Mercoledì 15 Luglio 2020 | 20:47

NEWS DALLA SEZIONE

Il meeting
Regionali 2020, Cesa: «In Puglia l'Udc sostiene Raffaele Fitto»

Regionali 2020, Cesa: «In Puglia l'Udc sostiene Raffaele Fitto»

 
Il bollettino nazionale
Coronavirus Italia, 162 nuovi casi e 13 morti nelle ultime 24 ore

Coronavirus Italia, 162 nuovi casi e 13 morti nelle ultime 24 ore

 
Regionali 2020
Salvini torna in Puglia: tour in Salento nel fine settimana

Salvini torna in Puglia: tour in Salento nel fine settimana

 
La polemica
Regionali Puglia, Dc cambia idea: «Noi schierati con centrodestra». Culigari: «Emiliano escluda il simbolo»

Regionali Puglia, Dc cambia idea: «Noi schierati con centrodestra». Cugliari: «Emiliano escluda il simbolo». La replica di Tramonte

 
La polemica
Ma l’asse tra Bari e Nardò spacca già la coalizione

Regionali 2020, l’asse tra Bari e Nardò spacca già la coalizione

 
Controlli della polizia
Ostuni, 800 persone in più nella discoteca: chiuso locale per 5 giorni

Ostuni, 800 persone in più nella discoteca: chiuso locale per 5 giorni

 
Turismo
Bari, alberghi ancora chiusi. Preferite case vacanza

Bari, alberghi ancora chiusi: si preferiscono le case vacanza

 
Il Caso
Finisce in carcere a Trani ’ex pm antimafia rumena

Finisce in carcere a Trani ’ex pm antimafia rumena

 
la denuncia
La Regione Puglia sta favorendo gli infermieri in comando»

Sanità, «La Regione Puglia sta favorendo gli infermieri «in comando»

 
verso il voto
Piglia, doppia preferenza di genere: ok della commissione regionale

Puglia, doppia preferenza di genere: ok della commissione regionale

 

Il Biancorosso

calcio
Bari-Ternana 1-1 Biancorossi in semifinale play-off

Bari-Ternana 1-1 Biancorossi in semifinale play-off

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoMusica
Al via in Puglia «Porto Rubino»: ospiti a Taranto Morgan e Erica Mou

Al via in Puglia «Porto Rubino»: ospiti a Taranto Morgan e Erica Mou

 
BariIl meeting
Regionali 2020, Cesa: «In Puglia l'Udc sostiene Raffaele Fitto»

Regionali 2020, Cesa: «In Puglia l'Udc sostiene Raffaele Fitto»

 
LecceLa polemica
Ma l’asse tra Bari e Nardò spacca già la coalizione

Regionali 2020, l’asse tra Bari e Nardò spacca già la coalizione

 
BrindisiControlli della polizia
Ostuni, 800 persone in più nella discoteca: chiuso locale per 5 giorni

Ostuni, 800 persone in più nella discoteca: chiuso locale per 5 giorni

 
Potenzal'iniziativa
Università Potenza, un bonus per sostenere iscrizioni: proposta di legge del Pd

Università Potenza, un bonus per sostenere iscrizioni: proposta di legge del Pd

 
BatScuola
Barletta, «Non condannateci ai tripli turni»

Barletta, «non condannateci ai tripli turni»: la lettera a Mattarella

 
Materail colpo
Pisticci, rapinano market con pistola giocattolo: 2 in manette

Pisticci, rapinano market con pistola giocattolo: 2 in manette

 

i più letti

il contributo

Accordo Puglia-sindacati per indennità Covid: compenso economico per lavoratori della sanità

Ecco come saranno ripartiti i 35 milioni a disposizione: le Aziende Sanitarie coinvolte e la suddivisione in fasce

Coronavirus, Puglia meno del 50% dei positivi è ricoverato

Raggiunto l'accordo fra la Regione Puglia e i sindacati per la cosiddetta «indennità Covid», un riconoscimento in busta paga per i lavoratori della sanità che hanno prestato servizio dal 15 marzo al 15 maggio 2020, ripartito in base all'effettiva presenza. Dopo le somme nazionali stanziate dai decreti, incrementate dalla Regione stessa, si è arrivati per la Puglia ad avere a disposizione oltre 35 milioni di euro, e sono state individuate le quattro fasce di assegnazione delle indennità, per ciascuna categoria (si tratta ovviamente di somme al lordo delle ritenute fiscali). A renderlo noto sono le segreterie regionali Puglia dei sindacati FP Cgil, Cisl FP, UilFpl. 

Gli importi spettanti a ciascuna Azienda Sanitaria risultano così suddivisi:

Invece il personale coinvolto riceverà un premio – in ragione alla presenza in servizio/turno di lavoro effettivamente prestati e sulla base del grado di coinvolgimento nella gestione dell’emergenza epidemiologica - suddiviso secondo quattro fasce:

1. FASCIA A - Fino a 2520 euro lordi (63 euro per ogni turno) per chi ha lavorato in Malattie infettive, Pneumologie, Anestesia e Rianimazione e Terapie Intensive, Dipartimenti Prevenzione (con riferimento a Sisp e Spesal) e medici veterinari dei Dipartimenti di prevenzione direttamente coinvolti nella gestione di cluster Covid, Medicina del lavoro, Personale dipendente del 118, Pronto Soccorso, Operatori sanitari destinati alla presa in carico dei pazienti Covid, Tecnici perfusionisti ECMO, personale laboratorio biomedico operante presso strutture sanitarie ovunque collocate funzionale al trattamento dei campioni biologici per esami Covid ovvero alla effettuazione di test o esami dello stesso tipo, personale delle Unità Operative di radiodiagnostica operanti presso le strutture che effettuano esami verso pazienti provenienti dai percorsi ospedalieri Covid o sospetti tali, obitorio e Front Office (Triage).

2. FASCIA B - Fino a 1480 euro lordi (37 per ogni turno) per chi ha lavorato in Ostetricia, Dialisi, Unità operativa Cure Palliative, personale dipendente della Medicina penitenziaria, nonché le Unità Operative e i Servizi afferenti a strutture COVID Acuzie pubbliche, come definite nella Dgr 525/2020, non inserite nella Fascia A.

3. FASCIA C - Fino a 800 euro lordi (20 per ogni turno) per Operatori afferenti ad altre Unità operative e Servizi (non elencati nelle Fasce A) e B) e con particolare riferimento ai reparti di Medicina interna e Chirurgia, ed all’impatto sul territorio), ma, in ogni caso, coinvolti nella emergenza Covid.

4. FASCIA D - Fino a 400 euro lordi (10 euro a turno) per altri operatori del SSR che non sono compresi nelle fasce precedenti.

LA SODDISFAZIONE DEI SEGRETARI GENERALI - «Siamo soddisfatti – affermano i Segretari Generali di FP CGIL – CISL FP - UIL FPL della Puglia Domenico Ficco, Giuseppe Melissano e Giuseppe Vatinno, per i contenuti e per il metodo adottato. Un risultato che parte dal livello nazionale, che ha spinto per emendare alcune parti del decreto legge 18/2020 rendendo possibile l’utilizzo di risorse per premiare anche i lavoratori della Sanità Pugliese per il lavoro svolto. Un premio fino a 2.520€ per i lavoratori direttamente coinvolti e anche per quelli contagiati e/o collocati in quarantena da Covid-19. A questa cifra si aggiungono indennità economiche contrattualmente previste. Soldi che i lavoratori vedranno in busta paga già nei mesi da luglio a settembre.

L’accordo è coperto da 35 milioni di euro ed investe non sol tutti i dipendenti del SSR ma anche medici ed autisti del 118, medici specializzandi coinvolti nel fronteggiare l’emergenza e lavoratori delle società in house pugliesi impegnati nelle attività di supporto al personale del SSR. Su questo ultimo aspetto abbiamo già chiesto un tavolo regionale per la definizione dei criteri di riparto. Inoltre, a conclusione dell’accordo, abbiamo stigmatizzato la necessità di riattivare il confronto regionale di cui all’art.6 del CCNL per definire e concludere l’accordo sulle risorse aggiuntive regionali da destinare ai fondi contrattuali della sanità. Nell’assegnazione del premio non abbiamo voluto fare distinzione tra profili professionali proprio perché le risorse stanziate sono state messe per remunerare l’impegno profuso da parte di tutto il personale coinvolto nell’emergenza Covid19. I lavoratori in questi mesi hanno lavorato fianco a fianco, indipendentemente dal profilo professionale ed hanno sviluppato forte legame e solidarietà tra loro. Ora è necessario monitorare e rivendicare che ai lavoratori siano garantite le massime condizioni di sicurezza sul lavoro, perché non vogliamo ritrovarci nelle condizioni di partenza. Situazione che dobbiamo scongiurare e che richiede la massima responsabilità da parte di tutti»

IL COMMENTO DI EMILIANO - «È stato siglato questa notte un importante accordo con i sindacati, a favore di tutti gli operatori della sanità pugliese impegnati nell’emergenza Covid 19. Per i due mesi di lavoro instancabile e complicato, dal 15 marzo al 15 maggio, le buste paga dei lavoratori della sanità pugliese saranno più sostanziose». Così il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, commenta l’accordo trovato con i sindacati sui premi da riconoscere agli operatori sanitari per i due mesi di emergenza coronavirus. «Il meccanismo individuato - spiega il direttore del dipartimento regionale Politiche per la salute Vito Montanaro - punta a premiare chi ha lavorato in questi mesi difficili. Il riconoscimento economico sarà erogato esclusivamente in base ai turni di effettivo servizio, oltre ai sanitari che hanno contratto il virus e sono stati posti in quarantena. La Regione provvederà inoltre con le proprie risorse a garantire un riconoscimento a quella parte del sistema sanitario esterna rispetto alla dipendenza, ma che è stata pienamente coinvolta dall’emergenza, come medici e lavoratori dipendenti del 118 o i lavoratori delle sanità service e gli specializzandi che hanno operato in reparti covid».

L’accordo chiuso questa notte è molto importante per gli operatori della sanità pugliese coinvolti nella emergenza Covid 19. Sono a disposizione 29 milioni di euro rinvenienti dai decreti Cura Italia e Rilancio, oltre che da 6 milioni di euro di risorse regionali. «Abbiamo fatto un lavoro molto importante - sottolinea Montanaro - con tutti i sindacati che hanno sottoscritto l’intesa. Stiamo parlando di una cifra tra le più alte in Italia e questo ci fa estremamente piacere. È un modo per ringraziare tutti coloro che in questi due mesi hanno sacrificato la loro vita, con turni massacranti, a volte non tornando neanche a casa, incuranti del pericolo del contagio». Il consigliere del presidente Domenico De Santis spiega il meccanismo del riparto del bonus: «Il bonus sarà suddiviso in quattro fasce, la prima di coloro i quali sono stati direttamente impegnati nell’epidemia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie