Domenica 25 Agosto 2019 | 15:49

NEWS DALLA SEZIONE

L'esordio in A
Lecce calcio, Liverani: l'Inter è forte, ma ce la giochiamo

Lecce calcio, Liverani: l'Inter è forte, ma ce la giochiamo

 
L'idea
Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

 
Incidente stradale
Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono gravi

Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono in gravi

 
Il salvataggio
Castro, tartaruga urta barca e perde l'occhio: salvata dalla Guardia Costiera

Castro, tartaruga urta barca e perde l'occhio: salvata dalla Guardia Costiera

 
Polignano, c'è l'indagine
Costa Ripagnola, il resort fra i "trulletti" finisce sotto i fari della Procura

Costa Ripagnola, il resort fra i "trulletti" finisce sotto i fari della Procura

 
L'emergenza
Caso Seu a Bari, la bimba di Bitonto lascia la Rianimazione

Caso Seu a Bari, la bimba di Bitonto lascia la Rianimazione

 
Rissa choc
Ostuni, botte a ragazzino dopo la partita di calcetto: 16enne in ospedale

Ostuni, botte dopo la partita di calcetto: 16enne in ospedale

 
Notte della Taranta
Concertone, in 150mila al gran finale: Melpignano balla con mezzo mondo

Concertone, in 200mila al gran finale: Melpignano balla con mezzo mondo Ft
105 persone soccorse durante l'evento

 
Vicino Teramo
Incidenti, auto si schianta in galleria su A14: muore 76enne di Btritto

Incidenti, auto si schianta in galleria su A14: muore 76enne di Btritto

 
La decisione
Giochi Mediterraneo 2026, è ufficiale: la sede sarà Taranto

Giochi Mediterraneo 2026, è ufficiale: la sede sarà Taranto. Ritorno in Puglia dopo circa 30 anni Video

 
Un 49enne
Incendi, arrestato piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

Incendi, preso piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatL'idea
Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

Barletta, un mosaico a Canne per non dimenticare la storia

 
MateraIncidente stradale
Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono gravi

Tricarico, auto finisce contro il guard rail: 4 feriti, 3 sono in gravi

 
LecceIl salvataggio
Castro, tartaruga urta barca e perde l'occhio: salvata dalla Guardia Costiera

Castro, tartaruga urta barca e perde l'occhio: salvata dalla Guardia Costiera

 
BrindisiLa furia di un 53enne
Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

Brindisi, la moglie lo lascia e lui distrugge i mobili: allontanato da casa

 
PotenzaSanità
Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

Potenza, al S. Carlo carenza di medici: colpa delle «porte girevoli»

 
HomePolignano, c'è l'indagine
Costa Ripagnola, il resort fra i "trulletti" finisce sotto i fari della Procura

Costa Ripagnola, il resort fra i "trulletti" finisce sotto i fari della Procura

 
TarantoSanità
Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

Castellaneta, chiuso il punto nascite in ospedale: bimbi trasferiti

 
FoggiaLa band canta in via Zara
I «Kolors» oggi a Foggia per un concerto gratuito

I «Kolors» oggi a Foggia per un concerto gratuito

 

i più letti

Bisogni solo dalle 10.45 alle 11

Cerignola, la pipì solo a orario
rivolta dei genitori in elementare

Cerignola, la pipì solo a orariorivolta dei genitori in elementare

cerignolaQuindici minuti per andare in bagno, terminati i quali ogni alunno dovrà chiedere l’autorizzazione direttamente al dirigente scolastico per poter fare i propri bisogni al di fuori della fascia oraria prestabilita. L’anomala decisione è stata assunta presso il V Circolo Didattico Terminillo di Cerignola, dove Maria Racanelli, che dirige l’istituto, ha ordinato a tutti i bambini dai 6 agli 11 anni di andare in bagno in un lasso di tempo predefinito, dalle 10,45 alle 11.
La decisione ha lasciato interdetti i genitori, che hanno avviato – ancora non formalmente – delle vivaci proteste contro il dirigente scolastico. Racanelli, che non è risultata raggiungibile per chiarire la faccenda, sarebbe stata costretta ad adottare questa misura estrema dopo che – informano i genitori – alcuni bambini avrebbero sporcato i bagni in maniera esagerata creando disagi al personale scolastico e agli altri alunni. Si tratterebbe, quindi, di una punizione sui generis che va avanti da circa tre settimane, atteso che chiunque abbia necessità di recarsi in bagno deve chiedere il permesso alla “direttrice”. Ieri, però, il caso ha assunto dimensioni macroscopiche perché un’alunna di 9 anni ha avvertito un malore e non è riuscita ad accedere ai bagni: soltanto dopo due ore, e solo quando è suonata la campanella, l’alunna è uscita da scuola. Troppo tardi, in quanto nel frattempo non è riuscita a trattenere i propri bisogni. Anche perché, informano dalla scuola, ci sarebbero altri problemi legati ai permessi – ritenuti fin troppo rigidi- sull’entrata posticipata e l’uscita anticipata dei minori (ne è concesso uno al mese per entrare e per uscire).
La decisione della regolamentazione ferrea dell’accesso ai bagni è giunta fino a Palazzo di Città, dove il vicesindaco Rino Pezzano ha annunciato una imminente visita presso il V Circolo Didattico di Cerignola: «Mi recherò personalmente a scuola per capire cosa stia succedendo e se corrispondono al vero le decine e decine di lamentele che i genitori mi hanno inoltrato in queste settimane. Vorrei capire il motivo di questo atteggiamento, che non mi sembra essere consono all’utenza di quella scuola: c’è da ricordare, infatti, che si tratta di bambini dai 6 agli 11 anni. Ascolterò le ragioni della dirigente, ma se dovesse essere confermato tutto ciò che riferiscono genitori e alunni si tratterebbe di una decisione totalmente inaccettabile», conclude l’assessore ai servizi sociali.
La situazione, invece, rimane stabile nella scuola materna annessa alla Terminillo, dove i bambini non riscontrato alcun problema nella gestione dei turni ed hanno libero accesso ai bagni. La dirigente Maria Racanelli spiegherà dunque il senso della “punizione” di chiusura dei bagni ai genitori e alle Istituzioni cittadine che si sono interessate al caso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie