Giovedì 23 Settembre 2021 | 19:07

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

In 230 diretti in Albania

Pistoletto presenta Bjcem
a Bari: «Siate demopratici»

BARI - Con un appello a «passare dal potere alla pratica con la forza dell’arte, creando una società demopratica», Michelangelo Pistoletto ha invitato i 230 artisti che stasera partiranno da Bari per raggiungere Tirana e Durazzo e partecipare alla Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo (Bjcem), per la prima volta in Albania fino al 9 maggio, a «non diventare assolutisti ma a connettere la propria creatività».

«Parliamo di Europa, di collaborazione - ha detto Pistoletto intervenendo alla presentazione dell’evento - ma dobbiamo passare dalla democrazia, cioè il potere del popolo che non si raggiunge mai, alla demopraczia mettendo insieme le nostre abilità e il nostro intelletto». Bari, dove venti anni fa approdò la nave Vlora con a bordo circa 20mila albanesi, ha ospitato oggi una «pre-Bjcem'», ha spiegato l’ambasciatore della Repubblica dell’Albania in Italia, Alina Bitri, secondo la quale "l'arte, che non ha mai conosciuto le frontiere, ha aperto ancora una volta la strada alla cooperazione».

Non a caso il tema di quest’anno, ha rilevato il direttore artistico della Bjcem, Driant Zenelli, «è la casa: gli autori delle opere partono da diversi concetti, la casa come malinconia, come passato, come conflitto, come fallimento». Ma quello che «faremo con questi giovani artisti - ha precisato la presidente di Bjcem, Dora Bei - sarà capire come possiamo costruire una casa comune, in un momento in cui nel mondo c'è grande instabilità, ci sono conflitti, e molti Stati costruiscono muri».

Questa volta, ha concluso l’assessore alla Cultura della Regione Puglia, Loredana Capone, «siamo ancora la regione che unisce ma con un percorso inverso, che parte dalla Puglia e arriva in Albania, perché a questi artisti chiediamo di comunicare per noi, con le loro opere, che consideriamo il Mediterraneo una casa comune in cui rispettiamo l’altro per quello che è, e non per quello che porta». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie