Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 21:54

NEWS DALLA SEZIONE

La tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
a S. Michele Salentino
Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

 
Il documento
Scuola e Covid in Puglia, ecco le linee guida della Regione per la ripartenza in presenza

Scuola e Covid, ecco le linee guida pugliesi per la ripartenza in presenza da lunedì. Lopalco: «Sono 12 punti»

 
Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, 15.204 nuovi casi e 467 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus Italia, 15.204 nuovi casi e 467 morti nelle ultime 24 ore. Puglia al primo posto per ricoveri in Terapia intensiva

 
Il caso
Ospedale in Fiera: «Niente visite a pagamento. Per i medici solo spazi amministrativi»

Ospedale in Fiera: «Niente visite a pagamento. Per i medici solo spazi amministrativi»

 
Il bollettino regionale
Covid Puglia,

Covid Puglia, su 11802 test 1233 nuovi positivi, 30 i morti: positività al 10,4%. Regione: attivazione immediata ospedale in Fiera

 
Il virus
Covid, appello Fimmg Puglia: «118 non può "servire" ospedale Fiera Bari». Allarme per i lavoratori delle Rsa

Covid, appello Fimmg Puglia: «118 non può "servire" ospedale Fiera Bari». Allarme per i lavoratori delle Rsa

 
Il caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
Il caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
Maltempo
Neve imbianca il Gargano e i Monti Dauni, scuole chiuse a Monte Sant'Angelo

Neve imbianca il Gargano, i Monti Dauni e la Murgia: scuole chiuse a Monte Sant'Angelo

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
Brindisia S. Michele Salentino
Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

 
TarantoL'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
PotenzaSHOAH
Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

 
FoggiaIl caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
BatIl caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
MateraIl caso
Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

 
LecceIl caso
Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

 

i più letti

L'intervista

Dell'Erba: «Fiducia valore decisivo nei mesi bui del Covid»

Il presidente di Federcasse: «trovare formule per rendere sostenibile la ripresa dei pagamenti»

Dell'Erba: «Fiducia valore decisivo nei mesi bui del Covid»

BARI - Augusto Dell’Erba, presidente di Federcasse, nei mesi durissimi della prima e della seconda ondata pandemica qual è stato il ruolo svolto dalle banche di credito cooperativo?
«Lavorando con le misure varate dall’esecutivo siamo andati significativamente oltre la nostra consueta quota di mercato che, solitamente, si aggira fra il 7 e l’8% del credito complessivo. Si direbbe, banalmente: abbiamo fatto il nostro dovere e molto di più. È un risultato che ci rende orgogliosi e che certifica il nostro ruolo: quando la banca di comunità opera bene va immediatamente incontro alle esigenze della clientela»

Qual è stato il valore aggiunto?
«In casi come questi è decisiva la soft information, la qualità premiale della relazione. Un banca esiste soprattutto quando intercetta la fiducia, il primo valore immateriale»

La vostra clientela è quella delle micro-imprese che innervano e caratterizzano il tessuto produttivo italiano e, sopratutto, meridionale. Resisteranno alla crisi?
«Sento dire spesso che la pandemia è come una guerra. Ma in guerra molte braccia vengono sottratte all’impresa per correre al fronte e, soprattutto, la produzione cambia volto per adattarsi alle esigenze del conflitto. Attualmente è diverso. La produzione non è stata snaturata, ma è rimasta intatta. Nella mia banca, ad esempio, non mi aspetto un rimbalzo negativo rilevante. I nostri clienti sono gente operosa, artigiani, coltivatori diretti, commercianti capaci di trovare soluzioni e di adattarsi al contesto. Preoccupa di più chi potrebbe non dare segni di ripresa».

Un punto cruciale: alla fine delle moratorie cosa attende chi ha acceso un mutuo ed è rimasto fermo per mesi?
«Questo è un tema che inizia ad affacciarsi nel dibattito e, a breve, potrebbe diventare cruciale. Quello del default e dell’insolvenza è un nodo iper-regolamentato ma qui ci troviamo in una situazione diversa. Il codice civile regola l’inadempimento colpevole ma se l’inadempimento è una diretta conseguenza di misure restrittive, cioè di un evento straordinario al quale si sono accompagnati provvedimenti di natura normativa e amministrativa che mi hanno impedito di fare il mio lavoro, sono davvero inadempiente?».

Ecco, lo sono?
«Ritengo non del tutto. Ma se il problema è emerso per le locazioni, qui il dibattito deve ancora innescarsi. Resta il fatto che inserire un imprenditore nella lista dei “cattivi pagatori” non può che determinare conseguenze peggiorativa del suo stato».

Bisognerà proseguire con le moratorie?
«Bisognerà trovare delle forme per rendere la ripresa dei pagamenti sostenibili per quelle imprese che ce la possono fare. Io confido in una rapida ripresa. I ristoranti chiusi per settimane magari riaprono e ricominciano a fatturare in modo significativo.

Bene, realisticamente devono potersi riprendere e rientrare dei pagamenti. È importante dare tempo alla gente».
E finirà così?
«L’Europa è piuttosto rigida in materia, ritenendo sia sempre un bene evidenziare e far apparire le criticità. Ma se si può evitare quando non è necessario perché favorire l’espansione delle sofferenze?»

Vi siete spesso interfacciati con il governo giallorosso, ora in crisi. Quali sono state la vostre richieste?
«Riteniamo da diverso tempo che la normativa che attualmente regola le banche di credito cooperativo, successivamente alla costituzione dei gruppi bancari cooperativi, meriterebbe una revisione in quanto certe norme europee che ci collocano nel sistema delle banche “significant” andrebbero riviste. Serve portare le nostre banche ad avere una regolamentazione coerente con la propria struttura giuridica e la propria effettiva operatività».

Che risposte sono arrivate?
«Il presidente del Consiglio, a settembre, durante il Festival dell’economia di Firenze, ha riconosciuto chiaramente che il nostro sistema merita una revisione normativa. Ora si tratterebbe di mettersi al tavolo con i regolatori per capire in che direzione ma, di fatto, il Governo ha percepito e recepito questa esigenza».

Fra le priorità più stringenti in questa fase c’è la ripresa economica con i fondi europei, tra Recovery e Green Deal, dedicati a innovazione e transizione verde. Siete della partita?
«È la nostra vocazione. Per esempio abbiamo tra le banche di credito cooperativo il consorzio Bcc Energia che compra per conto delle banche energia pulita. Sono molte anche le iniziative, dal forte valore innanzitutto simbolico, come l’installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici a Castellana e a Policoro. Sono fatti non di grande impatto immediato, certo, ma che manifestano chiaramente l’indirizzo verso cui siamo orientati».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie