Venerdì 17 Settembre 2021 | 02:07

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

a scanzano jonico

Riapre la spiaggia divorata dall’erosione

«Il “Ciringuito del sol” non molla». Lo ha detto Giuseppe “Pippo” Corrado, titolare dell’unico lido attrezzato rimasto sulla spiaggia di Terzo Madonna, sulla sponda sinistra della foce del fiume Agri, aggredita da un rovinoso fenomeno erosivo

Spiaggia Chiringuito a Scanzano

SCANZANO JONICO - «Abbiamo riaperto. Lo abbiamo fatto con tanti sacrifici ma l’insegna del mio stabilimento balneare è stata riposizionata al suo posto. Il “Ciringuito del sol” non molla». Lo ha detto Giuseppe “Pippo” Corrado, titolare dell’unico lido attrezzato rimasto sulla spiaggia di Terzo Madonna, sulla sponda sinistra della foce del fiume Agri, aggredita da un rovinoso fenomeno erosivo. Una riapertura che l’imprenditore turistico aveva già annunciato alla Gazzetta il 21 febbraio scorso quando l’impresa sembrava disperata. Le mareggiate, infatti, avevano dato il “colpo di grazia” alla spiaggia su cui, sino a qualche anno fa, operavamo ben tre strutture similari. Il Comune, infatti, aveva impedito il traffico su tutto il nastro d’asfalto parallelo alla spiaggia poiché alcuni tratti del bitume del parcheggio della rotonda centrale erano penzoloni sull’arenile. La furia delle onde aveva demolito il pesante muro di contenimento in cemento armato dell’asse viario. Ed erano visibili, altresì, tratti pericolosamente scoperti degli impianti elettrici ed idrici. Anche il piazzale del “Ciringuito del sol” era stato completamente distrutto.

«Ma noi non ci arrendiamo - disse Corrado -. Ricostruiremo il piazzale, gli impianti e riapriremo. Io sono fiducioso. Per noi è un piacere fare questo lavoro». E così, è stato. Già ieri il lido era aperto con, nonostante il tempo incerto, qualche bagnante. Ovviamente, il divieto di accesso è stato rimosso. Un nastro catarifrangente, posizionato con grossi blocchi di cemento, impedisce il transito a mezzi e persone nelle zone divorate dall’erosione. Ma ecco ancora Corrado: «Qui era tutto un disastro. Possiamo dire, però, nonostante le spese in più, di avercela fatta con l’aiuto di alcune persone e collaboratori che mi stanno vicino. Lo Jonio, infatti, ci ha restituito una ventina di metri di arenile dove abbiamo posizionato 80 ombrelloni. Contiamo di lavorare bene. Tante, infatti, le telefonate che ci arrivano. Alcune per chiedere se la spiaggia fosse ancora sotto divieto dato che avevano visto le foto su internet. Terzo Madonna, invece, da oggi, è, come potete vedere, libera ed accessibile. Chi vuole venire a trascorrere giornate tranquille con la famiglia al mare può farlo. E faremo anche almeno due serate musicali di intrattenimento. Lo ripeto: noi non ci arrendiamo. Sarà una bella estate 2018. Nonostante tutto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie