Venerdì 16 Aprile 2021 | 05:25

NEWS DALLA SEZIONE

Serie C
Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

 
Serie C
Verso Bari-Palermo: De Laurentiis all'allenamento dei biancorossi

Verso Bari-Palermo: De Laurentiis all'allenamento dei biancorossi

 
la preoccupazione
Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

 
la sentenza
Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Striscgiuglio condannata a 16 mesi

Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Strisciuglio condannata a 16 mesi

 
Dati nazionali
Covid in Italia, quasi 17mila nuovi positivi e 380 vittime: cresce indice positività, calano i ricoveri

Covid in Italia, quasi 17mila nuovi positivi e 380 vittime: cresce indice positività, calano i ricoveri

 
sanità
Emergenza Covid, Regione Puglia amplia rete laboratori per tamponi

Emergenza Covid, Regione Puglia amplia rete laboratori per tamponi

 
La polemica
Puglia, giornalisti contro Emiliano: «Non scarichi su di noi responsabilità che non abbiamo»

Puglia, giornalisti contro Emiliano: «Non scarichi su di noi responsabilità che non abbiamo»

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia contagi in aumento: 1867 su 13mila test (13,9%). Altri 39 decessi

Covid Puglia, contagi in aumento: 1867 su 13mila test (13,9%). Altri 39 morti. Somministrati oltre 870mila vaccini

 
Serie B
Lucioni guarda in alto: «Lecce, sei da serie A»

Lucioni guarda in alto: «Lecce, sei da serie A»

 
A Taranto
ArcelorMittal, precipita porta-lance in Acciaieria 2, nessun ferito

ArcelorMittal, precipita porta-lance in Acciaieria 2, nessun ferito

 

Il Biancorosso

Serie C
Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantocontrolli guardia costiera
Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due persone denunciate

Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due denunciati

 
Potenzala preoccupazione
Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

 
Barila sentenza
Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Striscgiuglio condannata a 16 mesi

Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Strisciuglio condannata a 16 mesi

 
Foggiala nomina
Foggia, comandante provinciale Gdf di Potenza entra nella Giunta Landella

Foggia, comandante provinciale Gdf di Potenza entra nella Giunta Landella

 
Batla video-denuncia
Andria, ragazzini appiccano incendio all'esterno del Palazzetto dello sport: «Mi cadono le braccia»

Andria, ragazzini appiccano incendio all'esterno del Palazzetto dello sport: «Mi cadono le braccia»

 
LecceMotori
Casarano, da domani il 27esimo rally

Casarano, da domani il 27esimo rally

 
BrindisiNel Brindisino
Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

 
MateraIl caso
Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

 

i più letti

La decisione

Sanità, Regione libera di rideterminare tetti di spesa degli ospedali privati

Il Consiglio di Stato ha ribaltato la pronuncia del Tar di Bari: il meccanismo ipotizzato nel 2016 non entrerà in vigore

mater dei

l'ingresso della clinica Mater Dei

La Regione è libera di rideterminare i tetti di spesa degli ospedali privati, che firmando i contratti con le Asl si obbligano ad accettarli. Il Consiglio di Stato ha chiuso così, ribaltando la pronuncia del Tar di Bari, quella che era stata definita come la guerra delle case di cura. Una spaccatura nata sui criteri per la ripartizione di una torta da 450 milioni di euro l’anno, criteri elaborati, poi cambiati in corsa e - infine - sospesi a tempo indeterminato.


La conseguenza della sentenza (2075/2019) è che si resta al tetto storico anche per il 2019: i baresi di Cbh (che gestiscono la Mater Dei, il più grande ospedale privato pugliese) avevano impugnato gli atti con cui la giunta regionale aveva sospeso per il 2017 e il 2018 l’algoritmo introdotto dalla Regione per rimodulare la suddivisione dei fondi. In primo grado il Tar aveva accolto il ricorso, ma poi il Consiglio di Stato aveva dapprima sospeso la sentenza e quindi (giovedì) ribaltato la decisione.
Più che i motivi giuridici, è importante il contesto. L’algoritmo è infatti destinato ad andare in pensione senza aver mai lavorato un giorno. Questo perché il terzo criterio, inserito in corsa proprio su richiesta di Cbh, non funziona: l’indice di molteplicità assistenziale (la «varietà» di interventi effettuati in un anno), pensato per premiare chi diversifica l’offerta sanitaria, rischia di favorire i furbi. Per ottenere il massimo punteggio, infatti, sarebbe bastato garantire ogni anno un singolo intervento per ciascuno dei Drg (il «listino prezzi» con cui si rimborsa la sanità privata).


Prima della sentenza, e nel timore che Palazzo Spada potesse respingere il ricorso, la giunta regionale aveva preparato una delibera che revocava tutte quelle precedenti e introduceva un nuovo meccanismo. Il provvedimento non è stato approvato (è arrivato fuori tempo massimo rispetto alla decisione della causa), ma i contenuti restano validi. Dopo numerosi incontri tra le organizzazioni datoriali (Aris per la sanità ecclesiastica, Confindustria Sanità, Aiop e gli «scissionisti» di Arsota in cui è confluita anche Cbh) si è infatti deciso di mantenere i tetti storici, con una sforbiciata al tetto (circa 36 milioni) per i pazienti di fuori regione e con la previsione di istituire un nuovo «fondino» per la riduzione della mobilità passiva. Si tratta di 15 milioni, che andranno trovati nel fondo sanitario regionale, da dividere tra chi offrirà quelle prestazioni (alluce valgo, chirurgia bariatrica, alcuni interventi di ortopedia e oncologia) per le quali i pugliesi si rivolgono altrove con maggiore frequenza. Il nuovo provvedimento, che terrà conto anche della sentenza, dovrebbe essere approvato nella giunta in programma la prossima settimana.


La sanità privata pugliese (28 case di cura, più ambulatori e centri di riabilitazione) è monopolizzata da due grandi operatori. Da un lato Cbh, dall’altro c’è il gruppo emiliano Gvm, presente nel Barese ma anche a Lecce e a Taranto. Proprio l’entrata in rotta di collisione di questi gruppi ha portato allo stallo sull’algoritmo e, poi, anche alla scissione dell’Aiop (in cui è rimasta Gvm).
I rapporti con la sanità privata sono del resto uno degli argomenti oggetto di monitoraggio in sede ministeriale per il Piano operativo, il commissariamento soft che doveva concludersi entro il 31 dicembre. Sul punto le prime verifiche avevano fatto emergere qualche criticità sia in merito al rispetto dei budget nel corso del 2017, sia per i tempi di sottoscrizione dei contratti che - di solito - arrivano ad anno quasi finito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie