Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 22:47

NEWS DALLA SEZIONE

Caccia ai ladri nel leccese
Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

 
Il caso
Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

 
Uscito dalla macchinetta
Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

 
Il caso nel Leccese
Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

 
A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 

a bordo 45 persone

Migranti, bloccato a Otranto
veliero con 3 scafisti
A Brindisi in arrivo 652

A bordo della nave Siem Pilot, secondo quanto si era appreso ieri, ci sono anche le salme di due immigrati

migranti

Un veliero condotto da tre scafisti che poco prima avevano fatto sbarcare sulla costa del Salento 45 migranti, tra cui donne e una ventina di minorenni, è stato bloccato dai militari della Guardia di finanza al largo di Otranto dopo un inseguimento avvenuto in mare. I migranti rintracciati a terra da finanzieri e poliziotti, sono di provenienza afgana, iraniana, yemenita, pakistana e somala. Il gruppo, composto da 25 adulti, tra donne e uomini, e 20 minorenni, è stato assistito e trasferito presso il Centro di Don Tonino Bello di Otranto.
L’operazione è avvenuta nella notte, quando un gruppetto composto da una decina di migranti è stato individuato da una pattuglia di finanzieri sul tratto di costa in località Orte, poco a sud di Otranto. Sospettando che i migranti rintracciati fossero una parte di un gruppo più numeroso, è scattato l'allarme del dispositivo antimmigrazione coordinato per la Provincia di Lecce. Poco dopo, infatti, gli uomini della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza, intervenuti nella zona, hanno rintracciato gli altri migranti. Parallelamente sul tratto di mare antistante la zona del presunto sbarco, sono scattate le ricerche dell’imbarcazione che aveva trasportato i migranti da parte delle motovedette e elicotteri del Reparto Operativo Aeronavale di Bari, competente per la vigilanza marittima e delle coste pugliesi e del Gruppo Aeronavale di Taranto, coordinatore anche dei mezzi che l’Agenzia Frontex ha schierato in Puglia per la missione «Triton 2016».
Ed è stato proprio l’avvistamento, a poche miglia in allontanamento dalla costa, di un veliero sospetto da parte dell’equipaggio di un elicottero tedesco che opera nell’ambito della missione Frontex, a permettere agli equipaggi delle motovedette dei finanzieri di raggiungere e bloccare l'imbarcazione con a bordo tre scafisti di nazionalità georgiana. Il veliero è stato trasportato presso gli ormeggi della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Otranto.
L’operazione di ieri notte segue di poco quella condotta pochi giorni fa dalla Guardia di Finanza calabrese che ha catturato nelle acque del mar ionio un altro veliero che aveva appena sbarcato un gruppo di migranti sulla costa crotonese.

Intanto, arriverà domani a Brindisi, e non più stamattina a Reggio Calabria, com'era stato programmato in un primo tempo, la nave «Siem Pilot» con a bordo 652 migranti facenti parte del gruppo di 2.500 soccorsi nei giorni scorsi nel Canale di Sicilia.
Lo ha reso noto la Prefettura di Reggio Calabria, che ha revocato di conseguenza il dispositivo che era stato predisposto per accogliere ed assistere i migranti.
A bordo della nave Siem Pilot, secondo quanto si era appreso ieri, ci sono anche le salme di due immigrati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400