Lunedì 18 Marzo 2019 | 19:24

NEWS DALLA SEZIONE

Battuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 
Suonando il clacson
Lecce: mette in fuga 2 uomini che stavano pestando un terzo, eroica docente universitaria

Lecce: mette in fuga 2 uomini che stavano pestando un terzo, eroica docente universitaria

 
La sentenza
Gallipoli, parcheggio stadio a società calcio senza gara: condannato ex sindaco

Gallipoli, parcheggio stadio a società calcio senza gara: condannato ex sindaco

 
Le primarie
Lecce, corsa a tre nel centrodestra per la candidatura a sindaco: si vota fino alle 21

Lecce, corsa a tre nel centrodestra per la candidatura a sindaco: voto sino alle 21

 
Sulla circonvallazione
A fuoco negozio di articoli per le feste, paura a Lecce nella notte

A fuoco negozio di articoli per le feste, paura a Lecce nella notte

 
I dati del 2018
Lecce, più sentenze che ricorsi: «Ma mancano i magistrati»

Lecce, al Tar più sentenze che ricorsi: «Ma mancano i magistrati»

 
Il furto
Lecce, rubati mezzi per centinaia di migliaia di euro a una ditta: trovati nel Foggiano

Lecce, rubati mezzi per centinaia di migliaia di euro a una ditta: trovati nel Foggiano

 
Batterio killer
Xylella, la protesta di Coldiretti Puglia con i trattori a Lecce

Xylella, la protesta di Coldiretti Puglia con i trattori a Lecce: «Di Gioia dimettiti»

 
sos dal salento
Xylella a Lecce, Minerva scrive a Conte ed Emiliano

Xylella a Lecce, Minerva scrive a Conte ed Emiliano

 
In Salento
Matita appuntita sulla sedia in classe, studente operato

Matita appuntita sulla sedia in classe, studente operato

 
Il caso
Tre infarti e un'emorragia: in Veneto 34enne salentina muore dopo il parto

Tre infarti e un'emorragia: in Veneto 34enne salentina muore dopo il parto

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Bari, l'attesa è finalmente finitaparte il rush finale del campionato

Bari, l'attesa è finalmente finita
parte il rush finale del campionato

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Il caso

Gallipoli, il sindaco a il giallo
argentino. «Arrestato». «Falso»

Il caso sollevato dal deputato di Forza Italia, Sisto.

Concorso comandante vigili indagato sindaco di Gallipoli Minerva: «E' un atto dovuto»

Giuseppe Albahari

GALLIPOLI - Riflettori accesi, da ieri, su di una partita di caccia del sindaco Stefano Minerva svoltasi nel giugno scorso nella pampa argentina intorno a Buenos Aires. Ciò in forza di un’interrogazione che il deputato Francesco Paolo Sisto (FI) ha indirizzato al ministro dell’Interno Marco Minniti. Chiede di conoscere se sia al corrente che «a giugno Minerva è stato arrestato in Argentina per tentato contrabbando di specie protette di animali» e se intenda valutare «la sussistenza dei presupposti per sospenderlo dalle funzioni di sindaco».

La smentita dell’arresto da parte del primo cittadino è stata tempestiva e categorica e corredata della sentenza, depositata il 20 ottobre, del «Tribunale penale economico nazionale» argentino. Si evince che la denuncia è stata archiviata «perché il fatto non costituisce reato»; ma anche, e l’interessato lo rimarca, che «i fatti oggetto dell’indagine non ledono il buon nome e l’onorabilità di Stefano Minerva».

Dalla premessa all’interrogazione, si evincerebbe che il sindaco fu fermato per presunto contrabbando di specie animale protetta, che può ipotizzarsi essere l’armadillo; che gli furono requisiti 3mila euro; che il fermo fu convalidato in arresto; che fu scarcerato dietro cauzione e previa emissione d’un decreto che gli vietava di lasciare il Paese. In realtà, nessuno notò alcun ritardo nel ritorno del sindaco; che infatti spiega: «Tutto è nato da un malinteso della polizia aeroportuale che, durante i controlli di routine, ha erroneamente creduto che tra la selvaggina cacciata vi fossero anche delle specie protette. Per questo sono stati fatti dei controlli che hanno procurato dei danni al sottoscritto, visto che ho dovuto rinunciare al volo prenotato per potere consentire che tutte le verifiche del caso venissero espletate. Quindi, non vi è stato nessun arresto e la stessa autorità giudiziaria argentina ha riconosciuto l’atteggiamento collaborativo del sottoscritto, evidenziando che non vi erano ipotesi di reato e che le specie cacciate («peludo», specifica il magistrato argentino, n.d.r.) non erano in via di estinzione o comunque protette».

Da una parte, quindi, la versione-Sisto, il quale indica nella valutazione dei fatti chiesta al ministro un’esigenza politica «senza acrimonia»; dall’altro la replica di Minerva, che conclude: «Spiace che la politica si occupi di questioni che non hanno alcuna valenza giuridica e giudiziaria e sottraggono tempo ai problemi che riguardano la collettività».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400