Lunedì 22 Aprile 2019 | 23:58

NEWS DALLA SEZIONE

A Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
Tutela ambientale
Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

 
Il caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
Inchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 
Nel Salento
Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

 
Il caso
Taviano, entra in chiesa per rubare le offerte, ma i fedeli chiamano i cc

Taviano, entra in chiesa per rubare le offerte, ma i fedeli chiamano i cc

 
Lite in famiglia
Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

 
Il caso
Parabita, dopo le minacce arriva lo scudo dello Stato

Parabita, dopo le minacce arriva lo scudo dello Stato

 
La decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
Verso il voto
«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

 
Nel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa raccolta differenziata
Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

 
TarantoIl caso
Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

 
BrindisiMolestie in famiglia
Turturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

Tuturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

 
LecceA Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 

Dopo gli arresti

Bufera Comune Lecce, giornalista minacciata. Solidarietà Assostampa

La cronista, dell'emittente canale 85, si sta occupando del caso di corruzione elettorale: voti e favori sessuali in cambio di case popolari

Bufera Comune Lecce, giornalista minacciata. Solidarietà Assostampa

“Vergognati, ricordati che hai due figlie femmine e Dio è grande, io ne uscirò alla grande”. Le minacce, gli insulti e gli atti di violenza fisica o verbale nei confronti dei giornalisti che si azzardano a fare il loro mestiere, ormai non si contano più in Puglia. Questa volta è toccato a Maria Teresa Carrozzo, giornalista di Canale 85, “rea” di essersi occupata dell'inchiesta sui voti ottenuti in cambio di case popolari che ha travolto il Comune di Lecce. Un lavoro da cronista, il suo, che evidentemente non è risultato gradito al politico o funzionario di turno - tra i 48 indagati nell'inchiesta che ha fatto emergere finanche collusioni con la criminalità organizzata - al punto da rivolgere minacce esplicite sui social nel vano tentativo di fermare il lavoro d'inchiesta condotto dalla collega.

Ebbene, gli anonimi autori del vile gesto – dicono i presidenti dell'Assostampa Puglia (Bepi Martellotta) e dell'Ordine dei Giornalisti (Piero Ricci) - sappiano che non saranno le minacce, gli insulti e nemmeno le querele temerarie a fermare il lavoro dei giornalisti pugliesi e il diritto di cronaca nella nostra regione. Sappiano, altresì, che la “scorta mediatica” allestita in tutta Italia dalla Federazione della Stampa, col sindacato al fianco dei giornalisti vittime di minacce nelle aule dei tribunali, non arretrerà di un millimetro. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400