Martedì 28 Giugno 2022 | 10:54

In Puglia e Basilicata

Sicurezza

Puglia, da lunedì arriva il taser in altri 3 comuni: Francavilla Fontana, Monopoli e Modugno

«Taser in dotazione anche a Bari e Brindisi per garantire più sicurezza alla forze di polizia»

Lo annuncia il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni

21 Maggio 2022

Redazione online

BARI - A partire da lunedì 23 maggio, il taser sarà operativo anche a Francavilla Fontana, Monopoli e Modugno. «E' la finalizzazione di una lunga fase, iniziata nel 2014 quando il Parlamento ha dato il via libera per la prima volta all’introduzione dell’arma nella dotazione effettiva delle nostre Forze dell’Ordine e proseguita, a partire dal 2018, con una attenta e articolata sperimentazione».

Lo annuncia il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni. «Gli operatori della sicurezza, a cui verrà assegnata la pistola a impulsi elettrici, hanno seguito un iter formativo qualificante - continua Molteni - per l’utilizzo di questo strumento non letale, che è innanzitutto un mezzo di difesa a tutela della incolumità di chi è impegnato nei servizi di vigilanza e controllo del territorio». «L'utilizzo operativo del taser - conclude il sottosegretario - è stato avviato lo scorso 14 marzo e sta seguendo un cronoprogramma serrato. Siamo orgogliosi di aver offerto alle Forze di Polizia uno strumento in più per svolgere nel migliore dei modi, e con la massima sicurezza possibile, il loro fondamentale lavoro per la collettività». 

I COMMENTI

«Dopo l’avvio della sperimentazione a Bari e Brindisi si amplia la platea di forze dell’ordine pugliesi che utilizzeranno il taser. Da lunedì infatti, come precisato dal sottosegretario Molteni, il taser entrerà a pieno titolo nelle armi in dotazione agli agenti di polizia, carabinieri e finanzieri di Francavilla Fontana, Monopoli e Modugno. Ottimo. È la dimostrazione del successo di un’idea messa in atto dall’allora ministro dell’Interno Salvini». Lo comunica il senatore Roberto Marti, segretario regionale della Lega Puglia. «Ricordo a tutti che il taser non è un’arma letale e che quindi consente alle forze di polizia impegnate sulle nostre strade e per la nostra sicurezza di intervenire in situazioni critiche, tutelando se stessi e gli altri senza l'utilizzo di armi da fuoco». «Anche per questa ragione da tempo le associazioni di rappresentanza della polizia penitenziaria -continua Marti- ci chiedono che il taser sia dato in dotazione anche agli agenti che lavorano nelle nostre carceri, soprattutto a coloro impegnati quotidianamente nelle aree detentive, troppo spesso aggrediti e feriti gravemente dai detenuti». «Credo che bisogna tutelare -conclude il segretario pugliese della Lega- l'incolumità dei detenuti tanto quanto quella degli agenti penitenziari»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725