Domenica 09 Agosto 2020 | 20:00

NEWS DALLA SEZIONE

Dopo 3 anni
Strage san Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti della criminalità

Strage San Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti della criminalità

 
L'aggiornamneto nazionale
Coronavirus in Italia, cresce curva contagi (+463), in calo i decessi (

Coronavirus in Italia, cresce curva contagi (+463), calo dei decessi (+2)

 
Occupazione
Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

 
il bollettino
Coronavirus Puglia

Coronavirus, in Puglia 9 nuovi casi su 1368 tamponi

 
nel basso salento
Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

 
L'intervista
«Il taglio dei parlamentari non regge senza le riforme»

«Il taglio dei parlamentari non regge senza le riforme»: la parola a Luciano Violante

 
politica pugliese
«Che errore la linea da duri e puri pronto al dialogo con Emiliano»

Lattanzio lascia il M5S: «Che errore la linea da duri e puri, pronto al dialogo con Emiliano»

 
Elezioni
«Non voterò per Emiliano lui vuole solo yes-man»

Puglia, Liviano non si ricandida: «Non voterò per Emiliano, lui vuole solo yes-man»

 
L'inchiesta
Taranto, lesioni colpose,. Indagati 10 medici

Taranto, perde una gamba dopo il ricovero: indagati 10 medici per lesioni colpose

 
L'intervista
«Bene Corvino, ora porti nel Salento una punta con la fame di La Mantia»

«Bene Corvino, ora porti nel Salento una punta con la fame di La Mantia»

 
Estate
Lecce, a Ferragosto ondata di turisti: si va verso il «tutto esaurito»

Salento, a Ferragosto ondata di turisti soprattutto italiani: si va verso il sold out

 

Il Biancorosso

serie c
Troppi over, il Bari col bisturi  taglio chirurgico a ogni arrivo

Troppi over: il Bari col bisturi, taglio chirurgico a ogni arrivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaDopo 3 anni
Strage san Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti della criminalità

Strage San Marco in Lamis, ricordati fratelli Luciani vittime innocenti della criminalità

 
TarantoOccupazione
Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

Taranto, approvato piano straordinario di 315 assunzioni per Arsenale: l'impegno del Governo

 
Leccenel basso salento
Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

 
MateraIl caso
Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

 
PotenzaIl caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
Batverso il voto
Barletta, manifesti abusivi. È già polemica

Barletta, manifesti abusivi in spazi non ancora assegnati: è già polemica

 
Brindisil'appuntamento
Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

Ceglie Messapica, il premier Conte ospite de «La Piazza»

 

i più letti

L'INTERVISTA

Lino Banfi: «Io e Ronn Moss ambasciatori delle bellezze di Puglia»

Ha ricevuto, ad ottobre del 2016, il riconoscimento di «Ambasciatore della Puglia “in the world”», dal sindaco di Bari Decaro e dal governatore Emiliano

Lino Banfi: «Io e Moss tra le bellezze della Puglia»

La Puglia è sempre più nel grande cuore di Lino Banfi. L’attore canosino-andriese ha trascorso un’intera settimana nella sua Canosa, insieme all’inseparabile compagna di una vita, la moglie Lucia, non disdegnando interviste e interventi come «commissario dell’Unesco», per promuovere la sua Canosa.

Non sono mancate alcune visite nei paesi vicini. E non solo come semplice turista, sempre accerchiato dai suoi fan (ai quali non nega mai un selfie o una foto), ma come «Ambasciatore della Puglia “in the world”», riconoscimento ricevuto, ad ottobre del 2016, a Bari dal sindaco di Bari De Caro e dal governatore Emiliano. Titolo che Banfi, oltre a sottolineare spesso, ricorda piacevolmente in ogni occasione. «In quella serata al Petruzzelli di Bari – racconta - i sindaci di Canosa e Andria fecero quasi “a gara” per consegnarmi la pergamena. Alla fine irruppe Michele Emiliano che volle riservarsi la consegna. E mi ha fatto molto piacere perché Michele è davvero un grande amico».

E quel titolo lo ha scherzosamente ricordato anche all’attore americano Ronn Moss, che ha incontrato, a pranzo prima di ripartire per Roma, a Molfetta, accompagnato dalla inseparabile amica e collaboratrice Paola Comin. «Ho fatto un figurone quando gli ho detto che sono ambasciatore della Puglia e ho aggiunto in perfetto inglese: “In the world”. E non serviva nemmeno la traduzione» dice ridendo Banfi.

Motivo dell’incontro, sul mare davanti a ricci e frutti di mare? Un film che sarà girato in Puglia, forse già da settembre, nel quale Ronn Moss, il «bellissimo» Ridge di Beautiful, attore ma anche co-produttore del film stesso, vorrebbe partecipasse anche l’attore pugliese per antonomasia, il “Lino Nazionale”. «Un incontro molto piacevole – rivela Banfi – con una persona molto a modo, simpatica e cordiale». Poi, come accade tra compaesani, si lascia andare ad una confidenza: «Ci siamo incontrati in un ristorante sul mare, (L’Adriatico, ndr) e quindi è evidente il pranzo “a base” di pesce, no? Però ad un certo punto ho intuito, prima dalla faccia di Moss, e poi da quella del nostro traduttore, che Ronn non mangiava pesce, né i frutti di mare: voleva mangiare solo carne! A Molfetta, sul mare??? Mah».

E come è finita? «Ha gradito almeno il pesce alla griglia... ecche.. chevoli!».

Lino non si sbilancia sulla sua eventuale partecipazione al film: «L’idea mi piace. Mi manderanno la scenografia e valuterò se partecipare. Ci sto pensando, ma la cosa più importante e che venga girato nella mia Puglia».

Già, la Puglia è sempre nel cuore di “nonno Libero” che, rivela, sta già pensando ad un altro film, questa volta “tutto suo” da girare all’ombra degli ulivi e magari con l’odore della vendemmia e del mosto, nei prossimi mesi. «E’ un po’ tutto da definire e anche la location – confida – ma tra la Murgia o le bellezze di Trani o Castel del Monte non ci sarebbe che l’imbarazzo della scelta» dice col suo faccione sorridente e sereno.

Poi si lascia andare, ricordando le sue vecchie pellicole o le sue amicizie, in quella terra di Puglia che ha sempre amato e promosso ovunque. «La nostra è una terra dalle grandi potenzialità e realtà – dice- ho visitato in questi giorni aziende particolarmente professionali e di livello che possono fare invidia al mondo. Realtà belle ed anche a conduzione familiare, come una grande autocarrozzeria di Barletta, realizzata da fratelli canosini ma, come me, con due campanili: Andria e Canosa». Poi sorridendo aggiunge: «E pensa che si chiamano pure Campanile! – continua - Come me, il loro padre si era trasferito a Canosa e conosceva due lingue oltre all’italiano: l’andriese e il canosino. Realtà professionali che sono il vanto della nostra terra e delle nostre città. Per questo – conclude – sto lavorando sempre al mio sogno: far diventare Canosa, per la sua storia e per le sue bellezze archeologiche, “patrimonio dell’Unesco”: sarebbe una bella vittoria non per me, ma per tutta la mia gente». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie