Lunedì 27 Settembre 2021 | 06:37

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

dopo le polemiche

Gallipoli, apre la litoranea: «Ecco la strada dei lidi»

Filo diretto con la Soprintendenza per ultimare, e migliorare, l’illuminazione. Un’apertura quasi in sordina, voluta dal sindaco Stefano Minerva

litoranea sud Gallipoli

GALLIPOLI - Il solstizio di giugno ha portato con sé, oltre all’estate, l’apertura della litoranea. Un’apertura quasi in sordina, voluta dal sindaco Stefano Minerva benché i lavori di riqualificazione non siano stati ultimati e alcuni problemi saranno risolti - assicura - nei prossimi giorni.

La recinzione del cantiere è stata sostituita da una transenna, considerato che l’accesso rimane limitato a pedoni e ciclisti nonché ad eventuali mezzi di soccorso e pronto intervento. Non ci sono ancora le isole ecologiche per la raccolta differenziata dei rifiuti, che saranno collocate nell’area di parcheggio, e non sono in funzione i «segnapassi» luminosi che delimitano il tracciato, reso sinuoso dalla conformazione di aiuole e aree di sosta pedonali pavimentate con conci di tufo a secco.

Ma proprio sul versante illuminazione, si profila una soluzione universalmente invocata. «Sono fiducioso - sostiene Minerva - che i contatti in corso con la Soprintendenza possano approdare alla realizzazione di un impianto con corpi illuminanti collocati ad un’altezza da terra tale da garantire ordine e sicurezza». Per il resto, assicura: «Le transenne saranno quotidianamente sorvegliate da agenti di polizia municipale per la più ampia fascia oraria possibile e le isole ecologiche saranno posizionate la prossima settimana».

La movimentazione dei rifiuti e delle merci per il rifornimento degli stabilimenti balneari avverrà attraverso i percorsi pedonali, esistenti sul cordone dunale proprio all’altezza dei lidi, che collegano l’area a parcheggio con la litoranea. La cui pavimentazione, realizzata con materiale stabilizzato mediante compressione e utilizzo di resine, è stata obbligata - giova ricordare a chi si dice perplesso dalla scelta - dai vincoli di carattere ambientale che gravano sulla zona.

A proposito dei parcheggi, infine, sono confermati sia il costo giornaliero di 5 euro per la sosta, sia le modalità per raggiungerli. Chi arriva dalla superstrada ed esce all’altezza della Baia Verde, dopo pochi metri trova l’indicazione per svoltare a sinistra e l’area di sosta è in fondo al rettilineo; per chi arriva dalla «bretella» di località Li Foggi o dalla zona alberghiera, c’è un accesso diretto. Tale ultimo è funzionale anche in uscita dal parcheggio, mentre chi esce dal versante Baia Verde non deve attraversare l’insediamento, perché una strada conduce direttamente alla superstrada.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie