online

MATERA - Un’azienda del Materano che «nel corso della sua vita economica si è trovata ad avere a che fare con organismi già interdetti e vettori di rapporti economici con imprese mafiose», ha ricevuto oggi dal prefetto di Matera, Sante Copponi, una misura di «prevenzione collaborativa».

Il provvedimento - secondo quanto reso noto dalla stessa prefettura - è il primo del genere in Basilicata. La società interessata - che opera nel campo dell’estrazione, fornitura e trasporto di terra e materiali inerti ed è attiva negli appalti per bonifiche di aree a rischio idrogeologico - potrà continuare ad operare nel suo settore ma dovrà «adottare modelli aziendali orientati all’autoaccreditamento della propria affidabilità imprenditoriale». Le comunicazioni sulla sua «vita economica ed imprenditoriale consentiranno ai componenti del gruppo interforze antimafia per la provincia di Matera di monitorare il suo comportamento operativo, escludendo in tal modo che possa essere oggetto di infiltrazione mafiosa». Si tratta - ha spiegato la prefettura - di permettere all’azienda «di sviluppare i necessari anticorpi senza compromettere definitivamente la sua esistenza economica e il correlato interesse pubblico alla celere realizzazione di opere e fornitura di servizi»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725