Domenica 24 Febbraio 2019 | 02:05

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 
Disco verde per il furetto Liguori"C'è il mio zampino in due reti "

Disco verde per il furetto Liguori
"C'è il mio zampino in due reti "

"Abbiamo dimostrato che la sconfitta di Cittanova è un episodio causale"

I frizzi del Bari post Cittanova mettono capo alla sfida contro l’Igea Virtus per una cinquina a scatola chiusa. Disco verde in salsa biancorossa con incetta di gol nell’ordine del giorno. Tutto fila liscio come il pomeriggio del furetto Luigi Liguori, 21 anni il prossimo 31 marzo e al primo assist da papà del piccolo Carmine nato un mesetto fa: «Sono contento anche se non ho fatto gol. Ho messo lo zampino ai primi due gol di Floriano e tanto mi basta». Esterno brevilineo, l’ex capitano del Napoli Primavera vede ormai lontanissime le parentesi dell’anno scorso a Cosenza ed Andria. Quest’anno partito titolare nella gara contro il Troina, Liguori ha le carte in regola per competere con i compagni più esperti. Floriano su tutti: «È vero - sorride l’attaccante barese tutto pizzetto e capello cortissimo - mi aspettavo di trovare più spazio, ma io penso prima al bene della squadra. Ho saputo di giocare dall’inizio solo poco prima di scendere in campo, quando mister Cornacchini ha letto la formazione. Penso sia andata bene. Abbiamo dimostrato ai tifosi che la sconfitta di Cittanova è stata solo un episodio casuale. Ho gioito tanto per le reti di Roberto. In allenamento proviamo spesso certe giocate, a lui piace dialogare sull’uno-due. Dei cinque gol di oggi credo meriti la vetrina quel tiro all’angolino dove il portiere ospite non poteva arrivarci. Un gol alla Floriano». Giovane ma tutt’altro che ingenuo, Liguori - cresciuto alla scuola calcio Mariano Keller - non tradisce il sangue partenopeo. La stessa linfa che scorre nelle vene di molti suoi compagni di squadra. Senza paura, coltiva il proprio orto e getta il guanto di sfida alla Turris: «Per molti di noi - dice - la partita di domenica prossima sarà un derby, ma nel calcio non si guarda in faccia a nessuno. Per ora godiamoci questa bella vittoria. A Torre del Greco sarà dura. Ci attenderà senz’altro un ambiente caldo. Inizieremo a pensarci da martedì». Il tempo necessario per concentrarsi sul presente. Che racconta la storia personale col Bari: «Per quanto mi riguarda - punta i piedi Liguori - mi auguro di indossare la maglia biancorossa ancora a lungo. In questa squadra mi trovo benissimo, a parte l’amicizia storica con Marfella e l’accoppiata imbattibile a calcio-tennis con Cacioli».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Brienza, lombosciatalgia smaltitail fantasista con l'Acireale in panchina

Brienza, lombosciatalgia smaltita il fantasista con l'A...

 
Bari, la grande passione biancorossauna media di 10mila tifosi a partita

Bari, la grande passione biancorossa una media di 10mil...

 
Parlare di calco con le donneè un piacere per i sensi

Parlare di calcio con le donne
è un piacere per i sensi

 
Hamili, Bolzoni, Feola e Langellail Bari è il centrocampo della serie C

Hamlili, Bolzoni, Feola e Langella il Bari e il centroc...

 
Hamilili, a caccia del gol perduto"Preferisco giocare da mezz'ala"

Hamlili, a caccia del gol perduto "Preferisco giocare d...

 
Brienza non ha ancora recuperatoBiancorossi senza il fantasista?

Brienza non ha ancora recuperato Biancorossi senza il f...

 
Bari, il rammarico di Papadopulo"Non sono riuscito ad allenare qui"

Bari, il rammarico di Papadopulo "Non sono riuscito ad ...

 
Torna a casa il tifoso caduto a LocriPer lui frattura vertebra cervicale

Torna a casa il tifoso caduto a Locri Per lui frattura ...