Mercoledì 30 Settembre 2020 | 08:56

NEWS DALLA SEZIONE

il furto
Bari, colpo nel caveau dell'enoteca De Pasquale: rubati 300mila euro di vini pregiati

Bari, colpo nel caveau dell'enoteca De Pasquale: rubati 300mila euro di vini pregiati

 
Il virus
Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicovetere

 
L'appello
Coronovirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

Coronavirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

 
Calcio
Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

 
Serie B
Lecce calcio, arriva l'attaccante Stepinski in prestito dal Verona

Lecce calcio, arriva l'attaccante Stepinski in prestito dal Verona

 
Il virus
Coronavirus Bari, positivo addetto alle pulizie dell'Amtab: chiuso ufficio

Coronavirus Bari, positivo addetto alle pulizie dell'Amtab: chiuso ufficio

 
Il batterio killer
La Xylella avanza verso Nord: 50 nuovi ulivi infetti nell'area di Monopoli

La Xylella avanza verso Nord: 50 nuovi ulivi infetti nell'area di Monopoli

 
La cerimonia
Bari, 400 pergamene per i laureati durante il lockdown: cerimonia in piazza del Ferrarese

Bari, 400 pergamene per i laureati durante il lockdown: cerimonia in piazza del Ferrarese VD

 
Il bollettino nazionale
Covid 19 in Italia, 1648 contagi e 24 morti nell'ultimo giorno

Covid 19 in Italia, 1648 contagi e 24 morti nell'ultimo giorno

 
Salute
Andria, prelievo multiorgano al Bonomo: 86enne dona fegato e reni. Saranno trapiantati a Bari

Andria, prelievo multiorgano al Bonomo: 86enne dona fegato e reni. Saranno trapiantati a Bari

 

Il Biancorosso

Calcio
Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariil furto
Bari, colpo nel caveau dell'enoteca De Pasquale: rubati 300mila euro di vini pregiati

Bari, colpo nel caveau dell'enoteca De Pasquale: rubati 300mila euro di vini pregiati

 
BatLa visita
Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

 
FoggiaIl caso
Partecipano a festa di Prima Comunione: 20 contagi nel Foggiano

Partecipano a festa di Prima Comunione: 20 contagi nel Foggiano

 
LecceIl video
Lecce, ecco l’assassino mentre rientrava casa dopo aver ammazzato i fidanzati

Lecce, ecco l’assassino mentre rientrava a casa dopo aver ammazzato i fidanzati. Tutti gli errori del killer

 
TarantoLa celebrazione
Mittal, a Taranto la cerimonia in memoria delle vittime del lavoro

Mittal, a Taranto la cerimonia in memoria delle vittime del lavoro

 
MateraNel Materano
Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

 
BrindisiNel Brindisino
Campo di Mare, sbarcati 47 migranti egiziani nella notte: stanno tutti bene

Campo di Mare, sbarcati 47 migranti egiziani nella notte: stanno tutti bene

 

i più letti

I dati

Medicina, Puglia da record in Italia per numero borse di specializzazione per il 2019-2020

Con un totale di 650 borse di specializzazione (620 statali e 30 regionali) destinate ai laureati in Medicina (478 a Bari e 172 a Foggia), le Scuole di Medicina Pugliesi portano a casa il più alto numero di contratti nella storia

Puglia, la rabbia dei giovani medici in una lettera: «Avete impoverito la sanità e ora ci mandate in guerra»

BARI - Con un totale di 650 borse di specializzazione (620 statali e 30 regionali) destinate ai laureati in Medicina (478 a Bari e 172 a Foggia), le Scuole di Medicina Pugliesi portano a casa il più alto numero di contratti nella storia. Con un incremento del 76% rispetto alle 382 borse dello scorso anno (352 statali e 30 regionali, di cui 291 a Bari e 91 a Foggia), l’Università pugliese supera così la media nazionale che è del 67,5%. "Un risultato senza precedenti - commenta il Magnifico Rettore dell'Università di Bari, Stefano Bronzini - che premia il lavoro svolto dalla Regione e dalle Università di Bari e di Foggia e che dimostra quanto sia ormai consolidato il rapporto tra il mondo Accademico e le politiche regionali per una migliore Sanità e qualità della vita dei cittadini; settore che, soprattutto in questi ultimi mesi, ha dimostrato di essere fondamentale nella gerarchia dei bisogni della popolazione”.

"Il numero di borse di specializzazione destinato alle Scuole Mediche Pugliesi rappresenta - commenta il magnifico Rettore di Foggia Pierpaolo Limone - un traguardo per il lavoro fin qui svolto e una importante premessa per il futuro dei nostri laureati”. Soddisfatto il presidente della Scuola di Medicina, prof. Loreto Gesualdo che considera "questi numeri da record il risultato del grande lavoro di squadra svolto in sinergia tra il Dipartimento della Salute, l’Osservatorio Regionale Scuole di Specializzazione, la Scuola di Medicina Barese e gli amici e colleghi di Foggia”. "Questi numeri - aggiunge Gesualdo - li dobbiamo anche alle reti formative che abbiamo sviluppato sul territorio e agli indicatori di performance raggiunti”. “Tutto questo- conclude Gianluigi Vendemiale, Preside della Scuola di Medicina di Foggia - è stato possibile grazie al lavoro di tutti che hanno contribuito ad innalzare il livello della qualità dell'offerta, portando la Scuola di medicina pugliese in generale ad un livello di eccellenza che va a beneficio della assistenza sanitaria". "Grande soddisfazione per l’incremento di borse per le scuole pugliesi" anche per Lucilla Crudele, rappresentante nazionale degli specializzandi nel Consiglio Universitario Nazionale (CUN) "Adesso chiediamo - dice Crudele - ai Direttori delle Scuole di organizzare le attività formative e assistenziali estese a tutte le strutture che hanno dichiarato la disponibilità in sede di accreditamento e che hanno permesso di avere un potenziale formativo così ampio: dobbiamo evitare che la quantità maggiore di posti possa diventare un limite per la qualità e per le opportunità di formazione di noi specializzandi".

Per il presidente nazionale  dell’Ordine dei medici Filippo Anelli “quello del numero di borse di specializzazione finanziate quest’anno dal Governo, è un risultato storico”. “Un risultato - aggiunge Anelli - frutto di un processo culturale che ha portato a una presa di coscienza collettiva che non mancano i medici in Italia bensì gli specialisti. Un obiettivo fortemente ricercato è voluto dalla FNOMCeO in primis che si è prodigata insieme con le associazioni degli studenti e degli specializzandi, dei sindacati medici e della stessa università perché il numero di borse fosse adeguato alle esigenze del nostro paese drammaticamente emerse nel periodo Covid. Siamo passasti da 6000 borse di studio del 2018 alle 8000 del 2019 e finalmente 14,200 nel 2020. Bari in questa operazione è stata protagonista con tutte le articolazioni Ordine specializzandi sindacati Universitá ottenendo il maggior incremento in termini percentuali. Ma tutto questo non è ancora sufficiente. Abbiamo bisogno di una legge che riconosca ad ogni laureato una borsa per terminare gli studi nel post laurea. Ad ogni laureato una specializzazione/medicina generale. Oggi anche il Governo ne prende atto con il Ministro Speranza che più volte ha dichiarato la sua disponibilità a verificare un percorso legislativo”.

Soddisfatto anche il dott. Vito Montanaro, Direttore del Dipartimento Promozione della Salute della Regione Puglia che sottolinea “il ruolo importante svolto dalla Regione e dalla Commissione Salute Ministeriale”. “Sono stati riconosciuti i nostri bisogni formativi - afferma Montanaro - e questo grande successo ci permetterà di colmare l’imbuto formativo degli ultimi anni.” “Questo straordinario risultato, riconosciuto dalle Istituzioni scientifiche nazionali - conclude il Governatore della Puglia Michele Emiliano - sta a significare che tutti insieme abbiamo fatto un ottimo lavoro. Il mondo della Ricerca, della Didattica e non ultima la politica hanno saputo, tutti insieme, portare a compimento un risultato che avrà effetti negli anni a venire. Da parte nostra abbiamo fatto del nostro meglio e abbiamo mantenuto le promesse fatte a suo tempo per tenere la Sanità di questa regione, una eccellenza riconosciuta e anche un punto di riferimento nella scelta dei giovani ricercatori in campo medico”. “L’aumento del numero delle borse di specializzazione statali aggiunge ancora il presidente Emiliano - è un successo di tutti - afferma Emiliano. Ma permetterà, soprattutto ai nostri medici laureati di specializzarsi in Puglia, essere assunti dal nostro Sistema sanitario regionale e colmerà così il gap generazionale già evidente da tempo. Essere tra le prime Università per quanto riguarda il numero di borse di studio rappresenta un traguardo per l’intero sistema che - ripeto - avrà sempre più effetti positivi sulla offerta della salute ai Pugliesi e non solo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie