Domenica 02 Ottobre 2022 | 12:01

In Puglia e Basilicata

mezzogiorno di focus

Export, andamento lento: la Puglia in timida ripresa

Imprese, vola l'export della Puglia verso Bulgaria e Ucraina: + 68%

Nel rapporto Ice il calo dovuto alla pandemia e le potenzialità sfruttabili

14 Settembre 2022

Raffaele Fiorella

BARI - La pandemia di coronavirus ha inciso parecchio, in negativo, sull’export pugliese: nel post Covid (2019-2020), la regione ha registrato un calo delle esportazioni del 12%, superiore alla media nazionale dell’8% e doppio rispetto alla media delle regioni del Sud (-6%). I settori più colpiti dalla flessione delle esportazioni sono quelli dei metalli (-40,4%, -252 milioni), altri mezzi di trasporto (-25,4%, -194 milioni), farmaceutica (-19.9%, -179 milioni), macchinari (-9,4% -111 milioni) e autoveicoli (-1,7% -22 milioni). Il settore metallurgico risultava già in difficoltà per via del calo della produzione dell’impianto di Taranto nell’ultimo decennio. Ad affermarlo è il rapporto Ice 2021-2022, che apre un focus sulle esportazioni pugliesi: struttura, caratteristiche, potenzialità.

CONTINUA A LEGGERE SULL'EDIZIONE CARTACEA O SULLA NOSTRA DIGITAL EDITION

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725