Venerdì 19 Ottobre 2018 | 04:17

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Tar su Rega

Niente scorta al giornalista
«Simulò il suo attentato»

nello rega

È accusato di aver simulato gli attentati contro di lui. Di qui la revoca della misura di protezione emesso dal Questore di Potenza nell’ottobre del 2011, provvedimento confermato dal Tar del Lazio a cui si era rivolto con un ricorso. Protagonista della vicenda è il giornalista potentino Nello Rega, che denunciò di essere stato intimidito dopo le inchieste sul mondo islamico e il suo libro «Diversi e divisi» proprio sul tema della convivenza fra islamici e cristiani. Oltre a respingere il ricorso, il Tar del Lazio ha condannato Rega al pagamento delle spese processuali. Il ricorrente, come dicevamo, ha impugnato il provvedimento con cui il questore revocò la misura di protezione «tutela su auto non specializzata», lamentandone l’illegittimità per eccesso di potere, difetto di motivazione, e altre violazioni di legge.

La misura era stata concessa in seguito a un presunto attentato subito mentre era alla guida della propria auto (denunciò di essere stato affiancato da sconosciuti che esplodevano contro di lui alcuni colpi di pistola).
Per il Tar «le motivazioni della revoca - si legge nella sentenza - si basano sulla segnalazione della stazione dei carabinieri di Potenza che riferiva dell’invito a comparire notificato al ricorrente quale persona sottoposta ad indagini per l’ipotesi di simulazione di reato, proprio con riferimento alla simulazione dell’attentato che aveva dato origine alla misura di protezione, nonchè ad altro episodio denunciato come minaccia alla sua persona».

La circostanza di essere indagato per simulazione di reato «proprio in ordine all’evento che ha determinato l’adozione della misura di protezione, in aggiunta ad altri comportamenti contrari all’accordo di protezione che hanno portato all’adozione di ben due diffide», per i giudici amministrativi «giustifica il provvedimento di revoca da parte dell’amministrazione che ritiene non sussistente una situazione di rischio per la persona del ricorrente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Migranti, Calimera offre ospitalitàsindaco Riace. Lega: spot a illegalità

Migranti, Calimera offre ospitalità sindaco Riace. Lega: spot a illegalità

 
Negramaro, Lele lascia ospedale: andrà a Roma per la riabilitazione

Negramaro, Lele lascia ospedale: andrà a Roma per la riabilitazione

 
Scontro treni, il gup chiama in causail Ministero e la Ferrotramviaria

Scontro treni, gup chiama in causa il Ministero e la Ferrotramviaria

 
Lecce, esce per un permesso e torna in carcere con una dose a mo' di supposta

Lecce, esce per un permesso e torna in carcere con una dose a mo' di supposta

 
Pastore ucciso nel Materano: scarcerato presunto mandante

Pastore ucciso nel Materano: presunto mandante scarcerato dopo 11 mesi

 
Mafia, Consiglio di Stato confermascioglimento comune di Parabita

Mafia, Consiglio di Stato conferma scioglimento Comune di Parabita

 
Ex sindaco Lecce Perrone: «Le primarie? Andrebbero fatte sempre»

Ex sindaco Lecce Perrone: «Le primarie? Andrebbero fatte sempre»

 
La mia splendida Marsalatutta da bere e... mangiare

La mia splendida Marsala tutta da bere e... mangiare

 

GDM.TV

Bari, video choc: ecco il baby boss di Japigia

Bari, il video choc del bambino boss di Japigia: «La madama mi fa un...»

 
Luca Turi diventa cittadino onorario di Durazzo: «Sono onorato»

Luca Turi diventa cittadino onorario di Durazzo: «Sono onorato»

 
Sanità, Emiliano visita gli ospedali e le Asl Bat: il video

Sanità, Emiliano visita gli ospedali e le Asl Bat: «Migliorata l'offerta»

 
Strage S.M. in Lamis, dopo un anno arrestato pregiudicato. Morirono i fratelli Luciani, innocenti

Strage S.M. in Lamis, un arresto. Morirono i fratelli Luciani, innocenti VD

 
Tap, la promessa di Di Battista: «Lo bloccheremo in 2 settimane»

Tap, la promessa di Di Battista: «Lo bloccheremo in 2 settimane»

 
Rapinano ufficio postale a Lucera, arrestati un 19enne e un 22enne di Cerignola

Rapinano ufficio postale a Lucera, arrestati un 19enne e un 22enne 

 
Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

 
Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano

Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano in strada

 

PHOTONEWS