Sabato 29 Febbraio 2020 | 12:26

NEWS DALLA SEZIONE

è mistero
Lecce, quattro auto date alle fiamme nella notte: indagano i cc

Lecce, quattro auto date alle fiamme nella notte: indagano i cc

 
a Milano
Ospedale «Sacco»: una ricercatrice salentina nel team che ha isolato il ceppo italiano del Coronavirus

Ospedale «Sacco»: ricercatrice salentina nel team che ha isolato il ceppo italiano del Coronavirus

 
nel Foggiano
Borgo Incoronata, lite per parcheggio condominiale, 2 famiglie si prendono a botte: interviene la polizia

Borgo Incoronata, lite per parcheggio condominiale, 2 famiglie si prendono a botte: interviene la polizia

 
giornalismo
«Gazzetta», scelte inspiegabili: i sacrifici del giornale vanificati da decisioni che hanno aggravato la crisi

«Gazzetta», i sacrifici del giornale vanificati da decisioni che hanno aggravato la crisi

 
l'allarme
Coronavirus, oltre 820 contagi in Italia, 3 in Puglia. Un molfettese positivo a Londra. Lecce-Atalanta, trasferta vietata a tifosi bergamaschi

Coronavirus, oltre 820 contagi in Italia, 3 in Puglia. Molfettese positivo a Londra. Lecce-Atalanta, mistero su trasferta: prima vietata, poi di nuovo libera

 
la bufera
Aqp, la Regione studia come sostituire De Sanctis

Aqp, la Regione studia come sostituire De Sanctis

 
serie a
Lecce-Atalanta, paura Coronavirus: a Valencia giornalista contagiato dopo trasferta a Bergamo

Lecce-Atalanta, paura Coronavirus: a Valencia giornalista contagiato dopo trasferta a Milano

 
i dati
Corte Conti Puglia, bilancio 2019: danno complessivo di 14,2mln, aperti 6551 nuovi fascicoli

Corte Conti Puglia, bilancio 2019: danno complessivo di 14,2mln, aperti 6551 nuovi fascicoli

 
nel Foggiano
Cerignola, ubriaco si schianta su una rotatoria e sputa contro i carabinieri: arrestato

Cerignola, ubriaco si schianta su una rotatoria e sputa contro i carabinieri: arrestato

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, è cambiata la missione: un mese per blindare il secondo posto

Bari, è cambiata la missione: un mese per blindare il secondo posto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoin un circolo ricreativo
Taranto, nel doppiofondo della sedia nasconde sigarette di contrabbando: una denuncia

Taranto, nel doppiofondo della sedia nasconde sigarette di contrabbando: una denuncia

 
Lecceè mistero
Lecce, quattro auto date alle fiamme nella notte: indagano i cc

Lecce, quattro auto date alle fiamme nella notte: indagano i cc

 
Materal'iniziativa
Matera, davanti all'ospedale si pianta un albero per ogni bimbo nato

Matera, davanti all'ospedale si pianta un albero per ogni bimbo nato

 
Baria poggiofranco
Bari, una 20enne ubriaca alla guida danneggia varie auto in sosta: denunciata

Bari, una 20enne ubriaca alla guida danneggia varie auto in sosta: denunciata

 
Foggianel Foggiano
Borgo Incoronata, lite per parcheggio condominiale, 2 famiglie si prendono a botte: interviene la polizia

Borgo Incoronata, lite per parcheggio condominiale, 2 famiglie si prendono a botte: interviene la polizia

 
Batcoronavirus
Trani, il sindaco dispone chiusura scuole per sanificazione

Bat, scuole chiuse per sanificazione

 
Brindisidai carabinieri
S.Pancrazio Sal., arrestato 46enne: aveva 86 dosi di cocaina

S.Pancrazio Sal., arrestato 46enne: aveva 86 dosi di cocaina

 

i più letti

Maxi operazione

Foggia al «setaccio», chiedevano 100mila euro a imprenditore minacciandolo con bombe: 3 fermi

Controlli a tappeto da parte delle forze dell'ordine: un rumeno è ricercato. Sequestrati due fucili e 5mila litri di carburante

Mafia e droga ad Andria, colpo al clan: 13 condanne definitive

FOGGIA - Maxi operazione da parte delle forze dell'ordine nella città di Foggia. Centinaia tra poliziotti, carabinieri e finanzieri stanno eseguendo dalla scorsa notte decine di perquisizioni e controlli a «tappeto», in contemporanea, nelle aree più sensibili del capoluogo alla ricerca di armi, sostanze stupefacenti e eventuali soggetti latitanti. I poliziotti contestualmente stanno eseguendo alcuni fermi emessi da un pool di magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari e della Procura di Foggia nei confronti di soggetti ritenuti autori di tentate estorsioni a danno di imprenditori foggiani.

Avrebbero chiesto 100mila euro ad un imprenditore edile due dei quattro destinatari dei provvedimenti di fermo eseguiti oggi su disposizione della Dda di Bari e dalla Procura di Foggia. Presunti autori della richiesta uno dei tre foggiani fermati e il rumeno tuttora irreperibile. Questo tentativo di estorsione risalirebbe a novembre scorso. Il secondo episodio estorsivo sarebbe di qualche giorno fa e avrebbe come vittima un commerciante a cui gli altri due fermati avrebbero chiesto 5mila euro.

I FERMATI - Tre foggiani sono stati sottoposti a fermo mentre un rumeno è ricercato perché all’estero per due tentativi di estorsione a un commerciate e ad un imprenditore: è il risultato dell’operazione condotta all’alba da Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza su disposizione della Dda di Bari e dalla Procura dauna.

I tre foggiani fermati sono ritenuti legati ai clan «Moretti-Pellegrino-Lanza» appartenenti alla cosiddetta «Società foggiana», la mafia che opera nel comune capoluogo e non riguarderebbero le dieci intimidazioni compiute dall’inizio dell’anno in Capitanata. In concomitanza con i decreti di fermo sono state eseguite una serie di perquisizioni mirate.

In una di queste i carabinieri hanno sequestrato, a casa di un pregiudicato del rione Candelaro, contanti per 19 mila euro oltre ad un’agenda dove sono annotati nomi e cifre. A quanto si apprende i militari stanno verificando se si tratti di richieste estorsive o denaro legato a debiti per droga. Inoltre, nel corso dei controlli, i militari della Guardia di finanza oltre ad aver sequestrato due fucili e 5mila litri di carburante durante una perquisizione in un autoparco ad Orta Nova, hanno anche trovato una telecamera nascosta tra le cassette della posta nella palazzina «Ex Onpi» che si trova alla periferia della città. Videocamere che sarebbe servita a monitorare l’ingresso delle Forze di polizia.

I PROCURATORI VOLPE E VACCARO - «Indubbiamente la criminalità sta vivendo un momento di difficoltà dal punto di vista delle disponibilità economiche, perché dopo le operazioni che sono state compiute nei mesi scorsi e gli arresti numerosi di personaggi di spicco delle varie batterie foggiane, manca il denaro sufficiente per mantenere le famiglie dei detenuti e sostenere le spese legali». Lo ha detto in conferenza il procuratore della Repubblica di Bari, Giuseppe Volpe, analizzando le intimidazioni ai danni di commercianti e imprenditori compiute a Foggia dall’inizio dell’anno.

Per il procuratore di Foggia, Ludovico Vaccaro, «questo è il tempo di non cedere più ad alcun compromesso»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie