Lunedì 21 Gennaio 2019 | 04:09

NEWS DALLA SEZIONE

Truffa nel Leccese
Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

 
Ambiente
Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

 
In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 
Vandali al Vanoni
Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

Nardò, dalla finestra della scuola «piovono» sedie

 
Padre, madre e 2 figli
Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

Famiglia dipendente dal web vive chiusa in casa per 2 anni e mezzo: incubo nel Salento

 
Nel Leccese
Strattona nonna 95enne per avere soldi per la droga: un arresto a Casarano

Strattona nonna 95enne per avere soldi per la droga: un arresto a Casarano

 
A Torre San Giovanni
Tenta rapina in farmacia con rasoio e scappa, arrestato 31enne salentino

Tenta rapina in farmacia con rasoio e scappa, arrestato 31enne salentino

 
Il movimento nel Salento
Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

 
Nel Leccese
Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

 
Il festival
Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

Picturebook Fest: a Lecce arte e letteratura per ragazzi

 

Furto in casa

Lecce, svaligiata la villa dell'assessore Loredana Capone

Lo sfogo: «Ci avete rubato ogni ricordo. Ma il vostro guadagno non vi renderà felici»

«Stabilimento non in discussione»

LECCE - Epifania amara per l’assessore regionale Loredana Capone. I ladri hanno svaligiato l’abitazione (dalle parti di viale Grassi, al quartiere Leuca), sabato pomeriggio, mentre era fuori, insieme con le figlie, per sbrigare le ultime commissioni, in vista della festività della Befana.
Al rientro, poco prima delle 21, la triste sorpresa. Aperta la porta, l’assessore e le ragazze hanno trovato l’appartamento a soqquadro. Allo sgomento iniziale ha fatto seguito lo sconcerto quando, man manco che procedevano, si sono rese conto che erano stati portati via tutti i preziosi in oro, testimonianze dell’affetto di amici e parenti in occasione di battesimi, cresime, lauree, compleanni e tante altre occasioni importanti della vita personale e familiare. Come doloroso ricordo, i malviventi hanno lasciati sparsi per la casa i contenitori di collane, bracciali, orecchini, anelli ed altri monili.
L’assessore Capone si è sfogata sulla sua pagina Facebook. «Ai pusillanimi intrufolatisi in casa - ha scritto - Siete entrati nella nostra casa. Avete rubato ogni nostro ricordo, mio, di Massimo (il marito, l’ingegnere Romano, ndr), del nostro matrimonio, di ogni nostra ragazza. Avete cercato di tagliare le nostre radici, ma non ci ruberete il sorriso. Il vostro guadagno non vi renderà felici, pusillanimi. Il significato di ogni cosa che avete preso è per noi, non per voi. E in noi rimarrà per sempre».
I ladri non si sono accontentati degli oggetti in oro ma hanno arraffato anche tutta l’argenteria che era a portata ed un computer (un macbook), lasciando invece dei tablet che pure erano in vista. Mancherebbero anche una o più collane di alta bigiotteria.
Centinaia i commenti di solidarietà, su Facebook, dopo la triste comunicazione di Loredana Capone, soprattutto da parte di quanti hanno avuto la sventura di subire la stessa azione violenta nella propria casa.
Tornando al colpo nell’appartamento dell’assessore regionale, è da dire che, per i rilievi, sono intervenuti subito gli agenti della Questura, insieme con gli uomini della Scientifica. Ma, al momento, non è stata trovata alcuna traccia che possa fare risalire ai malviventi.
Nè è stata fatta una stima del valore dei preziosi rubati. Data la quantità di oggetti in oro e in argento, il bottino sarà sicuramente ingente. La ricognizione esatta verrà effettuata nelle prossime ore, quando, forse con maggiore lucidità, si potrà quantificare il furto.

A Loredana Capone ed alla sua famiglia è certamente rimasto un profondo dispiacere per essere state defraudate, in men che non si dica, non tanto di oggetti preziosi in quanto tali, bensì simbolici del valore delle persone che quegli oggetti avevano regalato loro per dimostrare amore, gratitudine, affetto.
«Nessuno di noi è legato agli oggetti - il commento dell’assessore Capone - ma molti preziosi, per me, erano vere e proprie reliquie, quali per esempio i ricordi dei miei genitori». Monili, gemme e quant’altro che non potranno essere ricomprati ma soltanto custoditi nella memoria e nel cuore. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400