Mercoledì 22 Settembre 2021 | 08:26

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Centro storico

Matera, un bando per gli esercizi di vicinato

Nei Sassi il Comune assegnerà diciassette immobili in locazione e da ristrutturare

Matera, un bando per gli esercizi di vicinato

MATERA - Rivitalizzare i rioni Sassi con l’apertura di piccole attività. Non solo avranno la funzione di attrattore turistico, ma aiuteranno a rafforzare l’offerta complessiva degli antichi rioni tufacei.
Con questo scopo è stato pubblicato sul sito del Comune di Matera, il bando per l’assegnazione di locali destinati ad ospitare “esercizi commerciali di vicinato” nei Rioni Sassi. In tutto 17 immobili demaniali che saranno assegnati per 30 anni attraverso un bando pubblico presentato ieri mattina nella Sala Mandela. I locali, di grandezza variabile (dai 18 ai 120 metri quadrati) sono dislocati in via Buozzi, in via San Bartolomeo, in via Sant’Angelo, in via Madonna delle Virtù e in via Fornaci Vecchie e saranno destinati ad ospitare piccole attività operanti nei settori dell’arredamento, dei viaggi, dell’ antiquariato, degli audiovisivi, degli articoli religiosi, dell’ottica e della merceria, della vendita di libri, di giornali fino alle gallerie d’arte. Non ci sarà spazio invece per attività legate alla vendita di generi alimentari, bevande e fast food.
Possono partecipare al bando, ha spiegato
l’assessora comunale al ramo Angela Fiore - «soggetti che non siano già titolari di sub-concessioni o che abbiano occupato abusivamente immobili nei Sassi. Non è richiesta da subito l’iscrizione ai registri della Camera di commercio, ma devono dichiarare la disponibilità ad iscriversi nei 30 giorni successivi all’esito del bando. Gli interessati dovranno far pervenire la documentazione richiesta entro 60 giorni a partire dalla data di pubblicazione del bando. Nei successivi 30 giorni la

Commissione aggiudicatrice assegnerà i punteggi e stilerà la graduatoria.
Tutte le informazioni sono contenute nel bando pubblicato sul portale internet del Comune di Matera, nella sezione bandi e avvisi. Sarà possibile ricevere informazioni direttamente dal personale dell’Ufficio Sassi nelle giornate di martedì e giovedì, dalle 11 alle 12.30 e visionare gli immobili accompagnati da un funzionario comunale».
L’aspetto innovativo dell’operazione, «è l’utilizzo di un bando pubblico per assegnare i locali- ha sottolineato Angelo Bianco presidente della Commissione consiliare- questo ci permetterà di valutare le proposte progettuali ed anche di rivitalizzare i rioni Sassi con l’apertura di esercizi di vicinato, per favorire l’insediamento di attività che, svolgendo anche una funzione sociale, sono in grado di coniugare le esigenze legate alla crescita economica a quelle di rivitalizzazione degli antichi rioni».
Per partecipare al bando non ci sono limiti di età. Possono presentare domanda tutti i cittadini, italiani e stranieri che rispondano ai requisiti richiesti e che possano supportare le spese di ristrutturazione dell’immobile.
«Le linee guida sono fornite dalla legge 771 dell’86 sui Rioni Sassi - ha sottolineato il consigliere Mario Morelli - ma ciò che viene richiesto ulteriormente, è l’inserimento, come documento obbligatorio da allegare alla domanda di partecipazione, di una nota rilasciata da un istituto di credito che attesti la capacità finanziaria del partecipante per la esecuzione delle opere di recupero dell’unità immobiliare indicata nella proposta progettuale. La polizza fideiussoria- prosegue il consigliere Morelli- sarà svincolata con la comunicazione di inizio attività commerciale trasmessa al competente Suap. Crediamo con questa disposizione di poter raggiungere l’obiettivo che l’Amministrazione comunale si è prefissata ,che è quello di riqualificare e ripopolare immobili e vicinati dei Sassi attualmente in stato di abbandono».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie