Martedì 26 Maggio 2020 | 09:21

NEWS DALLA SEZIONE

Il rilancio del turismo
OTRANTO

La bellezza di Otranto d'estate in totale sicurezza: lo spot con Lele Spedicato

 
Festa
VIDEO EMMA MARRONE

Buon compleanno Emma Marrone: e si canta da sola il «Tanti auguri»

 
ripartenza
Fase 2, è via libera, ma in Salento riapre solo un lido a Gallipoli

Fase 2, è via libera, ma in Salento riapre solo un lido a Gallipoli Pulsano, sindaco rinvia apertura spiagge libere

 
L'INTERVISTA
Lecce, parla il questore: «Giovani indisciplinati, potenzieremo i controlli»

Lecce, parla il questore: «Giovani indisciplinati, potenzieremo i controlli»

 
Sanità
Ospedale di S. Giuseppe

Copertino, parte domani la rinascita dell’ospedale Greco

 
In Salento
Andrano, sub 28enne si immerge per battuta di pesca e scompare: scattano le ricerche

Tragedia ad Andrano, sub 28enne si immerge per battuta di pesca e scompare: ritrovato morto

 
La foto virale
Magico, nel porto di Castro le barche non galleggiano, volano

Magico Salento, nel porto di Castro le barche non galleggiano, volano

 
La decisione
Fase 2 a Lecce, troppi pedoni per strada e allora si chiudono le strade

Fase 2 a Lecce, troppi pedoni per strada e allora si chiudono le strade

 
Il processo
Gabriele Manca

Lizzanello, in tre rischiano l’ergastolo per l’omicidio del 21enne Manca

 
Nel salento
Otranto e Gallipoli, Lidi balneari: pronti, via Lunedì le prime aperture

Fase 2, a Otranto e Gallipoli lidi balneari pronti: al via lunedì le prime aperture

 
La lettera
Strage Capaci, la sorella di Montinaro caposcorta di Falcone: «Tuo esempio è mio impegno»

Strage Capaci, la sorella di Montinaro, caposcorta salentino di Falcone: «Tuo esempio è mio impegno»

 

Il Biancorosso

SERIE C

Il Bari vuole e prepara lo sprint. L’eventuale stop fa meno paura

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggianel foggiano
San Severo, blitz dei cc: arresti per usura ai danni di un imprenditore, perquisizioni per armi e droga

Blitz cc a San Severo: usura, armi e droga, arresti e perquisizioni

 
BariL'intervista
Bari, parla Decaro, un anno da sindaco: «Ma il virus ha cambiato tutto»

Bari, parla Decaro, un anno da sindaco: «Ma il virus ha cambiato tutto»

 
PotenzaL'ordinanza
Coronavirus in Basilicata, Bardi riapre da domani palestre e piscine

Coronavirus in Basilicata, Bardi riapre da oggi palestre e piscine

 
TarantoLa provocazione
Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

 
BrindisiSanità
Ospedale Ostuni, finiti i lavori a Chirurgia generale: restyling prosegue

Ospedale Ostuni, finiti i lavori a Chirurgia generale: restyling prosegue

 
LecceIl rilancio del turismo
OTRANTO

La bellezza di Otranto d'estate in totale sicurezza: lo spot con Lele Spedicato

 
Batnella bat
Bisceglie, la polizia lo pizzica mentre nasconde tre kg di marijuana in garage: arrestato 26enne

Bisceglie, la polizia lo pizzica mentre nasconde tre kg di marijuana in garage: arrestato 26enne

 

i più letti

scomparve ad ugento

Roberta Martucci
18 anni dopo
c'è una nuova pista

Si accende il faro su alcune persone che avevano familiarità con la ragazza

Roberta martucci

di Pierangelo Tempesta

UGENTO - «Si torni a indagare sulla scomparsa di Roberta Martucci». La famiglia della 28enne di Torre San Giovanni scomparsa nel nulla la sera del 20 agosto 1999 chiede alla Procura la riapertura del caso. L’istanza è stata depositata a firma dell’avvocato Carlo Grasso e delle criminologhe Roberta Bruzzone e Isabel Martina.

Le indagini, coordinate sin dall’inizio dal pm Elsa Valeria Mignone, sono state chiuse una prima volta nel 2001, riaperte nel 2005 e archiviate nuovamente nel 2015. Ora la Procura potrebbe decidere di riaprire il fascicolo sulla base degli aspetti evidenziati dal team di difensori. Scenari che la criminologa Isabel Martina definisce inediti. «Lavoriamo su questo caso da due anni - spiega la professionista - e abbiamo analizzato tutti i fascicoli. Fino ad ora le indagini si sono concentrate prevalentemente sulle amiche di Roberta. Invece crediamo che ci si debba indirizzare su una nuova pista, finora mai battuta dalla Procura: quella riguardante alcune persone che avevano particolare familiarità con Roberta e che conoscevano le sue amicizie e le sue abitudini». Per la criminologa, non è escluso che ci possano essere stati dei tentativi di depistaggio: «La Fiat Uno che Roberta ha usato la sera della scomparsa - spiega - è stata trovata a metà strada tra le abitazioni delle due amiche. Potrebbe essere stata lasciata in quel punto proprio per indirizzare le indagini su quelle due persone».

La famiglia di Roberta è convinta della necessità della riapertura delle indagini: «Non è stato fatto tutto ciò che si poteva fare - torna a sottolineare la sorella, Laudina Martucci - e proprio per questo motivo speriamo nella riapertura del caso. Vogliamo la verità, qualunque essa sia. Continuo a credere che le amiche di mia sorella sappiano qualcosa, ma ben venga anche l’approfondimento di altre piste».

Quella sera di 18 anni fa Roberta uscì dalla sua abitazione di Torre San Giovanni per raggiungere un’amica a Gallipoli. Da quel momento, di lei non si è saputo più nulla. Vani tutti i tentativi della madre Concetta Nuzzo di telefonarle. La sua auto ricomparve dopo quattro giorni. Tre anni dopo, una lettera anonima riaccese i riflettori sul caso: nella missiva si consigliava di cercare la verità fra le amiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie