Martedì 19 Febbraio 2019 | 09:45

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
Nel Leccese
Galatone, droga nel circolo privato frequentato da pregiudicati: provvedimenti dei cc

Galatone, droga nel circolo privato frequentato da pregiudicati: provvedimenti dei cc

 
Verso il voto
Lecce, Salvemini strart: «Non permetteremo un ritorno al passato»

Lecce, Salvemini riparte: «Non permetteremo un ritorno al passato»

 
Nel Leccese
Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

 
Sud Salento
L'accendino era in realtà un contenitore porta-droga: 8 segnalazioni nel Leccese

L'accendino era in realtà un contenitore porta-droga: 8 segnalazioni nel Leccese

 
A Lecce
Minore senza biglietto, autista non lo fa salire sul bus: denunciato

Minore senza biglietto, autista non lo fa salire sul bus: denunciato

 
La storia
Gallipoli, nigeriano sventa rapina in supermercato: titolare lo assume

Gallipoli, nigeriano sventa rapina in supermercato: titolare lo assume

 
Verso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
Controlli Nas e Asl
Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

 
Nel Leccese
Rubò cibo da ristorante e scappò con macchina rubata: un arresto a Tricase

Rubò cibo da ristorante e scappò con macchina rubata: un arresto a Tricase

 
Denunciato
Lecce, «Sono suo nipote» e bidona due notai per prosciugare conti di anziana

Lecce, «Sono suo nipote» e bidona due notai per prosciugare conti di anziana

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
HomeDopo la protesta
Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

Ex Ilva, deputati M5s contestati a Taranto: «Traditori». La replica: «Mai parlato di chiusura»

 
BariLa lettera del sindaco
Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

 
BrindisiLotta alla droga
Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

Carovigno, "spiaggiati" a Punta Penna Grossa 14 kg di marijuana

 
MateraDopo la frana
Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

Pomarico, servizio di vigilanza davanti alle scuole

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

 
FoggiaLotta allo spaccio
San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

San Severo, in camera 10 kg di droga e un’arma clandestina: arrestato 28enne

 

Xylella

Fitto e De Castro scrivono a Centinaio: serve un piano

bari - «Caro Ministro, a nessuno può far piacere eradicare piante secolari, simbolo di un patrimonio culturale e paesaggistico unico, ma purtroppo tali piante costituiscono la principale fonte di diffusione della Xylella, ma anni di discussioni e dibattiti, spesso ideologici e non basati su un approccio scientifico, non hanno portato a un reale contrasto al patogeno; al contrario hanno spinto l’Unione europea ad avviare una procedura di infrazione contro il nostro paese per la mancata attuazione delle misure di contenimento previste in tali situazioni». Lo scrivono i due europarlamentari pugliesi, Raffaele Fitto e Paolo De Castro, in una lettera al ministro delle Politiche Agricole, Gian Marco Centinaio, con la quale si chiede di mettere in atto «un serio programma di ricostruzione del patrimonio olivicolo». Il batterio - si sottolinea - «continua ad espandersi a ritmi preoccupanti, e dai primi focolari presenti in Salento, si sta muovendo sempre più verso il Nord della regione, con il concreto rischio di potersi allargare a tutte le aree olivetate del Paese».

Per dare una soluzione che dia benefici reali agli agricoltori e al paesaggio nei giorni scorsi i due europarlamentari hanno incontrato sia il Commissario europeo per la salute e la sicurezza alimentare, Vytenis Andriukaitis, sia quello per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, Phil Hogan, «per valutare quali misure possano essere messe in campo al fine di incentivare gli agricoltori ad attivarsi immediatamente, eradicando le fonti di inoculo per rilanciare l’olivicoltura pugliese. L’idea, condivisa dai responsabili della Commissione, sarebbe - scrivono Fitto e De Castro a Centinaio - è quindi quella di attivare azioni supportate dall’Unione europea, che prevedrebbero la creazione di un programma nazionale di sviluppo rurale, co-finanziato dall’Unione utilizzando fondi attribuiti non solo alla Regione Puglia, ma anche nazionali e, in modo solidale, di tutte le regioni interessate al contenimento della batteri osi».

«Un Piano - si conclude - irrealizzabile senza la sinergia di tutte le istituzioni, dalla UE alla Regione Puglia, passando dal Governo nazionale. Di qui l’appello al Ministro all’Agricoltura per una seria e costruttiva collaborazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400