Domenica 17 Febbraio 2019 | 09:05

NEWS DALLA SEZIONE

I fatti del 2015-2016
Puglia, lettere esplosive: dietro gli attentati due anarchici arrestati a Torino

Puglia, lettere esplosive: dietro gli attentati due anarchici arrestati a Torino

 
Coppa Italia 2019
Basket, il Brindisi vola in finale: battuto il Sassari 86-87

Basket, il Brindisi vola in finale per i Final Eight: battuto il Sassari 86-87

 
Le dichiarazioni
Autonomia, parlano i deputati della Lega Puglia: «È una grande opportunità»

Autonomia, parlano i deputati della Lega Puglia: «È una grande opportunità»

 
Il premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
La denuncia sui social
Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

 
Serie B
Foggia, finisce 1-1 con il Padova: sfuma al 90esimo il match salvezza

Foggia-Padova, 1-1 al 90esimo: tifoso ferito

 
La manifestazione
Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

 
Controlli
Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

Chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

 
Incontri d'autore
Ex-Otago ospiti della «Gazzetta del Mezzogiorno»: segui la diretta

Ex-Otago ospiti della «Gazzetta»: rivedi la diretta

 
Il processo
Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
BariL'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Ambiente

Brindisi, sversamenti in mare
sigilli a scarico centrale Enel
«E' stato un errore della ditta»

Sequestro della Capitaneria di Porto: una chiazza nera in mare. Denunciati i responsabili

Cerano, imprenditore tentail suicidio: «Non mi pagano»

La Capitaneria di porto di Brindisi ha sequestrato l’impianto di raccolta acque di dilavamento e meteoriche, regolarmente autorizzato, della centrale Enel 'Federico II' dal quale venivano scaricate in mare acque di colore scuro, apparentemente cariche di solidi sospesi, tipico di acqua mista a carbone. I responsabili dell’impianto termoelettrico Enel Produzione sono stati denunciati alla magistratura. Secondo la Capitaneria di porto lo sversamento, "considerata la notevole estensione della chiazza, potrebbe aver causato grave danno all’ambiente marino interessato» perché sarebbe esistente da «lungo tempo».

Secondo Enel Produzione, lo sversamento in mare delle acque meteoriche è avvenuto il 2 novembre dalla zona del nastro trasportatore della centrale. Dai primi approfondimenti - sottolinea in una nota la società - lo «sversamento appare riconducibile alle operazioni di una ditta appaltatrice impegnata nelle attività di lavaggio di una delle torri utilizzate per la logistica del carbone, che ha operato in violazione delle corrette procedure tecniche». «Enel Produzione - continua il comunicato - ha immediatamente sospeso ogni attività svolta dalla ditta e avviato una serie di interventi volti al completo ripristino del sito marino». «La società - conclude - sta formalizzando le conseguenti comunicazioni alle autorità competenti e collaborando con la Capitaneria di porto di Brindisi per le ulteriori verifiche».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400