Lunedì 27 Maggio 2019 | 13:15

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso in Salento
Novoli, sbagliano il nome del candidato sindaco: sulla scheda un "De" in più

Novoli, sbagliato il nome del candidato sindaco sulla scheda: un «De» in più

 
L'inchiesta
Lecce, assenteismo a Comune e Lupiae: 17 sotto accusa

Lecce, assenteismo a Comune e Lupiae: 17 sotto accusa

 
Dopo un raid
Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

Lecce, pestato e ferito da un colpo d'arma da fuoco: arrestato 53enne

 
L'incidente
Lecce, si insedia e cade: frattura per il neo presidente della Corte di appello

Lecce, si insedia e cade: frattura per il neo presidente della Corte di appello

 
L'episodio domenica scorsa
Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

 
Melendugno
Tap, su tracciato nuovo progetto spuntano coralli: verifiche

Tap, su tracciato nuovo progetto spuntano coralli: verifiche

 
Orrore nel Leccese
Salento, a 5 anni violentato e bruciato con sigarette. Indagati padre e zio

Salento, a 5 anni violentato e bruciato con sigarette. Indagati padre e zio

 
Senza lavoro
Povertà: a Lecce aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

Povertà: aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

 
È in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
L'omicidio nel 2017
Omicidio Noemi, troppe udienze: slitta Appello per ex fidanzato

Omicidio Noemi, troppe udienze: slitta Appello per ex fidanzato

 
Ingenti danni
Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaNo all'archiviazione
Tempa rossa, il mistero del suicidio dell'ex generale: riaperto il caso

Tempa rossa, il mistero del suicidio dell'ex generale: riaperto il caso

 
BariOperazione della Polizia
Bari, 12 chili di marijuana in scatole per elettrodomestici; in cella albanese

Bari, 12 chili di marijuana in scatole per elettrodomestici; in cella albanese

 
TarantoMaltrattamenti
Ginosa, botte e ingiurie alla convivente: in carcere un 25enne

Ginosa, botte e ingiurie alla convivente: in carcere un 25enne

 
FoggiaI dati
Europee, nei paesi foggiani del Premier Conte vince il M5S

Foggia, M5S vince nei paesi del Premier. Lega, effetto vacanze di Salvini

 
LecceIl caso in Salento
Novoli, sbagliano il nome del candidato sindaco: sulla scheda un "De" in più

Novoli, sbagliato il nome del candidato sindaco sulla scheda: un «De» in più

 
MateraAlcuni disagi
Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

 
BatIn piazza
Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

 
BrindisiMala sanità
«Ceglie Messapica, cala il silenzio sull'ospedale»

Ceglie Messapica, fisiatra in aspettativa: niente riabilitazione dopo incidente

 

i più letti

Lecce

Prende mazzetta da perito, giudice onoraria arrestata

Una giudice onoraria in servizio presso il Tribunale civile di Lecce è stata arrestata in flagranza mentre ritirava una mazzetta da un perito a cui avrebbe promesso di affidare incarichi in cambio di circa 2.000 euro

usura

LECCE - Una giudice onoraria in servizio presso il Tribunale civile di Lecce è stata arrestata in flagranza mentre ritirava una mazzetta da un perito a cui avrebbe promesso di affidare incarichi in cambio di circa 2.000 euro. Si tratta dell’avvocatessa Marcella Scarciglia, di 44 anni, arrestata nel primo pomeriggio dagli agenti dell’aliquota distaccata in Procura della Polizia di Stato. Il reato contestato dal pm di turno Paola Guglielmi è di concussione.

Secondo l’accusa, la giudice avrebbe fatto intendere al professionista, suo consulente, che l’affidamento di incarichi era condizionato al versamento del denaro. Fissato l'appuntamento nel pomeriggio a casa della giudice, il consulente, che nel frattempo aveva avvisato i poliziotti, si è presentato consegnando la somma pattuita. In quel momento i poliziotti hanno bussato alla porta dell’appartamento e si sono fatti aprire sorprendendo la donna con il denaro. La giudice ha tentato inutilmente di negare l’evidenza, ma il denaro era stato precedentemente fotocopiato. Il fascicolo sarà trasmesso per competenza alla Procura di Potenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400