Lunedì 27 Settembre 2021 | 12:58

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Sud Salento

«Violentata da mio padre, una figlia da lui»: donna denuncia abusi per 20 anni

Il racconto choc di una donna che per vent'anni ha subito abusi e maltrattamenti dal genitore

violenza sessuale

Un incesto tra padre e figlia da cui sarebbe nata una bambina. È la terribile verità raccontata da una giovane donna, su cui la Procura di Lecce ha deciso di far luce con l’apertura di un’indagine. Il presunto «orco» è già iscritto nel registro degli indagati con le accuse di violenza sessuale aggravata e continuata e maltrattamenti in famiglia. La vicenda, estremamente delicata e complessa, si sarebbe consumata in un paese del sud Salento. Sui particolari gli inquirenti mantengono il più stretto riserbo. Da quel che è trapelato, è stata la giovane mamma a denunciare il padre a distanza di circa dieci anni dai fatti, dopo essersi trasferita fuori provincia. Lontana dal padre, e trovato l’amore, ha avuto il coraggio di raccontare al suo angelo custode le ombre del passato. Ingombrante, pesante, ancora presente malgrado il tempo passato.

Al suo uomo ha raccontato di essere stata violentata dal padre per venti lunghi anni, sin da quando era bambina, tra le pareti domestiche che si sarebbero trasformate in una trappola. E la figlia venuta al mondo pochi anni fa sarebbe nata dall’incesto quando era già maggiorenne.

Dopo la confessione choc, accompagnata dal suo compagno, la donna ha deciso di rivolgersi ai carabinieri per raccontare il suo lungo viaggio nell’orrore.

Una prima informativa è stata inoltrata in Procura. Facile immaginare come a breve possano essere disposti accertamenti e approfondimenti. Saranno sentiti parenti e amici della donna per ricostruire il contesto familiare in cui sarebbero andati avanti maltrattamenti e violenze; verranno effettuate ispezioni in casa dell’indagato (difeso dall’avvocato Luigi Corvaglia) per sequestrare materiale ritenuto utile alle indagini. Nei prossimi giorni, poi, potrebbe essere nominato uno specialista in genetica per effettuare esami di laboratorio e comparare il dna della bimba con il corredo genetico del suo presunto padre. Di certo l’intera vicenda dovrà essere accertata nei minimi dettagli per non screditare l’immagine di una persona conosciuta da tutti e che non ha mai avuto alcun problema con la giustizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie