Domenica 07 Agosto 2022 | 17:39

In Puglia e Basilicata

Il caso

Giustizia svenduta, il processo agli ex pm Savasta e Scimè resta a Lecce. Nessuna connessione con Capristo

Sistema Trani, si ricomincia: Savasta e Scimè fanno appello

Lo ha stabilito la Corte d’appello di Lecce con una ordinanza resa dopo tre ore di camera di consiglio in cui ha respinto la richiesta della difesa di Scimè di annullare la sentenza di primo grado per incompetenza funzionale

31 Maggio 2022

Redazione online

LECCE - Il processo agli ex pm di Trani, Antonio Savasta e Luigi Scimè, deve restare a Lecce. Lo ha stabilito la Corte d’appello di Lecce con una ordinanza resa dopo tre ore di camera di consiglio in cui ha respinto la richiesta della difesa di Scimè di annullare la sentenza di primo grado per incompetenza funzionale, così come una diversa sezione della Corte d’appello di Lecce aveva fatto il 1 aprile per l’ex gip Michele Nardi. E dunque mentre il troncone dell’inchiesta che riguarda Nardi (condanna a 16 anni e 9 mesi annullata) dovrà ripartire da zero davanti al Tribunale di Potenza, per quello nei confronti di Savasta (10 anni in primo grado) e Scimè (4 anni) il processo di appello riprenderà il 10 ottobre con le requisitorie difensive. Nel processo è contestata tra l’altro una serie di presunte corruzioni in atti giudiziari che Savasta ha parzialmente ammesso.

Nessuna connessione con Capristo

Tra i procedimenti penali a carico dell’ex procuratore di Taranto e Trani, Carlo Maria Capristo, e quello a carico, tra gli altri, degli ex pm di Trani Antonio Savasta e Luigi Scimè, «non è in alcun modo ipotizzabile alcuna connessione, ma al più la ravvisabilità di un collegamento probatorio, non sussistendo pertanto la necessità che i due procedimenti vengano trattati unitariamente in deroga al principio generale della competenza territoriale.» Lo scrive la Corte d’appello di Lecce motivando il "no" alla richiesta della difesa di annullare il processo per incompetenza funzionale e di trasferire gli atti alla Procura di Potenza che procede a carico di Capristo. Per i giudici dell’appello la sentenza di annullamento del procedimento a carico dell’ex gip di Trani Michele Nardi, disposto il primo aprile scorso da un’altra sezione della Corte d’appello di Lecce, «non si attaglia al caso di specie e alle differenti posizioni degli odierni imputati». Il processo di appello riprenderà il 10 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725