Martedì 19 Marzo 2019 | 04:31

NEWS DALLA SEZIONE

Incidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
Udienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
La proposta di Decaro
Nozze in Puglia tra le più gettonate al mondo: il Comune cerca location da sogno

Nozze in Puglia tra le più gettonate al mondo: il Comune cerca location da sogno

 
A taranto
Tangenti sulla discarica, Tamburrano fa scena muta davanti al gip

Tangenti sulla discarica, Tamburrano fa scena muta davanti al gip

 
Polemica nel barese
Gioia del Colle, segretario Lega parla di «razze», candidato sindaco: «Si dimetta»

Gioia, segretario Lega parla di «razze», candidato centrodestra: «Si dimetta»

 
La denuncia
Taranto, bimba di 5 anni muore di tumore, genitori tarantini: «È strage»

Taranto, bimba di 5 anni muore di tumore, genitori tarantini: «È strage»

 
L'inchiesta
Via della Seta, la Cina «sfiora» la Puglia: un'occasione per la Regione

Via della Seta, la Cina «sfiora» la Puglia: un'occasione per la Regione

 
Incidente nel Tarantino
Manduria, operaio folgorato in centro di compostaggio: grave

Manduria, operaio folgorato in centro di compostaggio: grave

 
L'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
Ha 40 anni
Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

 

Il Biancorosso

LE PAGELLE
Iadaresta aumenta il peso offensivoPozzebon grigio: neanche un tiro

Iadaresta aumenta il peso offensivo
Pozzebon grigio: neanche un tiro

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

ceglie messapica

«Troppe violazioni di legge»
Anac boccia appalti comunali

CEGLIE MESSAPICA - «Tutti i nodi vengono al pettine». Lo afferma in una nota il movimento “Art. 1 - Mdp”, sezione “Peppino Impastato” di Ceglie Messapica, che attacca senza mezzi termini l’Amministrazione.

«Una sonora e pesante bocciatura - si legge in una nota - è stata recapitata al Comune di Ceglie Messapica da parte dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (diretta dal presidente Cantone) che ha ribadito con una propria delibera, al termine degli esiti ispettivi, ciò che le forze di opposizioni hanno detto da anni: sono state continuamente violate le disposizioni in materie legislative. L’indagine è stata condotta su un campione di 19 affidamenti in materia di lavori pubblici e 17 in materia di servizi e forniture di beni a partire dall’1-1-2013 ma questo modus operandi risale anche a prima, fin dall’inizio dell’esperienza amministrativa del sindaco Caroli».

«L’Anac - prosegue Art. 1 - ha censurato senza mezzi termini l’operato del Comune di Ceglie Messapica e ha dato mandato ai propri uffici di inviare la delibera alla competente Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti. Questa delibera è una bocciatura senza appello del sindaco Caroli. Non si possono scaricare le colpe soltanto sui responsabili degli uffici, gli stessi sono nominati con atto fiduciario del sindaco e poi c’è la responsabilità politica delle scelte che vengono effettuate e degli ordini che vengono impartiti.

Dal verbale del giudice Cantone si evince il tragico sistema politico-clientelare che sta letteralmente distruggendo il tessuto socio-economico di questa città causando una bancarotta morale, etica e finanziaria. Il sindaco Caroli e la sua maggioranza silente sono i maggiori responsabili di questa triste vicenda che sta coinvolgendo la nostra città. «A questo punto - conclude la nota - è necessario che giovani, donne e uomini abbiano uno scatto d’orgoglio e facciano un passo in avanti assumendosi le proprie responsabilità perché bisogna riportare questa città nell’alveo del diritto amministrativo. Questa maggioranza si assuma le proprie responsabilità e ne tragga le dovute conseguenze».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400