Lunedì 19 Agosto 2019 | 19:51

NEWS DALLA SEZIONE

Malendugno
Torre dell'Orso, si tuffa dalla falesia e finisce sugli scogli: grave 16enne

Torre dell'Orso, si tuffa e batte la testa sugli scogli: grave 16enne

 
Immunità penale
Taranto, decreto salva Ilva: tarda pubblicazione in Gazzetta ufficiale

Taranto, decreto «salva Ilva»: slitta pubblicazione in Gazzetta ufficiale

 
Il match
Raffo Cup a Taranto, blackout allo stadio e la curva si accende con i cell

Raffo Cup a Taranto, blackout allo stadio: curva illuminata con i cell

 
Serie A
Il Lecce si prepara al match con l'Inter: operato Maccariello

Il Lecce si prepara al match con l'Inter: operato Maccariello

 
Il caso
Barletta appestata da puzza nauseante: cittadini costretti a chiudersi in casa

Barletta, puzza ammorba la città, cittadini si chiudono in casa. Sindaco: sono criminali

 
Serie c
Bari calcio, si riprende domani: obiettivo Serie B

Bari calcio, si riprende domani: obiettivo Serie B

 
La storia a lieto fine
Potenza, il treno parte e lui resta a bordo: papà "abbandona" figlia a terra

Potenza, il treno parte e lui resta a bordo: papà «lascia» figlia a terra

 
viabilità
L'allarme dell'ass. Giannini: «Bari rischia di perdere i fondi per la 16»

L'allarme dell'ass. Giannini: «Bari rischia di perdere i fondi per la 16»

 
La denuncia
«Noi disabili in difficoltà a Torre Quetta chiediamo aiuto a Comune e Regione»

«Noi disabili in difficoltà a Torre Quetta chiediamo aiuto a Comune e Regione»

 
Nel paesino Foggiano
Roseto Valfortore, il sindaco: «Cercasi disperatamente segretario comunale»

«AAA cercasi segretario comunale a Roseto Valfortore»

 
L'arresto
Statte, ladro sfortunato: entra in due case ma viene beccato dai proprietari

Statte, ladro sfortunato: entra in due case ma viene beccato dai proprietari

 

Il Biancorosso

Coppa Italia
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLa protesta
Poste Taranto, Cgil: un mese di sciopero servizi aggiuntivi

Poste Taranto, Cgil: un mese di sciopero servizi aggiuntivi

 
LecceMalendugno
Torre dell'Orso, si tuffa dalla falesia e finisce sugli scogli: grave 16enne

Torre dell'Orso, si tuffa e batte la testa sugli scogli: grave 16enne

 
MateraDopo il rogo
Bernalda, 14 braccianti in nero dormivano nella «Felandina»

Bernalda, 14 braccianti in nero dormivano nella «Felandina»

 
PotenzaIl caso
Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

 
BariIl restyling
Bari, telecamere e luci led per la pineta di San Francesco: ottobre i lavori

Bari, telecamere e luci led per la pineta di San Francesco: ottobre i lavori

 
BatIl caso
Barletta appestata da puzza nauseante: cittadini costretti a chiudersi in casa

Barletta, puzza ammorba la città, cittadini si chiudono in casa. Sindaco: sono criminali

 
FoggiaGiovani e la musica
La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

 
BrindisiAtti vandalici
Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

 

i più letti

la storia

Andriese a New York
ambasciatore di eleganza

Domenico Vacca, il suo nome fa rima con eleganza e raffinatezza mai disgiunta da «Puglia» e «Italia»

Domenico Vacca

di GIUSEPPE DIMICCOLI

«L’eleganza si vede; la classe si sente». Ci affidiamo a questo aforisma dell’insuperabile maestro Roberto Gervaso per presentare ai lettori Domenico Vacca. Abbiamo incontrato Domenico, per pochi affettuosamente Mimmo, durante una piacevole intervista a Trani - con sfondo il meraviglioso porto - grazie alla cortese presentazione di Salvatore Liso - presidente Confapi Bari Bat - «storico amico dai banchi di scuola».
Vacca, 55enne sangue andriese nelle vene con globuli lavorativi e culturali planetari, è un personaggio di casa nella «Grande Mela». Tutto documentato su www.domenicovacca.com e instagram.com/domenicovacca. A New York il suo nome fa rima con eleganza e raffinatezza mai disgiunta da «Puglia» e «Italia». Non ha caso tutto quello che crea e fa ha sempre l’imprinting di «uomo del Sud Italia». E lo si comprende bene quando, con la voce commossa, ricorda di «essere nato sui meravigliosi tavoli da sarta di mia nonna Savina». Questo stilista, dai modi cortesi e dall’accento che fonde la musicalità andriese allo slang newyorkese - veste e segue tanti personaggi dello star system. Vanta nel suo «portafoglio» un cospicuo numero di star di Hollywood vincitori di «Oscar». Per molti è un lucky charm. Indossano i suoi capi, solo per citare alcuni nomi, personaggi del calibro di Dustin Hoffman, Al Pacino, Alan Arkin, Michael J Fox, Glenn Close, Denzel Washington, Forest e Keisha Whitaker, il campione di basket Scottie Pippen, Mickey Rourke, Ashton Kutcher.
Ma è solo un aperitivo. Tra le sue amiche ci sono Arianna Huffington - giornalista e scrittrice fondatrice del potente blog The Huffington Post -, Ivana Trump - prima moglie del presidente statunitense -, Ivanka Trump - figlia di Donald -, passando per Martin Scorsese, Silvio Berlusconi, Lapo Elknann, Riccardo Scamarcio e tanti altri.

Vacca, laurea a Bari e tesi con il professor andriese Sabino Fortunato, è stato anche editore di una rivista di moda negli Stati Uniti che raccontava storie di successo degli imprenditori italiani. «Con la stampa è possibile educare gli imprenditori», afferma.
Quando negli anni ’90 arriva a New York inizia a lavorare nello studio legale Baker McKenzie incontrando lo stilista napoletano Luigi Borrelli con il quale, poi, inizia una collaborazione.
Il nuovo palazzo «Domenico Vacca», a New York, è uno scrigno di eleganza di dieci piani ubicato sulla 55esima strada e la mitica Fifth Avenue dove si respira «aria pugliese». Questo negozio di abbigliamento e accessori uomo e donna, esteso su una superficie di 1600 metri quadri, ha al suo interno un bar dove si gusta rigorosamente il caffè Saicaf, un barbiere dove sono usati «prodotti della Proraso», un parrucchiere, uno studio fotografico, un club privato arredato con marmo di Trani, chianche pugliesi e legno di ciliegio. A tutto questo bisogna aggiungere ben trenta appartamenti residence arredati con «gusto e materiale pugliese». Ma non è tutto. Spazio anche per una galleria d'arte dove Vacca sarà ben lieto di «ospitare artisti pugliesi».

Domenico, inoltre fa sapere che, «Ho negozi anche a Miami, Beverly Hills, Mayakoba (Messico), Doha (Qatar), Londra (Harrods), Mosca (Tzum)». Una «presenza pugliese» a livello globale. Vacca, roteando il caleidoscopio della sua vita, si abbraccia i ricordi di casa sua dipingendo con tenerezza e amore i suoi genitori. «Mio padre Michele era una persona elegantissima che ho visto solo una volta senza cravatta in vacanza. I suoi abiti di lino brillavano per stile - ha ricordato con gli occhi lucidi -. Mia mamma Nicoletta la ricordo per dolcezza e precisione».
Proprio «queste certezze» sono il fulcro del suo successo che lo vede imprenditore di successo con collegamenti nel jet set mondiale con la ferma intenzione di «valorizzare e far conoscere le bellezze della nostra meravigliosa terra» precisando che: «la nostra produzione non può prescindere dal made in Puglia e made in Italy con tutta una serie di nuovi progetti a brevissima scadenza».
Con la sua meravigliosa compagna, la modella umbra di Foligno Eleonora Pieroni, veicola il verbo dello stile italiano a tal punto che la prestigiosa rivista «Dekad lifestyle magazine» gli ha dedicato una copertina con il significativo titolo «The new power couple of fashion».

ll prestigioso www.nytimes.com - in un pezzo di Jon Caramanica - ha titolato «Domenico Vacca: Committing to the Life of Leisure».
Raffinato il ragionamento di Vacca in merito alla Puglia: «La Puglia è una regione di gusto, di grande eleganza. È una terra di signori e signore con la S maiuscola, colti, eleganti, ospitali, creativi. La Puglia e i pugliesi sono, per me, così. Sono l'espressione di una terra che è casa del Castel del Monte, del Teatro Petruzzelli, del porto di Trani, di Ostuni, del barocco leccese, del Gargano, del Salento, dei quadri del De Nittis, dell'olio più buono del mondo. Sono una sintesi di tutto ciò. Io ho trasferito tutto questo nelle mie collezioni, nelle mie creazioni, nello stile Domenico Vacca e l'ho portato in giro per il mondo». È sorprendente la risposta di cosa apprezzerebbero gli statunitensi delle «perle pugliesi»: «Certamente cibo e turismo. La burrata di Andria è ormai un must nei ristoranti negli Stati Uniti così come l'olio e ora anche i vini pugliesi sono apprezzati in America. Il turismo in Puglia è decollato e le star americane scelgono sempre di più la Puglia come metà delle loro vacanze. Ho parlato per la prima volta a Ivanka Trump della Puglia otto anni fa quando ero in vacanza con sua madre Ivana Trump a St. Tropez e due anni fa l'ho convinta a venire in Puglia scrivendole due pagine di posti da visitare. Ho portato a Trani diversi miei amici attori americani che sono rimasti incantati dalla bellezza del suo porto, la cattedrale e il lungomare, dal cibo e dal calore della gente».

Consigli agli imprenditori pugliesi: «Entrare nel mercato americano in modo "organizzato" con un piano di investimenti a lungo termine negli Stati Uniti che li permetta di crescere in modo organico. Gli Stati Uniti non sono più quelli di 30 anni fa. Oggi tutti vogliono venire in America, certamente più di prima. 30 anni fa ci si trasferiva per scelta professionale, di business e personale. Oggi per molti imprenditori è una necessità per far fronte alla crisi economica italiana ed europea. La concorrenza è tanta. Oggi bisogna arrivare in America con le possibilità, gli investimenti necessari per penetrare un mercato dove ogni giorno ci si confronta con le realtà professionali e imprenditoriali più capaci del mondo».

Nostalgia della Puglia? «È una parola di altri tempi. Oggi viaggiare è facilissimo e io vengo in Puglia almeno due, tre volte l'anno per disegnare e produrre parte delle mie collezioni. E' difficile spiegare cosa mi manca della Puglia. Mi manca l'aria della Puglia, il suo profumo, quel mix di mare e campagna, i centri storici, gli alberi di ulivo, le vigne, i muretti in pietra, il caldo dell'estate, gli amici che conosco da 40 anni, i rapporti umani, la semplicità della vita mediterranea paragonata alla vita frenetica di New York e delle altre metropoli dove passo parte del mio tempo. Sono un grande amante della Puglia e forse uno dei sui migliori ambasciatori della Puglia nel mondo perché parlo spessissimo della Puglia a tutti i miei amici e clienti nonché quando rilascio intervista alla stampa straniera, hi fatto innamorare della Puglia anche la mia compagna, l'attrice e modella Eleonora Pieroni, che è innamorata della mia regione e non perde una occasione per accompagnarmi nei miei viaggi pugliesi». Prima di salutare, però, ha un pensiero per i giovani: «Non porsi mai dei limiti, sognare e far diventare i propri sogni realtà lavorando tanto e concentrandosi sulla metà da raggiungere. Partire da Andria e arrivare a creare un marchio di moda conosciuto nel mondo con un grande negozio/palazzo di dieci piani a New York e tanti altri negozi con il proprio nome tanti anni fa era certamente un sogno, l'obbiettivo della mia vita è stato ed è quello di far diventare i miei sogni realtà».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie