Sabato 23 Febbraio 2019 | 07:55

NEWS DALLA SEZIONE

Salento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
Il progetto
Lecce, i detenuti riparano barca migranti: sarà usata da ragazzi "difficili"

Lecce, i detenuti riparano barca migranti: sarà usata da ragazzi "difficili"

 
La scoperta della Gdf
Lecce, maxi frode fiscale di oltre 12 mln con gli imballaggi: 3 arresti

Lecce, maxi frode fiscale da 14 mln: 3 arresti, tra cui noto imprenditore di Presicce VD

 
Il fenomeno
Bullismo a Lecce, rafforzati i controlli nel centro della movida

Bullismo a Lecce, rafforzati i controlli nel centro della movida

 
La decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
Nel Salento
Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

 
Il caso
Maglie, lavaggio troppo energico danneggia antica fontana

Maglie, lavaggio troppo energico danneggia antica fontana

 
Il caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
Nel mirino della criminalità
Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

 
Componente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
In via Milizia
Scritte su sede Movimente 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

Scritte su sede Movimento 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaVerso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
LecceSalento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
BariLa sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
HomeIl siderurgico
Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

 
BrindisiFurto in casa
San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: denunciati n 2

San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: 2 denunciati 

 
GdM.TVGli arresti della Polizia
Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

 
MateraSfruttamento
Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

 
FoggiaAtti vandalici
Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

 

trasporto urbano

Lecce, bruciati
23 milioni per il filobus»

Il sindaco: «Vogliamo togliere pali e fili al minor costo possibile per il Comune»

Lecce, bruciati 23 milioni per il filobus»

«Per il filobus sono stati bruciati 23 milioni di euro di risorse pubbliche». Il sindaco Carlo Salvemini ribadisce le ragioni per le quali il 5 ottobre prossimo andrà a Roma, dal ministro per le Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio, per valutare i termini per lo smantellamento di pali e fili.

«L’avevamo annunciato nei mesi scorsi - dice il primo cittadino - l’abbiamo anticipato durante gli Stati generali della mobilità sostenibile: andremo al ministero dei Trasporti, a Roma, per discutere della rimozione del filobus».

Con quali argomenti l’amministrazione leccese si presenterà al Governo? «Ribadiremo le ragioni d’interesse pubblico che motivano questa richiesta - spiega Salvemini - È stato progettato (il filobus, ndr) su previsioni di traffico passeggeri totalmente false, poichè trasporta 650 passeggeri al giorno contro i 15mila previsti. Inoltre, non ha nessun collegamento con la rete ferroviaria; non serve i comuni limitrofi; comporta ogni anno oneri aggiuntivi rispetto al servizio bus pari a circa un milione di euro». «Un fallimento con il quale ci confrontiamo quotidianamente» aveva detto nei giorni scorsi, durante la Settimana europea della mobilità.

Ecco perchè, sostiene il sindaco, «su questi presupposti sono stati bruciati 23 milioni di euro di risorse pubbliche, di cui gran parte ministeriali». i questi, sette sono stati a carico del Comune.

Salvemini non può fare a meno di ricordare che, oltretutto, «pende l’ipotesi corruttiva, come da processo in corso, secondo la quale l’opera è stata pensata e voluta per dare vantaggio ad alcuni e non alla cittadinanza».

«Di tutto questo parleremo con il Ministro Delrio il 5 ottobre - rimarca - Vogliamo togliere pali e fili al minor costo possibile per il Comune».

La rimozione del filobus rientra nel progetto di un nuovo assetto della mobilità urbana previsto dall’amministrazione comunale, partendo proprio dalla riorganizzazione del trasporto pubblico. Di questo ha parlato alla Gazzetta, nei giorni scorsi, in un’intervista, Ernesto Mola, esponente di «Idea per Lecce» e presidente della Commissione Trasporti a Palazzo Carafa, il quale è convinto della possibilità di sovvertire i termini di una mobilità ancora oggi fortemente sbilanciata in favore delle auto. Un dominio delle quattro ruote che si stenta a ridimensionare e che rivela una contraddizione di fondo proprio nella gestione combinata fra i sistemi di una sosta remunerativa e di un trasporto insufficiente, segnato da un quadro finanziario deficitario.

«Avvieremo la scommessa investendo di più sul servizio pubblico» ha assicurato Mola. [e.t.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400