Lunedì 01 Marzo 2021 | 14:35

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Salento
Barca confiscata a mafia venduta a presidente Lega Navale Frigole: scatta inchiesta

Barca confiscata a mafia venduta a presidente Lega Navale Frigole: scatta inchiesta

 
L'emergenza
Lecce, paziente positivo al Covid: chiude Neurologia al Vito Fazzi

Lecce, paziente positivo al Covid: chiude Neurologia al Vito Fazzi

 
l'aggressione
Cannole, bambina azzannata alla gola da un cane: ricoverata in codice rosso

Cannole, bambina azzannata alla gola da un cane: ricoverata in codice rosso

 
a Baia Verde
Gallipoli, in 14 nel cortile della casa al mare, senza mascherina ma con l'hashish: multati

Gallipoli, in 14 nel cortile della casa al mare, senza mascherina ma con l'hashish: multati

 
Si indaga
Lecce, rogo nel parcheggio dell'ospedale: a fuoco archivi cartelle cliniche 2018-19

Lecce, rogo nel parcheggio dell'ospedale: a fuoco archivi cartelle cliniche 2018-19

 
Nella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
L'incidente
Auto travolge bici: muore ciclista 45enne in Salento

Auto travolge bici: muore ciclista 45enne in Salento

 
tragedia sfiorata
Lecce, travolto da un suv mentre faceva jogging

Lecce, travolto da un suv mentre faceva jogging

 
mistero
Surbo, rinvenuta auto crivellata da colpi di arma da fuoco

Surbo, rinvenuta auto crivellata da colpi di arma da fuoco

 
Incidente
Carmiano, scontro tra due auto sulla via per Copertino: muore 70enne di Leverano

Carmiano, scontro tra due auto sulla via per Copertino: muore 70enne di Leverano

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatNella Bat
Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

Trani, attentato al sindaco, la visita di Piemontese: «Non c'è spazio per la violenza»

 
Brindisila storia
Brindisi, Pjerin Gjoni 30 anni fa sbarcò dall'Albania: oggi è medico contro il Covid

Brindisi, Pjerin Gjoni 30 anni fa sbarcò dall'Albania: oggi è medico contro il Covid

 
PotenzaIl gesto
Potenza, mamma Laura morta a 100 anni, i figli donano tablet a ospedale San Carlo

Potenza, mamma Laura morta a 100 anni, i figli donano tablet a ospedale San Carlo

 
Foggianel Foggiano
Bovino, rissa in un bar per mascherina non indossata: 2 feriti

Bovino, rissa in un bar per mascherina non indossata: 2 feriti

 
Tarantoil fatto
Taranto, a Paolo VI lavori fermi e ponteggi «eterni»: 20 famiglie da tempo vivono «ingabbiate»

Taranto, a Paolo VI lavori fermi e ponteggi eterni: 20 famiglie vivono «ingabbiate»

 

i più letti

Requisitoria il 9 febbraio

Processo a ex procuratore di Bari
concluso il dibattimento a Lecce

Antonio Laudati è accusato di favoreggiamento personale e abuso d’ufficio perché avrebbe rallentato l’inchiesta della procura barese sulle escort portate dall’imprenditore barese Tarantini da Berlusconi

procuratore di Lecce, Cataldo Motta

Il procuratore di Lecce Cataldo Motta

LECCE - Con il rigetto da parte dei giudici della richiesta di acquisire nuovi mezzi di prova, avanzata dai legali di Antonio Laudati, si è chiusa l’istruttoria dibattimentale del processo a carico dell’ex procuratore di Bari, accusato di favoreggiamento personale e abuso d’ufficio perchè avrebbe rallentato l’inchiesta della procura barese sulle escort portate dall’imprenditore barese Gianpaolo Tarantini nella residenza dell’allora premier Silvio Berlusconi.

La requisitoria del procuratore di Lecce Cataldo Motta, attesa per oggi, è slittata al prossimo 9 febbraio. Laudati ha chiesto anche di fare dichiarazioni spontanee prima della requisitoria della procura. I tempi del processo sono slittati a causa della lunga camera di camera di consiglio dei i giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Lecce (presidente Roberto Tanisi), hanno deciso negativamente sulla richiesta avanzata dai difensori di Laudati (gli avvocati Antonio Castaldo e Carlo Di Casola) di esercitare il diritto di controprova sulla base dell’articolo 507 del codice di procedura penale e quindi l'acquisizione di nuove prove con l’audizione di alcuni testimoni. Si trattava di otto magistrati in servizio alla Procura di Bari, tra cui il procuratore aggiunto Pasquale Drago. La sentenza è prevista per il prossimo 8 marzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie