Venerdì 17 Settembre 2021 | 07:12

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

dal 18 al 20 giugno

Lecce capitale del buon cibo tra masterclass e degustazioni

Storie, aneddoti, curiosità e sogni di emergenti, maestri di sala e master chef saranno di scena nella tre giorni di «FoodExp»

Foodexp a Lecce

Come si diventa grandi cuochi? Di quale miscela di curiosità, conoscenza e sopportazione, ironia è fatto un maître? Attraverso quali percorsi formativi lo human touch in dotazione naturale dei popoli mediterranei diventa il mestiere dell’ospitalità? Storie, aneddoti, curiosità e sogni di emergenti, maestri di sala e master chef saranno di scena nella tre giorni di «FoodExp», accendendo i riflettori sulla ristorazione. Appuntamento da lunedì al 20 giugno a Lecce nelle sale quattrocentesche di Torre del Parco.

«Vedere all’opera i maestri artigiani della ristorazione e dell’hôtellerie, farci raccontare come si fa, come hanno fatto loro a dettare la linea tracciando il profilo del made in Italy. Innescare la miccia di un dialogo con chi opera in Puglia, questo è FoodExp». Così Giovanni Pizzolante, fondatore di Sinext e ideatore di FoodExp – food life experience, realizzato con il sostegno della Regione Puglia. «La nostra terra è una destinazione di fama consolidata, osservata. Se non ora, quando? Ci siamo chiesti e abbiamo capito che il momento di mettere in circolo le esperienze con l’obiettivo di alzare l’asticella della qualità». L’accesso all’evento, non a caso, è totalmente gratuito, basta iscriversi al sito Foodexp.it e scaricare il pass.

Lo chef Antonio Guida sarà protagonista di una masterclass a tre voci con Paolo Lopriore, allievo diletto di Gualtiero Marchesi. Due cuochi pugliesi di nascita (la famiglia Lopriore è di Conversano) e un pugliese d’adozione a confronto, Antonio Zaccardi, per 12 anni sous chef di Enrico Crippa alla sua prima prova da executive al Pashà di Conversano. E ancora, Francesco Cerea del tristellato Da Vittorio a Brusaporto (Bergamo), cuoco-imprenditore e simbolo di una storia lunga 50 anni. E ancora, Alessandro Pipero e la Piperosofia, l’oste dell’alta ristorazione, patron dell’insegna capitolina che porta il suo nome svelerà come e perché togliere i gessi ai cerimoniali del cibo.

La formazione, a partire dall’esempio internazionale dell’Ecole Hôtelière Lausanne e l’importanza del cibo per la qualità della vita, una maggiore sostenibilità dei territori nella produzione e la tracciabilità agroalimentare: questi e altri temi saranno al centro di due tavole rotonde, che il 20 giugno, dalle 10 alle 12.30, vedranno confrontarsi Istituzioni, Università, associazioni, pubbliche e private, in un importante momento di dibattito.

Ai millennial pugliesi alle prime prove di sala, forno e fornelli è dedicata la terna di concorsi ideati da Witaly, dal critico-ingegnere Luigi Cremona e dalla giornalista Lorenza Vitali. Un format Premio Emergente Chef e Pizza Chef Puglia, con l’obiettivo di premiare e valorizzare i giovani talenti locali, offrendo loro una vetrina d’eccezione. Chi fra chef e pizza chef supererà la selezione regionale entrerà di diritto nella competizione che a ottobre selezionerà i migliori del Centro Sud.

Per i ragazzi e le ragazze di sala l’occasione di mettere in scena il proprio mestiere sarà il Casting Emergente Sala al quale partecipare semplicemente per autocandidatura. Non mancheranno i percorsi di degustazione apparecchiati dai cuochi pugliesi, che si alterneranno ai fuochi di FoodExp Gourmet, la sessione che prevede la degustazione dei piatti presentati da quattro chef per ogni sezione e cantine sponsor dell’evento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie