Domenica 26 Settembre 2021 | 00:34

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

anti Covid-19

Coronavirus, fase 2: «app» materana monitorerà i lavoratori

Realizzata da Applica s.r.l. viene sperimentata in Piemonte

App per covid19

MATERA - Parte dal Piemonte la prima sperimentazione nazionale di app anti Covid-19 per il monitoraggio clinico e la tracciabilità delle interazioni tra cittadini e lavoratori. A realizzarla, sul modello già applicato positivamente in Corea del Sud, è stata una società materana fondata da giovani ricercatori lucani. Si tratta di Applica srl, società partecipata del “Gruppo Ponzio Spa”, che l’ha messa a punto in collaborazione con il centro nazionale di eccellenza Crs4 di Cagliari.

«Il modello - dice Massimo Galante, direttore operativo e socio fondatore di Applica - è stato realizzato nell’ambito del progetto “Rientro da Covid-19”, che propone una metodologia integrata per la creazione di un sistema di monitoraggio in tempo reale delle persone. Il sistema distingue i soggetti contagiati, quelli potenzialmente infetti e quelli negativi, permettendo così, in abbinamento con le altre misure governative, il riavvio delle aziende e il rientro graduale e controllato alle normali attività sociali». Il progetto riprende l’esperienza della Corea del Sud con l’utilizzo coordinato di tecnologie informatiche, tamponi e test validati, integrandoli con strumenti di analisi e diagnostica clinica, protocolli di azione, proposte normative e l’impiego dell’intelligenza collettiva. «Il modello sistemico - dice l’ing. Giuseppe Disimino, che lo ha messo punto - consente di capire la distribuzione del contagio nella popolazione, rintracciare immediatamente le potenziali persone a rischio, ridurre di volta in volta la popolazione che necessita di essere testata e fornire informazioni utili per scopo scientifici. Ciò consentirà la riapertura delle attività per far ripartire imprese e amministrazioni pubbliche in modo pieno».
La prima fase della sperimentazione verrà seguita da un gruppo di lavoro coordinato da top manager della University Chicago Booth School of Business, con la partecipazione di giovani imprenditori dell'Unione Industriali di Torino, Confapi e Aniem. La start-up Applica è stata fondata nel 2010 dai due ricercatori materani Massimo Galante e Bruno Fortunato.

«Ci teniamo a sottolineare la nostra componente “local” - dice Bruno Fortunato, responsabile tecnico ed anche socio fondatore di Applica - perché la ricerca di alto livello ha messo radici anche da queste parti. E un grande gruppo abruzzese come “Ponzio Spa”, leader europeo nel settore dell’alluminio, nel 2019 ha deciso di entrare nella componente societaria di Applica con la sua società “Dimensione solare srl”». La società materana occupa 25 addetti tra ingegneri, programmatori e commerciali, sviluppa soluzioni tecnologiche per grossi player internazionali tra i quali Igt, Unicredit Bank e Samsung Italia. Sempre nell’ambito Covid-19, Applica è impegnata nella realizzazione di dispositivi intelligenti per il monitoraggio continuo di salute, protezione e distanza nei luoghi di lavoro e attività commerciali. Sono state realizzate telecamere intelligenti dotate di hardware e software adatte all’image processing che, combinando algoritmi per tracking di oggetti, algoritmi matematici e reti neurali addestrate, riescono a rilevare la presenza e la precisa distanza delle persone e dell’effettivo utilizzo di dispositivi di protezione anti- Covid. Strumenti che, con l’ausilio di termocamere, possono rilevare anche la temperatura agli ingressi di uffici, fabbriche, negozi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie